BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa bonus, partita Iva e imprese tasse e nuovi studi di settore, bonus famiglia in Bilancio Renzi 2017

Tanti cambiamenti in vista dal prossimo anno, a iniziare dagli indici di affidabilità fiscale di imprese e lavoratori autonomi.




Il governo rilancia bonus e detrazioni per la ristrutturazione delle case e rilancia. Dal prossimo anno l'ecobonus al 65%, che finanzia le riqualificazioni energetiche degli edifici, viene ai condomini. Non solo, ma sale al 70% per interventi sull'involucro dell'edificio e arriva fino al 75% se i lavori nell'immobile comporteranno un miglioramento della prestazione energetica tra inverno ed estate ovvero un basso uso di fonti di calore o climatizzatori, in inverno o in estate, tenere i 18 gradi centigradi.

L'Agenzia delle Entrate procederà alla chiusura delle partite Iva se nei tre anni precedenti non è stata svolta alcuna attività dal contribuente. Quest'ultimo, prima della cancellazione d'ufficio, riceverà comunque un alert sullo stato della sua posizione e potrà evitare la chiusura replicando all'amministrazione finanziaria. L'operazione non prevede l'applicazione di sanzioni amministrative come invece era accaduto in passato con la precedente chiusura datata 2011.

Nel pacchetto semplificazioni del decreto fiscale anche una serie di misure che riguardano gli immobili. Per la cedolare secca sugli affitti si profila una riduzione del 50% per la sanzione per chi presenta l'opzione per la proroga del regime di cedolare secca entro 30 giorni dalla scadenza del termine. Mentre sia i contratti di locazione registrati sia gli immobili detenuti all’estero non andranno più indicati in dichiarazione dei redditi se non ci sono state variazioni rispetto al modello dell'anno precedente.

I sostituti d'imposta potranno versare l'addizionale in un'unica soluzione. Sempre per i sostituti d'imposta si profila uno slittamento dal 28 febbraio al 31 marzo per il termine relativo alla certificazione unica dei redditi. Si riducono, invece, i tempi per la ripartizione del 5 per mille e del 2 per mille in quanto non si dovranno più attendere le dichiarazioni dei redditi integrative che puntualmente facevano allungare di almeno un anno i tempi per il conteggio delle somme spettanti ai vari soggetti interessati.

Si profila un addio in due tempi agli studi di settore. A partire dall'anno d'imposta 2017, infatti, arriveranno gli indici di affidabilità fiscale di imprese e lavoratori autonomi. Poi dovrà essere un decreto del Ministero dell'Economia a stabilire le modalità e i termini per arrivare all'eliminazione dello strumento per i controlli. Si completa in questo modo un percorso avviato dalla fine del 2009, quando le Sezioni unite della Cassazione stabilirono che le risultanze degli studi di settore non bastano da sole per l'accertamento.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il