BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia, conti deposito, Buoni fruttiferi ottobre 2016: rendimenti minimi, inflazioni, condizioni, tassi interessi minimi

Non solo Btp Italia, ecco altre possibilità a disposizione dei risparmiatori individuali per tenere al sicuro le proprie somme.




Questi sono i giorni dei nuovi Btp Italia, il cui collocamento è iniziato ieri e si concluderà domani 19 ottobre 2016 per i risparmiatori individuali, per poi lasciare spazio il giorno successivo agli investitori istituzionali, è il loro legame con l'inflazione. La cedola reale minima garantita dal Tesoro è allo 0,35% ovvero sulla parte bassa delle aspettative del mercato. Si prospetta in ogni caso un'ampia partecipazione, per cui occorre ricordare che il Ministero dell'Economia si è riservato la possibilità di chiudere anticipatamente la prima fase del periodo di collocamento.

A rendere interessante anche questa nuova ondata di Btp Italia è il Premio fedeltà che ha un valore del 4 per mille lordo sul valore nominale dell'investimento ed è corrisposto solo a chi acquista i titoli in questa prima fase del collocamento e li detiene fino alla loro scadenza. Proprio questo è il principio di fondo per cui, nel caso di trasferimento del titolo tra conti anche diversamente cointestati, è importante che alla scadenza almeno uno dei due cointestatari all'epoca dell'acquisto all'emissione figuri quale intestatario del conto titoli.

Ma non si tratta dell'unica possibilità a disposizione dei risparmiatori individuali per tenere al sicuro le proprie somme. Per quanto riguarda i conti deposito, ad esempio, con InMediolanum Conto Deposito tutte le somme depositate sono remunerate e in caso di vincolo di almeno 5.000 euro gli interessi sono fino allo 0,80% annuo lordo. Tra l'altro è possibile svincolare le somme depositate in qualunque momento senza costi né penali. In caso di svincolo in anticipo, le somme vengono remunerate al tasso di svincolo per il periodo di durata effettiva del vincolo. Per vincoli della durata di 6 o 12 mesi, gli interessi netti sono anticipati con importi trimestrali.

Con Findomestic, per saldi fino a 10.000 euro il tasso lordo è dell'1% mentre con cifre maggiori di questo limite è allo 0,50%. Con Widiba il Tasso annuo lordo è dell'1,80% sui vincoli a 12 mesi. Le condizioni sono però due: aprire il conto entro il 14 ottobre e attivare la linea vincolata entro il 31 ottobre. Tra le condizioni ci sono la cifra minima e massima, rispettivamente pari a 1.000 e a 500.000 euro. Con il Conto Deposito di Che Banca!, chi versa nuova liquidità e fa un vincolo per 6 mesi entro il 31 ottobre 2016 riceve l'1,00% annuo lordo di interessi, direttamente al momento del vincolo.

Di diversa concezione sono i Buoni fruttiferi postali, in grado di rappresentare una formula sicura seppure con rendimenti ridotti. Sono di sei tipi. Ci sono quelli denominati Europa per un rendimento extra collegati ai mercati azionari europei; 3x4 Fedeltà per reinvestire le somme dei Buoni scaduti con un rendimento interessante; Dedicato ai minori pensati per i figli; Ordinario per un rendimento sicuro che cresce nel tempo; Indicizzato all'inflazione per mettersi al riparo dall'aumento del livello medio dei prezzi con capitalizzazione ogni due mesi; Indicizzato all'inflazione extra per ottenere un extra rendimento con il Piano di risparmio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il