BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie sabato 22 ottobre precoci, usuranti e per tutti resoconto manifestazione Bologna Rizzo, Brigida

Ulteriori novità per le pensioni per tutti ancora richieste: domani nuova manifestazione a Bologna e posizioni Rizzo, Molinaro, Brigida




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:47): 
Al presidio in piazza han partecipato ca. 200 persone tra appartenenti al nostro gruppo, esodati, opzione donna, ed anche alcuni iscritti dei Lav.PrecociUniti di un certo rilievo . C'é stato l'intervento dell'on.Rizzetto, molto apprezzato fa Opzione Donna e dalla maggioranza, anche se qualcuno si è sfogato su di lui come rappresentante della clase política in generale. Una partecipazione molto viva, di persone molto motivate, coscienti però che ci aspetta una lotta molto dura, la convinzione che da questo governo non possiamo aspettarci niente . La convinzione che bisogna aumentare la consapevolezza dei cittadini, che uno degli ostacoli più assurdi e tristi nello stesso momento é la poca partecipazione dei giovani alla politica , politica intesa come vita sociale quotidiana, come partecipazione alla lotta per i propri diritti, la percezione di poter cambiare le cose.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44):  Continuando con le parole di Rizzo, per capire gli obiettivi sulle novità per le pensioni del raduno odierno a Bologna di cui vi daremo man mano le ultime notizie e ultimissime, si possono ancora meglio capire le finalità che non sono solo nel brevissimo termine con le iniziative che ci saranno

Nostre iniziative programmate:
- Attualmente siamo impegnati nel coinvolgimento dei gruppi che si occupano di previdenza e non solo per la manifestazione/presidio che faremo il 22 ottobre a Bologna a cui seguirà una conferenza/dibattito sulla previdenza  e una serie di ultriori manifestazioni a Milano, Roma, Torino e in altre città italiane
Ricordiamo che a fine giugno, e noi ci saremo più volte a ricordalo in piazza, la ragioneria dello stato, probabilmente stanca di essere sempre colpevolizzata sull’argomento previdenza, ha detto che il problema non sono le risorse, lasciando chiaramente intendere che il problema è la “DESTINAZIONE DELLE RISORSE” che vengono dirottate ad altre misure inutili e dispendiose esempio armamenti , aerei F35 tra l’altro difettosi, etc e ha paroato di uan posisbile revisione delle speranze di vita su cui combatteremo

E per gli obiettivi nel breve, medio termine ricordiamo ancora una volta
 

- Rifiutiamo perentoriamente qualsiasi accordo che NON preveda misure strutturali  tipo quota 100 o quota 41 e già arrivare a questi parametri costa veramente tanta sofferenza, considerando il tradimento dei precedenti governi nei nostri confronti, partivamo dai 35 anni poi i 40, e considerando che bisogna mettere un tetto dignitoso all’età pensionabile per tutelare le generazioni future.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:32): Tornando alla manifestazione di Bologna, importanti sono le parole di Rizzo del gruppo Online che l'ha organizzata principalmente per capire quli novità per le pensioni vuole ottenere facendo riferimento anche alle ultime notizie e ultimissime:

Che dire, dalla maggioranza non traspare nessuna volontà di portare avanti provvedimenti strutturali.                  
Gli unici provvedimenti che avrebbero un senso logico per noi e per il paese sono quota 100 o quota 41 ed un segnale che andrebbe dato subito, se ci fosse un minimo di volontà nell’affrontare seriamente la questione, sarebbe togliere da subito l’aspettativa di vita,  rivelatosi falso ed infondato l’aumento della vita media calcolato su tabelle obsolete di più di 100 anni fa.
Per quanto riguarda la situazione di questo paese, la drammaticità esplode in tutto e per tutto, cifre indicative:
-  due milioni di persone anziane bloccate sul lavoro, gli stessi imprenditori vogliono il ricambio generazionale ed hanno dichiarato che posto il pensionamento degli anziani, il tasso di sostituzione potrebbe attestarsi al 30-40% , un minimo di 600.000 giovani al lavoro e non più disoccupati
- Un aumento impressionante degli  incidenti sul lavoro
- Le stesse famiglie con anziani al lavoro hanno figli disoccupati
- Centinaia di migliaia di famiglie hanno grandi problemi economici e/o di salute, esempio marito che non può badare alla moglie invalida poiché ancora al lavoro, teniamo conto che molte malattie non vengono considerate ai fini dell’invalidità retribuita e/o come L.104 permessi sul lavoro
(non più tardi di due giorni fa mi ha telefonato un’iscritta , 60 anni di età, con un problema di ernia iatale grave debilitante ma non riconosciuta dall’Inps come causa d’invalidità e figlia disoccupata).
- I giovani non hanno più alcuna fiducia nello Stato , nella politica, non seguono i consigli degli anziani colpevoli secondo loro della situazione del paese,ed ancora di più non si organizzano per ribellarsi alla schiavitù loro imposta a livello di libertà di espressione da questa dittatura, ed alla schiavitù sul luogo di lavoro da una classe di imprenditori solo in parte scusati dallo strozzinaggio imposto da una tassazione esorbitante e da una burocrazia che rende quasi impossibile nuove iniziative imprenditoriali.
Chi può emigra, e non tornerà più, aggiungendo dramma al dramma nelle famiglie.
Non sono consapevoli che solo loro possono dare una svolta a questo paese.


