BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni APE, quota 41, lista professioni usuranti ufficiale al momento

Quali sono le professioni attualmente considerate usuranti che potranno godere di mini pensione e quota 41 senza oneri: ulteriore lista per novità pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore XX:XX): Cosa si intende per attività faticose alla luce delle ultime e ultimissime notizie? Lavori in galleria, cava o miniera, lavorazioni del vetro cavo, costruzione e manutenzione di navi, attività in catena di montaggio, guida di veicoli per il trasporto di almeno 9 persone compreso il conducente, lavori svolti di notte. Si tratta di un passaggio fondamentale per individuare i destinatari delle novità per le pensioni.

La scorsa settimana la maggioranza ha presentato il nuovo pacchetto do novità per le pensioni che dovrebbe essere inserito nel nuovo testo unico, con mini pensione e quota 41 come attualmente modulate dalla maggioranza che sarebbero senza oneri solo per determinate categorie di persone, vale a dire i più svantaggiati, per fasce di reddito fino a 1.500 euro mensili lordi, per chi ha perso la propria occupazione, è disabile, gravemente malato o impegnato in attività cosiddette usuranti, vale a dire pesanti e faticose, sia fisicamente che mentalmente. Manca in quest’ultimo caso la definizione della nuova lista ufficiale delle occupazioni da considerare usuranti, per cui ci si chiede ancora quali siano queste attività. Nell’attesa che sia resa nota la nuova lista delle professioni usuranti ufficiali i cui relativi lavoratori potranno usufruire di Ape e quota 41 a costo zero, i lavoratori attualmente considerati impegnati in attività usuranti sono coloro che svolgono lavori in galleria, cava o miniera; lavori in cassoni ad aria compressa; lavori ad alte temperature, come gli addetti alle fonderie di seconda fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti ad operazioni di colata manuale; lavori del vetro cavo.

E ancora, coloro che svolgono occupazioni in spazi ristretti e in particolare attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, o in pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture; lavori di asportazione dell’amianto; occupazioni notturne; o autisti di veicoli pesanti, di capienza complessiva non inferiore ai nove posti compreso il conducente, adibiti a servizi pubblici di trasporto. Sono considerati al momento lavoratori usuranti anche i lavoratori alle dipendenze di imprese per cui valgono le tariffe per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro gestite dall’Inail, impegnati all'interno di un processo produttivo in serie, con ritmi scanditi da misurazione di tempi, sequenze di postazioni, ripetizione costante del ciclo lavorativo su parti staccate di un prodotto finale.

Non rientrano, però, in questa categoria di lavoratori gli addetti a lavorazioni collaterali a linee di produzione, alla manutenzione, al rifornimento materiali, ad attività di regolazione o controllo computerizzato delle linee di produzione e al controllo di qualità. Alle professioni usuranti appena riportate dovrebbe affiancarsi una nuova lista di attività da considerare faticose che, stando alle ultime notizie, dovrebbe comprendere inferiemeri, maestre, lavoratori edili, macchinisti ferrovieri.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il