BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 da Boccia, Morando, Juncker

Le ultime posizioni di Juncker, Morando, Boccia su nuovo testo unico della maggioranza e conseguenze ed effetti novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:01): E a Renzi al momento non sembra importare più di molto affermando nelle ultime notizie e ultimissime che la lettera potrà arrivare ma non cambierà nulla sul testo ufficiale nonostante si parli di mediazioni ancora. E, dunque, tutto rimane ancora aperto anche il budget per le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:03): La missione più importante per la maggioranza è mettere al sicuro il progetto appena varati, che include anche le novità per le pensioni, ma che ha già sollevato i dubbi di Bruxelles. Stando alle ultime e ultimissime notizie, senza una svolta entro il fine settimana, già lunedì l'Italia potrebbe vedersi recapitare il primo avvertimento della Comunità.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:01): Il confronto tra le parti è sempre più totale e si consuma più livelli. C'è quello interno che tira in ballo un po' tutti i provvedimenti varati dall'ultimo Consiglio dei ministri. Ma soprattutto c'è quello a livello comunitario, in cui sono coinvolte anche le novità per le pensioni. E i dubbi, stando alle ultime e ultimissime notizie, sono maggiori delle certezze.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore XX:XX): Nel giorno in cui il documento programmatico che sintetizza i provvedimenti per il 2017, compresi quelle sulle novità per le pensioni, arriva sul tavolo della Comunità, si assiste a una spaccatura. Da una parte gli esponenti della maggioranza si mostrano fiduciosi sull'esito delle trattativa, dall'altra l'opposizione cavalca le ultime e ultimissime notizie ed evidenzia i dubbi sui numeri reali.

Quali potrebbero essere effetti e conseguenze del giudizio sul nuovo testo unico per le novità per le pensioni da approvare nel nostro Paese? Sembra che la prima versione del testo unico 2017 presentato dalla maggioranza dovrà essere rivista, secondo le ultime notizie che arrivano dalla Comunità, altrimenti il rischio che si profila è quello di bocciatura. Secondo quanto spiegato da Jean-Claude Juncker, il testo univo cos’ come formulato potrebbe, infatti, non passare, poer via del deficit elevato, delle troppe misure una tantum e della stima sui costi dovranno essere sostenuti dall’Italia per la gestione dell’emergenza migranti, che appaiono, secondo le ultime notizie, decisamente superiori a quelli preventivati dalle stime comunitarie. Juncker, però, nonostante quest’ultimo richiamo sembra sia ancora disposto a concedere l’extra budget al nostro Paese, esattamente come aveva già lasciato intendere tempo fa,e questo chiaramente rappresenterebbe un passo importante per avere ulteriori margini di intervento che, però, come abbiamo già spiegato, difficilmente potrebbero interessare le novità per le pensioni.

Attualmente quelle che si vorrebbero inserire nel testo unico, tra mini pensione e quota 41, non sembrano soddisfare particolarmente le richieste di revisione delle attuali norme pensionistiche, considerando che sono troppo ristrette e limitate e che più che porsi come vere e proprie novità per le pensioni sembrano configurarsi come aiuti di Stato, visti i costi di oneri, interessi e assicurazione che dovrebbero essere coperti dallo Stato e non dal pensionato stesso in alcune situazioni, e aiuti agli istituti di credito.

La disponibilità di Juncker sarebbe legata comunque sempre alla condizione che l’Italia rispetti le indicazioni della Comunità nella revisione del testo unico. Si tratta, però, di un testo unico che, secondo quanto sostenuto dal viceministro dell’Economia Morando, punta alla crescita. Il viceministro ha, infatti, spiegato che i provvedimenti messi a punto sono stati definiti pensando alla crescita del paese che ormai palesemente, come riportato anche dalle ultime notizie, cresce meno rispetto alla media europea. La crescita economica per Morando rappresenta una priorità e lui stesso non ha mai nascosto che le novità per le pensioni non rappresentano poi un priorità per questa crescita perseguita.

Anche il presidente di Confindustria Boccia appoggia le misure del testo unico messo a punto dalla maggioranza, e si è detto abbastanza soddisfatto, soprattutto in riferimento ai provvedimenti presi per dare nuovo slancio a investimenti e alle misure a sostegno delle imprese. Per riportare l’Italia a crescere in maniera adeguata, ha spiegato Boccia, è fondamentale perseguire obiettivi per una maggiore produttività e spinta agli investimenti privati, richieste che sono state ampiamente soddisfatte.

In riferimento alle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 inserite nel testo, Boccia, così come riportano le ultime e ultimissime notizie, ritiene che si tratti di novità per le pensioni che potrebbero rivelarsi buone solo per una ristretta platea di persone, cioè coloro che cui non saranno previsti oneri, per il resto non saranno molto vantaggiose, ma comunque rappresentano un primo passo da parte della maggioranza di voler effettivamente cambiare le attuali norme pensionistiche, anche se non serviranno, secondo le previsioni, ad attivare quel turn over lavorativo per un ricambio generazionale che innescherebbe un rilancio dell’occupazione giovanile che oggi, soprattutto alle luce delle ultime notizie sugli occupati in Italia, sarebbe decisamente importante e necessario. Pochi, infatti, richiederebbero la mini pensione e non si innescherebbe il meccanismo per cui il prepensionamento di un lavoratore più anziano potrà lasciare posti di lavoro liberi per i più giovani. Serviranno, dunque, ulteriori interventi e più profondi per riuscire a raggiungere l’obiettivo di un rilancio occupazionale dei più giovani. Ma si tratta di ulteriori novità che probabilmente non arriveranno per il momento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il