BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa, bonus incentivi detrazioni, tasse PMI e professioni p.iva, Cartelle Equitalia: misure Governo Renzi 2017

Le misure della nuova legge di bilancio tra proroga eco bonus, riduzione dell’Iri al 24% e abolizione di Equitalia con piano rottamazione cartelle




E' stata presentata  sabato, durante il Consiglio dei Ministri, la nuova legge di bilancio 2017 del governo Renzi al via nel suo lungo iter che durerà ancora due mesi, con l'approvazione finale prevista entro il 31 dicembre. Sono diverse le misure contenute, tra proroga degli eco bonus per lavori di ristrutturazione, riduzione dell'Iri, abolizione di Equitalia, novità per le pensioni, nuovi fondi per i Comuni che hanno accolto i rifugiati, riduzione del Canone Rai per il prossimo anno che costerà 90 euro e non più 100, aumento del fondo sanitario nazionale, nuovo piano di assunzioni di 3mila medici e 4mila infermieri. Partendo dal bonus ristrutturazioni, il pacchetto dovrebbe valere in tutto 3 miliardi di euro per i prossimi tre anni, con la conferma di tutte le attuali detrazioni al 50% per i lavori di ristrutturazione e al 65% per i lavori di efficienza energetica. Prorogato anche il bonus mobili al 50% introdotto lo scorso anno, cui si aggiunge il nuovo sisma-bonus. Gli incentivi per le ricostruzioni post terremoto dovrebbero essere progressivi, dal 50% fino all’80% aumentando con la crescita del rendimento energetico o del grado di protezione dal rischio sismico. Questa agevolazione riguarderà anche i condomini e gli alberghi.

Novità in arrivo per Partite Iva e soprattutto per imprese individuali con la nuova legge di Bilancio 2017: è infatti prevista la riduzione dell'aliquota Iri dal 25,7% al 24% per redditi d’impresa prodotti da imprenditori individuali e società di persone. Il tributo sarà applicato sul reddito decurtato di quanto prelevato dall’imprenditore individuale o dai soci ma se soci e imprenditore effettueranno prelievi dall’impresa, saranno soggetti alla normale tassazione Irpef in base ai rispettivi scaglioni. L’Iri dovrebbe permettere  soprattutto ad artigiani e commercianti che lasciano il reddito in azienda di essere soggetti ad una tassazione piatta al 24%, permettendo ai lavoratori, sia individuali che piccole imprese, di pagare le tasse unicamente sul reddito effettivamente incassato e non su quello fatturato.

Passando, invece, alle partite Iva in regime dei minimi, nulla dovrebbe cambiare rispetto a quanto previsto già dalla scorsa legge di bilancio, per cui continuerà a valere il regime dei minimi che prevede un’aliquota forfettaria al 15% per tutti coloro che hanno guadagni entro i 30 mila euro e senza limiti anagrafici. Tra le altre novità previste dalla nuova legge di bilancio2017 la chiusura di Equitalia: saranno rottamate cartelle esattoriali in essere per il valore di 51 miliardi di euro attraverso una nuova sanatoria e i contribuenti che devono ancora versare pagamenti, potranno pagare solo l’originario importo dovuto, senza interessi di mora, sanzioni e oneri riscossione. Da questa operazione, il governo stesso stima di recuperare 4,2 miliardi di euro, una cifra decisamente inferiore rispetto a quella dovuta proprio perché prova degli oneri aggiuntivi.

Il pagamento delle cartelle esattoriali senza oneri e interessi saranno quelle pendenti con Equitalia al 31 dicembre del 2015, compresi i debiti oggetto di rateizzazione in corso o anche decaduti, e riguarderanno le cartelle messe per il recupero delle somme dovute al fisco, come quelle dovute per i debiti verso l’Inps o le altre amministrazioni pubbliche, come quelle relative alle multe per violazione del codice della strada fatte dai comuni, o ad altri tributi locali. I pagamenti di queste cartelle potranno avvenire o in un’unica soluzione o in tre rate, con la prima da pagare entro 30 giorni dall’accettazione dell’istanza e le altre due rate potranno essere saldate dopo 12 e 24 mesi dal pagamento della prima. Il nuovo piano di rottamazione delle cartelle durerà un anno. Trascorso quest’anno previsto, il successivo pagamento sarà nuovamente calcolato con l’applicazione di sanzioni e interessi per mora.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il