BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 lo stesso Governo Renzi si contraddice su regole molte importanti

Le diverse posizioni del governo su funzionamento e dettagli delle novità per le pensioni: ancora divergenze su mini pensione e quota 41




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:41):  E poi, ci sono le regole non ancora decise, sulle quali si aspettano le ultime notizie e ultimissime, ma se non sono chiare nè quelle sul calcolo, o comunque vengono messe in dubbio, nè su alcuni paletti fondamentali come chi paga l'assicurazione in caso di pre-morienza tutto per le novità per le pensioni diventa più difficile.E sembra da indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime non si è trovato ancora accordo per le novità per le pensioni nè con assicurazioni nè con isitituti di credito.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:34): Ritornando al calcolo delle mini pensioni, fa specie che dopo atti ufficiali sulle novità per le pensioni come il comunicato del CDM dove si spiega che l'onere sarà tra il 4.5%-4.7% e comprenderà tutto, il Ministro dell'Economia invittato ad una trasmissione tv confermi un calcolo basato su penalità+interessi+assicurazione costi sul cittadino contrario a tutte ke ultime notizie e ultimissime pure quelle ufficiali come appena riportato due righe sopra.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:38): Non solo il calcolo pare assolutamente differente per le novità per le pensioni, che può essere anche un refuso, strano ma sempre  possibile, ma anche sul funzionamento e non su cose secondarie ma molto importante come l'assicurazione dove nelle ultime notizie e ultimissime le posizioni sono differenti. Se lo stesso responsabile del Dicastero dell'Economia parla di una assicurazione dove per le mini pensioni devo pagare gli eredi, mentre chi sta facendo le novità per le pensioni continuare a dire di no, c'è qualcosa che non va e non di poco conto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:47): E' come se ci fosse uno scontro interno che ancora rimane tra chi vuole le novità per le pensioni almeno per fare un primo passo e chi, invece, ne farebbe volontieri a meno e visto che, ormai, sono state "concesse" vuole porre più vincoli possibili. E d'altra parte anche come vengono presentate le stesse novità per le pensioni nel Governo Renzi mette in confusione come è capitato nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:47):  Il fatto che ci fosse uno scontro tra fare o meno delle novità per le pensioni e quali anche fare lo si sapeva nelle idniscrezioni delle ultime notizie e ultimissime. Ora ha fatto parecchio rumore che anche sugli stessi metodi sui si dovrebbe dovuto trovare un accordo, anche in occasioni pubbliche, i vari esponenti dicono cose diverse e differenti. Come il caso del calcolo o dell'assicurazione. E chi lo dice sono autorità importanti, se non fondamentali in quetsio iter.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:47): Che non tutti nella maggioranza remino nella stessa direzione è noto da tempo. Il continua tira e molla sulle migliori novità per le pensioni è stato dovuto anche alla diversità di vedute. Ma questa volta sorprende quanto emerge dalle ultime e ultimissime notizie, secondo cui non c'è uniformità di pensiero sugli oneri che saranno applicati per chi smette anzitempo.

Sono state annunciate novità per le pensioni da inserire nel nuovo testo unico, tra mini pensione, quota 41, aumento delle pensioni base, cumulo gratuito di tutti i contributi previdenziali, ma sembra esserci ancora tanta confusione sulla definizione del loro funzionamento, con particolare riferimento a mini pensione e quota 41. E continuano ad esserci incertezze sulla rata di rimborso della mini pensione, pagamento dell’assicurazione, questione invalidità, tempi di partenza delle stesse mini pensioni e quota 41. Secondo le ultime notizie, la mini pensione dovrebbe partire dal primo maggio, ma ancora non si sa se dal primo maggio si potrà già lasciare anzitempo la propria occupazione con la mini pensione o se sarà il momento dal quale si potranno iniziare ad inviare le domande per la richiesta della mini pensione. Per quanto riguarda la quota 41, c’è chi dice che dovrebbe partire da gennaio e chi sostiene che partirà insieme alla mini pensione da maggio. Sono state definite le categorie di persone svantaggiate che potranno accedere a mini pensione e quota 41 senza oneri e che sarebbero coloro rimasti senza occupazione, malati gravi, disabili, lavoratori impegnati in occupazioni faticose, invalidi.

Ma, come confermano le ultime notizie, manca ancora la lista ufficiale delle nuove occupazioni da considerare faticose in modo da poter inquadrare i relativi lavoratori che lascerebbero anzitempo la propria occupazione a costo zero e solo qualche giorno fa le ultime notizie hanno chiarito i dubbi che circolavano sulla questione invalidità. Ci si chiedeva, infatti, se mini pensione e quota 41 fossero a costo zero per tutti gli invalidi o valessero solo da una determinata percentuale di invalidità in poi: stando alle ultime notizie rese note dai tecnici e dai primi testi ufficiali la mini pensione a costo zero varrà solo per i lavoratori con un'invalidità riconosciuta oltre il 74%. Potranno, dunque, chiedere la mini pensione senza oneri gli invalidi dal 75% in su che abbiano raggiunto 63 anni di età e 30 anni di contributi e la quota 41 se maturati i 41 anni di contributi a prescindere dall'età anagrafica e almeno 12 mesi entro il 19esimo anno di età.

Per gli invalidi con una percentuale di invalidità inferiore al 75% dovranno essere considerati agli oneri previsti per la mini pensione, con decurtazioni 20ennali sulla propria pensione finale. E questa decurtazione apre un’altra questione su cui il governo dice cose diverse: stando a quanto comunicato dai tecnici del Tesoro, la decurtazione complessiva con la mini pensione sulla pensione finale sarebbe del 20-25% al massimo, ma i tecnici della maggioranza hanno smentito questa alta percentuale, spiegando che la decisione di lasciare anzitempo la propria occupazione con la mini pensione prevede oneri del 4,5%-4,7%, compresi di rata di rimborso, interessi, assicurazione, per un totale decisamente inferiore al 20-25% nel caso in cui il lavoratore dovesse decidere di anticipare di tre anni la pensione finale. Cose diverse vengono sostenute anche in merito al pagamento dell’assicurazione: secondo i tecnici dell’Economia, il pagamento dell’assicurazione, così come degli altri costi, in caso di scomparsa del pensionato che ha chiesto la mini pensione, dovrebbe ricadere sugli eredi.

Ma i tecnici hanno prontamente smentito anche questa affermazione, dichiarando, come del resto riportano anche le ultime notizie, che in caso di premorienza del pensionato che ha lasciato anzitempo la propria occupazione con la mini pensione, assicurazioni e altri costi verrebbero coperti dallo Stato. In relazione alla questione del pagamento dell’assicurazione, è chiaro che sul contratto di assicurazione tutto dipenderà da come sarà scritto, ma considerando che è sempre stato detto che i costi sarebbero stati a carico dello Stato, e nonostante questo si è sempre detto che la mini pensione non sarebbe comunque una novità per le pensioni conveniente, se davvero dovesse ricadere sugli eredi sarebbe un motivo in più per non richiederla, rischiando di diventare realmente un flop. Se, dunque, sembrano essere state definite quanto meno le linee guida delle novità per le pensioni da inserire nel testo unico, mancano certamente i dettagli dei loro funzionamenti che potrebbero fare decisamente la differenza nella valutazione di una loro convenienza, o meno. E da questo quadro generale si evince in maniera fin troppo chiara quanto confusione ancora regni sulle novità per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il