BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 si può ancora migliorare tanto da Opposizione Interna, M5S, Lega

Le ultime novità per le pensioni decise e posizioni e richieste di modifiche e miglioramenti dalle forze politiche: quali sono e aspettative




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): Tanto e in maniera importante si può migliorare ancora delle novità per le pensioni nell'iter che sta iniziando istituzionalmente e durerà per ben due mesi. E M5S, Lega, la stessa Opposizione interna alla maggioranza e diversi membri dalla maggioranza sono pronti a farlo come le ultime notizie e ultimissime raccontano ma occorre andare oltre alle paole come ben sappiamo. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Proseguono il confronto e l'analisi sulle novità per le pensioni, ma in parallelo non si arresta il faccia a faccia politico sia tra maggioranza e opposizione in parlamento e sia all'interno della stessa maggioranza tra le sue anime. E sono passaggi da seguire da vicino perché come dimostrano in continuazione le ultime e ultimissime notizie, dagli equilibri dipendono cambiamenti alle novità per le pensioni.

Da mini pensione a quota 41, seppur ancora limitata, aumenti delle pensioni base, cumulo gratis di tutti i propri contributi previdenziali ed estensione della detassazione per i pensionati fino a 8.125 euro: sono queste le novità per le pensioni decise da maggioranza e forze sociali che rientreranno nel nuovo testo unico al via nel suo iter che si concluderà entro il prossimo 31 dicembre, quando dovrà essere ufficialmente approvato. Si tratta di novità per le pensioni che sembrerebbero accontentare tutti anche se poi in realtà, ad un’attenta lettura, ci si rende conto del fatto che comunque si tratta di novità per pochi e ancora sperimentali, non universali per tutti, dunque, e strutturali, tali da rivedere in maniera positiva per tutti le attuali norme pensionistiche. Tutto però, stando alle ultime notizie, potrebbe ancora essere modificato e migliorato, anche se non, chiaramente, completamente stravolto. Gli impegni parlamentari in vista dell’approvazione definitiva del testo unico potrebbero, infatti, rivelarsi cruciali e le ultime notizie sull’opposizione interna, che continua ad essere tesa con la maggioranza, che in occasione dell’ultimo Direttorio si è mostrata piuttosto debole e con un nuovo gruppo costituito apposta in vista del prossimo voto costituzionale del 4 dicembre, guidato da Cuperlo, potrebbero fare riflettere.

Sembra che Cuperlo sia stato quasi incaricato di riportare l’opposizione interna ad essere fazione decisiva e il fatto che proprio lui lo scorso anno aveva presentato a Palazzo Madama un documento con una serie di novità da attuare per cambiare le attuali pensioni, potrebbe essere significativo. Ancora una volta, infatti, potrebbero arrivare dall’opposizione interna richieste e misure per modificare ancora le attuali novità per le pensioni, del resto lo stesso ex segretario della maggioranza è tra coloro che ritiene che le novità per le pensioni, insieme alle altre misure sociali, possano rappresentare il primo passo verso la reale riconquista di consensi e fiducia perché dimostrerebbero ai cittadini il reale interesse nei confronti dei bisogni reali della gente. Insieme all’opposizione interna, anche da M5S e Lega sembrano poter arrivare nuove richieste di miglioramenti delle novità per le pensioni.

Se dall’opposizione interna, le richieste di miglioramento putano soprattutto alla definizione di novità per le pensioni ad hoc per tutti i lavoratori che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale e per chi è impegnato, o lo è stato, in occupazioni faticose e pesanti, M5S e Lega puntano in maniera sempre più ferma sulla proroga ulteriore del contributivo donna, fino al 2018, anche se le ultime e ultimissime notizie, sembrano piuttosto incerte in merito. Dalla ferma contrarietà della Lega alla mini pensione così come attualmente modulata e portata avanti dalla maggioranza, definita una nuova ‘truffa’, misura che, sia secondo Lega che secondo M5S, non servirebbe né per rivedere le attuali norme pensionistiche né per rilanciare un ricambio generazionale a lavoro per dare nuova spinta all’occupazione giovanile, rischiando di rivelarsi solo un inutile spreco di denaro in un momento particolare in cui il budget disponibile è piuttosto ristretto, potrebbero derivare miglioramenti delle ultime novità per le pensioni decise.

E soprattutto all’indomani delle ultime notizie della stessa Lega che ha già annunciato un nuovo referendum per l’abolizione stessa della mini pensione se davvero dovesse passare così com’è. E se le modifiche e i miglioramenti relative alle novità per le pensioni messe a punto non dovessero arrivare ha già annunciato anche barricate, cui prenderebbe parte anche il M5S. E’ chiaro, dunque, come i prossimi giorni e le prossime settimane potrebbero rivelarsi decisive per capire cosa e se effettivamente si farà ulteriormente sulle novità per le pensioni già decise, considerando che l’iter per l’approvazione del testo unico è già partito. Stando alle ultime notizie, però, sembra piuttosto difficile che qualcosa relativo alle pensioni cambia davvero ancora ed è molto più probabile che si continui ad andare avanti esclusivamente con le novità per le pensioni messe già a punto che comunque rappresentano un punto di incontro tra maggioranza e forze sociali.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il