BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 calcolo APE automatico online simulatore, quota 41 fai la tua prova

Gli ultimi chiarimenti e dettagli su funzionamento delle ultime novità per le pensioni tra mini pensione e quota 41: chi ne sarebbe escluso, vantaggi e svantaggi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:10):  Abbiamo realizzato per primi in Italia, un calcolatore che abbiamo sistemato con tutte le novità per lemini pensioni Ape che può fare il calcolo in automatico di ogni singola posizione con i criteri delle ultime notizie e ultimissime aggiornate. E VEDRETE DELLE SORPRESE. Basta cliccare qui
Inoltre potete cercare di risvere altri dubbi facendo le vostre domande qui:
Potete farle sempre qui e come vedete ce ne sono già tante: https://www.facebook.com/marcello.tansini.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:04): Sono quelli riportati sotto i numeri delle persone che potranno partecipare davvero alle novità per le pensioni comunciati dai tecnici. Ben lontani da quelli delle ultime notizie e ultimissime e che potranno anche aumentare anche se continuano i vincoli stretti che man mano per le novità per le pensioni continuano "magicamente" ad apparire. D'altra parte i numerie e le cifre che per le mini pensioni e quota 41 parlano di meno di 800 milioni da maggio e quindi neppure su un anno non mentono. Tra un poco inseriremo una serie di doamnde e rispoiste che riteniamo davvero importanti frutto di oltre 200 domande e risposte date in quetsi giorni. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:17): Incominciano ad esserci le cifre vere ma anche i numeri veri di chi potrà aderire alle novità per le pensioni e questo lascia davvero l'amaro in bocca. Poco denaro e lo si sapeva e quindi, anche queste ultime notizie e ultimissime non dorvebbero sorprendere. Tra tutte le novità per le pensioni tra mini pensioni e quota 41 potranno uscire tra le 50mila e 60mila persone. E basta.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): E' vero che innalzando la soglia a millecinquento euro per le mini pensioni qualcuno in più rientrerà con la novità per le pensioni decisa e già mesa nero su bianco confermata dalle ultime notizie e ultimissime ma è anche vero che sono talmente tanti i paletti e i vincoli che saranno in migliaia rimanere fuori. E migliaia se non qualche milioni sono anche le persone che si trovano in un limbo per diversi motivi senza occupazione e pensione e senza nemmeno un sostegno e che non sono considerate della novità per le pensioni

Nonostante siano stati inseriti nelle categorie di occupazioni faticose lavoratori edili, infermieri, maestri, macchinisti, ferrovieri, la mini pensione e la quota 41 come attualmente modulate, definite dagli ulteriori dettagli che sono stati resi noti dall’ultimo confronto tra maggioranza e forze sociali, lascerebbero fuori parecchi di quei lavoratori appena citati. E il motivo è piuttosto semplice: pur essendo lavoratori considerati occupati in attività faticose, non essendo state definite specifiche novità per le pensioni per questa categoria di lavoratori, ma solo possibilità di accesso alla mini pensione senza oneri purchè collegati alla quota 41, non soddisferebbero in questi particolari casi le condizioni che sono state poste per la quota 41. Per poter, infatti, andare in pensione con 41 anni di contributi a 63 anni, bisogna aver maturato 12 mesi di contribuzione entro il 19esimo anno di età e ritrovarsi in condizioni di difficoltà, cioè senza occupazione, essere disabili o resi invalidi a causa di un incidente accorso durante l’orario lavorativo, o essere impiegati, appunto, in occupazione faticose.

Le ultime notizie hanno riportato un ampliamento della platea di questi lavoratori faticosi includendo, appunto, maestre, infermieri, macchinisti e ferrovieri, lavoratori edili, ma il problema è che si tratta di lavoratori che per poter fare questo mestiere avevano bisogno del diploma di scuola media superiore. Ciò significa che sarebbero esclusi dalla quota 41 come attualmente modulata perchè richiede un anno di contribuzione versata entro il 19esimo anno di età, cosa che non sarà stata possibile visto che era la stessa età in cui terminavano gli studi o gli avevano appena terminati. E, dunque, le ultime notizie sull’allargamento della platea dei beneficiari di una mini pensione senza onere sembra essere una nuova beffa. Ma il vantaggio per coloro che vi rientrano, per esempio persone rimaste senza occupazione, è certamente quello di avere finalmente la possibilità di raggiungere una pensione regolare con erogazione mensile che consentirebbe di vivere una vita altrettanto regolare. Esclusi dalla possibilità di chiedere la mini pensione per anticipare la loro età pensionabile, pur con decurtazioni sulla pensione finale, anche coloro che, per esempio, all’età di 61 anni hanno maturato 40 anni di contributi. Per accedere alla mini pensione, infatti, bisogna aver raggiunto almeno di 63 anni di età e 30 anni di contributi, o 35 se si è ancora occupati, o addirittura 36 anni se si svolgono occupazioni faticose, con gli ultimi sei dei quali maturati sempre in un’occupazione faticosa.

E anche questi criteri sarebbero paradossali, perché il requisito contributivo dei 40 anni non verrebbe assolutamente considerato di fronte alla necessità di raggiungere un determinato requisito anagrafico. E ci sono poi le soglie di reddito: la mini pensione senza alcun costo varrebbe, infatti, solo per chi percepisce redditi fino a 1.350 euro lordi, che sarebbero circa mille, 1.100 netti, una soglia decisamente bassa che lascerebbe fuori anche chi guadagna 1.200 euro netti che comunque non rappresentano di certo un reddito elevato. A tal proposito, potrebbero aprirsi speranze di ulteriori modifiche: stando, infatti, alle ultime notizie, le forze sociali nel corso proprio dell’ultimo confronto con la maggioranza avrebbero chiesto di aumentare la soglia di reddito fissata, almeno di 100 euro.

Ciò che emerge, dunque, analizzando i dati appena riportati è che sarebbero tanti gli esclusi dalla possibilità di lasciare prima la propria occupazione con la mini pensione a costo zero, per cui la convenienza, a fronte di un investimento ‘importate’, sarebbe quasi nulla e rischierebbe di rivelarsi un flop, esattamente come ipotizzato da tanti già nei mesi precedenti, senza considerare che per chi supera la soglia  di accesso alla min pensione senza oneri, tra rimborso rata e interessi subirebbe pesanti decurtazioni sulla pensione finale il che renderà certamente difficile che tali lavoratori possano decidere di lasciare prima di appena uno o due anni magari la loro occupazione a fronte di alte penalità. Non sarebbe certo conveniente, anche alla luce del fatto che chi percepisce redditi più elevati difficilmente vuole andare in pensione prima, perché, nella maggior parte dei casi, svolge occupazioni che piacciono, interessano e rendono a tal punto da mettere il lavoratore nella condizione di rimanere piacevolmente impegnato ancora qualche anno.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il