Pubblicità bluetooth che si riceve senza richiederla: è legale in Gran Bretagna. E in Italia?

Oggigiorno quasi tutti i cellulari presenti sul mercato posseggono la tecnologia bluetooth, e quale occasione più ghiotta per le società di sviluppare opportunità di pubblicità a costo quasi zero?



Oggigiorno quasi tutti i cellulari presenti sul mercato posseggono la tecnologia bluetooth, e quale occasione più ghiotta per le società di sviluppare opportunità di pubblicità a costo quasi zero?

Se volete provarne l’ebrezza recatevi alla fiera SMAU dal 17 al 20 ottobre a Milano. In quell’occasione in alcuni stand, lasciando il bluetooth acceso, si potrà ricevere informazioni e notizie utili delle aziende espositrici.

In Gran Bretagna, però, ci si chiede se tutto questo è legale. Questo canale pubblicitario è considerabile spam e lede la privacy? Sembrerebbe che ci sia un vuoto legislativo e, quindi, il bluetooth non va contro il “Privacy and Electronic Communications Regulations” e non è considerabile illegale.

In Italia fortunatamente non abbiamo una penetrazione molto forte, c’è buon senso di non accettare contenuti da fonti sospette.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il