BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 41 come fare domanda, chi può e quando con regole ufficiali

Le regole ufficiali di accesso ed entrata in vigore della novità per le pensioni di quota 41: come funziona e per chi varrà




Con l'arrivo dei primi testi ufficiali sulle novità per le pensioni da approvare entro la fine dell'anno nel nuovo testo unico, arrivano anche ultime notizie su regole ufficiali per la pensione anticipata con la quota 41. Stando alle ultime e ultimissime notizie, potranno accedere alla quota 41 tutti i lavoratori che sono entrati nel mondo occupazionale fin da giovanissimi, cioè a 14-15 anni, che abbiano maturato entro il 19esimo anno di età almeno 12 mesi di contributi, anche non continuativi, e che si ritrovino in condizioni di difficoltà, che siano cioè rimasti senza occupazione e che abbiano esaurito del tutto i sussidi di disoccupazione spettanti da almeno tre mesi; o siano invalidi, con una percentuale di invalidità pari o superiore al 74%, o malati gravi o che assistano al momento della richiesta, da almeno sei mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap o malattie rientranti nella legge 104/1992; o che siano impiegati in occupazioni faticose.

Per quest'ultima categorie di professioni è stata stilata una nuova lista di attività da considerare faticose che comprendono maestre d’asilo; infermiere e ostetriche; spazzini; facchini; addetti alle pulizie; lavoratori edili, dell’industria estrattiva e della manutenzione degli edifici; conciatori di pelli e di pellicce; macchinisti e personale viaggiante ferroviario; autisti di mezzi pesanti e camion; conduttori di gru, di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni; addetti all'assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza.

Per poter accedere alla quota 41, nel caso di lavoratori impiegati in occupazioni faticose, bisognerà aver svolto tale occupazione per almeno sei anni e aver maturato almeno 36 anni di contributi. Per quanto riguarda poi modifiche dell'adeguamento all'aspettativa di vita, le novità per le pensioni attuali non prevedono alcun cambiamento, per cui dal prossimo 2019 età anagrafica e requisiti contributivi di pensionamento subiranno un nuovo scatto. Stando, però, alle ultime e ultimissime notizie, secondo alcune fonti, si lavorerà per modificare il meccanismo di adeguamento alla speranza di vita dei lavoratori entrati prestissimo nel mondo occupazionale. Si potrà andare in pensione anticipata con la quota 41 a partire dal primo maggio 2017 e non dal primo gennaio 2017, e potrà essere richiesta dai lavoratori che abbiano maturato la loro anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, cioè i lavoratori che calcolano la pensione finale con sistema misto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il