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:08): Continuano ad arrivare nuove regole e per quanto riguarda le novità per le pensioni sia in termini positivi che con vincoli da ultime notizie e ultimissime certe dopo aver visto alcuen bozze e documenti, mentre ricordiamo che domani ci saraà la manifestazione a Bologna dei Gruppi Online sempre per le novità per le pensioni.
Iniziamo con alcune novità per le pensioni che poi man mano aggiungeremo. Diciamo subito che rendono la situazione ancora più complessa o, comunque, non tutte di facile interpretazione e applicabilità.

- pensioni novità mini pensioni c'è un limite inferiore di 700-800 euro netti su cui la pensione dopo i tagli non deve scendere questo significa intorno agli 800-900 euro lordi. Quindi se il massimo è 1500 euro lordo, il limite inferiore è circa 800-900 euro lordi.
- pensioni novità mini pensioni onerose si può continuare a svogere una occupazione, ma che deve esere limitata e ridotta nelle ore, questo per aumentare la pensione finale
- pensioni novità mini pensioni sono reintrodotte le detrazioni in dichiarazione dei redditi anche se c'è stato il tetto del 4.6% e 4.7% che potrebbero rendere ancora con minori costi le mini pensioni per i cittadini

Per protestare contro le attuali norme pensionistiche e rilanciare con richieste di ulteriori novità per le pensioni che siano positive per tutti, una quota 41 per tutti i precoci e novità per le pensioni specifiche per gli usuranti, il gruppo Giovani, Lavoro, Pensione di Franco Rizzo ha organizzato per domani, sabato 22 ottobre, a Bologna una nuova manifestazione che prenderà il via alle 10:30, e fino alle 18, in Via Indipendenza, e in discussione ci saranno le diverse e tante questioni previdenziali. Alle 15.30, poi, è stata organizzata una conferenza in Via San Mamolo, 24, sul no al voto costituzionale in programma il 4 dicembre. Rizzo si prepara a ribadire soprattutto la necessità della quota 41 per tutti i precoci, abbandonando tutti i paletti e le condizioni poste attualmente dalla maggioranza per le novità per le pensioni che si intende inserire nel nuovo testo unico.

Secondo Rizzo, infatti, le recenti novità per le pensioni presentate dalla maggioranza non sono vantaggiose e utili né per il rilancio dell’occupazione giovanile né per sostenere e tutelare quelle categorie di lavoratori come precoci e usuranti che sono stati fortemente penalizzati dall’entrata in vigore della attuali regole previdenziali. E’ necessario rivedere le norme che regolano l’attuale sistema previdenziale perché, soprattutto alla luce delle ultime notizie su andamento dell’occupazione giovanile ancora decisamente negativo e delle ultime notizie su continui incidenti e morti sul lavoro, bisogna risolvere le condizioni di tutti quei lavoratori in avanti con l’età per cui risulta difficile, e talvolta impossibile, continuare a lavorare, e di tutti i giovani che oggi si trovano completamente chiuse le porte del mondo occupazionale e, di conseguenza, non hanno possibilità di costruirsi un futuro pensionistico.

Ciò che serve, secondo Rizzo, è investire i soldi disponibili in novità per le pensioni più importanti e profonde, rivedendo anche le attuali novità messe a punto, piuttosto che continuare ad impiegarli in altri provvedimenti. Anche Giulia Molinaro, tra le fondatrici del gruppo online per il contributivo donna, e Brigida Cristina Ardito, amministratrice insieme a Franco Rizzo del gruppo online Giovani, Lavoro, Pensione ex Lavoratori, sono piuttosto critiche nei confronti di mini pensione e quota 41 come sono state messe a punto da maggioranza e forze sociali e oltre a richiedere modifiche della quota 41 e novità per le pensioni, in generale, positive per tutti e definitive, protestano anche contro il no alla proroga del contributivo donna, bloccato dai tecnici dell'Economia nonostante la disposnibilità di soldi, ma cui, secondo le ultime notizie, sembrerebbe aver aperto il presidente del Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio, che ha parlato della necessità di usare i soldi disponibili per il contributivo donna e per un suo rinvio almeno per il 2016.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il