Pensioni ultime notizie a giovedý su tutti, precoci, usuranti al di lÓ strategia da Calenda, Rossi

Prospettive e possibilitÓ di cambiamenti per attuali norme pensionistiche e novitÓ per le pensioni in discussione e posizioni Calenda e Rossi

Pensioni ultime notizie a giovedý su tut


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): E così anche le opposizioni interne sembrano non avere la forza di contrastare questa strategia nononostante nelle ultime notizie e ultimissime hanno da un punto di vista sempre puntato alle novità per le pensioni, dall'altro a far sentire la propria forza e consapevolezza su alcuni temi come quello delle novità per le pensioni più di sinistra.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:15): Così come la strategia per il momento almeno, dell'opposizione di Rossi sembra fare acqua e non riuscire ad ottenere come opposizione interna quello che si era definito prioritario ad esempio sulle novità per le pensioni come quota 100 che lo stesso Rossi insieme a diversi importante esponenenti regionali e locali voleva portare avanti. Ma le difficoltà dell'opposizione al momento non sono solo queste e riempiono loro malgrado le ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:35): Calenda, comunque, nelle ultime notizie e ultimissime ha sempre detto che le novità per le pensioni non erano fondamentali ora, ma lo erano, invece, gli investimenti e quetso sua strategia vincente è avvenuta e nelle decisioni finora conseguite si è pienamente rilevata vincente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): E anche altre vie attraverso cui si può e si deve creare novità per le pensioni come i provvedimenti sul mercato libero di cui il responsabile è Calenda sono, nonostante ci siano già buone idee per tutti, forse anche meglio delle attuali novità per le pensioni in formazione, fermi sia perchè lo stesso ha dato che al momento non sono prioritarie, pur ribadendone proprio nelle ultime notizie e ultimissime comunquen una certa importanza, sia perchè come tutti gli altri iter al momento è fermo, bloccato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:01): Una delle preoccupazioni importanti è che tutte le iniziative per le novità per le pensioni e di sostegno per chi, ad esempio senza pensione e occupazione, dalle divese regioni e comuni rischiano di essere bloccate se non cancellate per l'alto rosso che c'è in questo momento come denunciato ancora una volta dalle ultime notizie e ultimissime. E queste novità per le pensioni non sono affatto da sottovalutare vista l'importanza che hanno nel momento in cui, tranne sorprese, stanno finendo i sostegni tradizionali.

Le attuali norme pensionistiche, che tanto si chiede di modificare, possono essere sostituite con due strade, attraverso il Ddl concorrenza, che al momento è bloccato per via del voto costituzionale in programma il prossimo 4 dicembre, o anche attraverso le iniziative di Comuni e Regioni, che però a causa dei loro conti in rosso si ritrovano oggi decisamente in crisi. Si tratta di interventi che potrebbero essere favorevoli per tutti, con particolare attenzione a lavoratori precoci e usuranti. Il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ben soddisfatto delle misure inserite nel nuovo testo unico per rilancio di investimenti e misure per le imprese, spinge sulla ripresa del Ddl Concorrenza, bloccato per ora perché si è preferito concentrarsi sul voto costituzionale che si terrà a dicembre, esattamente come sono stati bloccati anche altri provvedimenti tra Montecitorio e Palazzo Madama. Il Ddl Concorrenza prevede, tra le altre misure, anche una novità per anticipare l’età pensionabile.

Secondo quanto riportato dalle ultime notizie, il Ddl Concorrenza prevederebbe una regola pensionistica per l’anticipo dell’età pensionabile per chi aderisce ai fondi privati. Si tratta, in realtà, della maggior parte dei lavoratori, che se dovessero rimanere senza occupazione da lungo tempo, potrebbero accedere prima alla pensione finale, attraverso il riscatto di quanto versato fino al momento pensionabile dal proprio fondo. Ma sarebbero in ballo anche ulteriori novità, come i sistemi già in vigore in Inghilterra, dove si può riscattare il proprio fondo prima del raggiungimento della normale età pensionabile, decidendo di andare in pensione a 57, 58 anni chiedendo una rendita annuale sulla base di quanto versato fino al momento della pensione, ovviamente in base alla convenienza della somma che il lavoratore percepirebbe. La norma appena citata rappresenta, dunque, già un’opportunità per andare in pensione prima, già messa a punto prima delle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, e comunque ugualmente limitata. Le recenti novità per le pensioni, infatti, non sono universali per tutti, prevedono molte condizioni e paletti e quindi non sarebbero fondamentalmente migliori di altre regole già citate per anticipare l’età pensionabile.

Dal canto suo, anche Enrico Rossi, governatore della Toscana, è da sempre un sostenitore dell’attuazione di novità per le pensioni che, tra l’altro, nella sua regione ha già avviato, anticipando, per esempio, rispetto allo Stato, il piano di rimborso ai pensionati cui non è stati corrisposto l’aumento dovuto, a causa di una norma inserita nelle attuali regole pensionistiche. Ma lo stesso Rossi, che fa parte del direttivo delle Regioni, ha evidenziato come i recenti problemi di conti in rosso di Comuni e Regioni potrebbero mettere a rischio anche la continuazione di iniziative sociali e novità per le pensioni che sono già state approvate. Stando, infatti, alle ultime notizie, i conti delle Regioni e quelli dei Comuni sarebbero in profondo rosso e questo potrebbe portare all’impossibilità di continuare a mantenere aiuti locali che sono già stati approvati.

Per citare qualche esempio, Comune di Trento, Molise, Lombardia, e Puglia hanno già dato il via all’assegno universale; mentre in Regioni come Piemonte, Calabria, Sicilia, sono state già approvate novità per le pensioni con quota 100 e mini pensione, soprattutto per permettere ai lavoratori in esubero delle stesse Regioni di lasciare anzitempo la propria occupazione con conseguenti nuovi impieghi per i più giovani. Si tratta, dunque, di primi passi verso importanti cambiamenti pensionistici su cui la maggioranza continua a temporeggiare e a rimandare e ne è un esempio quanto fatto attualmente per le novità per le pensioni con mini pensione e quota 41 per i precoci che, però, più che come vere e proprie novità per le pensioni sembrano misure assistenziali per le persone più svantaggiate. Comuni e Regioni, secondo le ultime notizie, per ristabilire i propri conti potrebbero chiedere nuovi soldi allo Stato centrale che per risanare le casse comunali e regioni potrebbero tagliare soldi da altri provvedimenti. E si creerebbe un nuovo circolo di investimenti di soldi in alcuni interventi a scapito di altri.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il