BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie falsa chiarezza voluta e ben studiata in atti depositati da Fornero, Boeri

Le ultime posizioni e critiche mossa ad oggi venerdì da ex ministro Fornero e presidente Boeri su recenti novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:19)
Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:19)
Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:19)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:12):  E tra le mancanze sulle novità per le pensioni negli atti davvero fondamentali il principale è la mancata definizione nero su bianco dei tassi di interesse coem confermano le ultime notizie e ultimissime. Senza di questo non si può capire nulla della bontà o meno di questa novità per le pensioni e il peggio che nero su bianco non sono mai stati messi finora e anzi c'è scritto chiaramente che saranno decisi solo in un secondo momento indipendente e non questo che va ad iniziare in Aula. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:12):  Andando oltre alle critiche che abbiamo visto essere state fatte sulle novità per le pensioni nelle ultime notizie e ultimissime, pochi finora hanno sottolineato come gli atti finalmente depositati sembrano chiari, o aver fatto chiarezza diciamo emglio su tutte le condizioni per mini pensioni, quota 41, ma in realtà mostrano soprattutto per le novità per le pensioni riguardanti le mini pensioni onerose e le mini pensioni non onerose "buchi" davvero significativi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:23): Una revisione delle pensioni più ricche, ma reale non come quella fatta finora e poi tolta, per un rilancio reale delle novità per le pensioni è ed era necessaria per ambedue, ma solo di quelle davvero ricche come si evince della affermazioni delle ultime notizie e ultimissime. E poi con questi denari recuperati si sarebbe potuto studiare differenti metodi tra cui il più condiviso anche dagli stessi tecnici pur con delle differenze tra i sistemi per le novità per le pensioni risulta essere ancora quota 100. Ma non solo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:47): E sempre a livello di numeri anche per le cosidette vere novità per le pensioni per smettere anzitempo non risolvono davvero errori e problemi permettendo di farlo a 50mila o 70mila persone ma si creano nuovi privilegi e potenziali errori senza una visione di insieme struttuturale coemd a tempo si chiede nelle ultime notizie e ultimissime anche da chi sta avendo un ruolo principale nelle decisioni per le novità per le pensioni ma che è chiaramente frenato, così come la sua squadra di tecnici

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:11):  I problemi stanno come detto sia per i numeri che per i contenuti per le novità per le pensioni, due elementi che chiaramente si intrecciano e sono evidenti nelle ultime notizie e ultimissime. Il primo aspetto è che tutto o quasi si è dato per la crescita delle pensioni inferiori ed è quello che causa le critiche peggiori di ambedue. Vi poteva essere un miglioramento, ma non adesso e non senza prima una revisione delle pensioni degli esponenti pubblici e di chi le ha molto alte, anzi questi sistemi, per poco che erano in vigore, sono stati pure bloccati. E con novità per pensioni che riguardassero e controllassero l'intero ambito familiare e non date a pioggia. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:07):  Sono al centro dell'attenzione le novità per le pensioni seppur saranno molto limitate in tutti i sensi sia a livello di numeri che di contenuti quelli riguardanti le novità per le pensioni stesse per smettere anzitempo ma secondo chi si è occupato e chi si occupa ancora o dovrebbe farlo, se non fosse che ogni sua esternazione come confermano le ultime notizie e ultimissime viene ormai quasi di prasssi rispedita al mittente, faranno più danni che altro e non sistemaranno nulla, anzi...gli errori e i problemi continueranno e proabibilmente anche maggiori di prima. 

Continuano ad essere critiche le posizioni dell’ex ministro del Lavoro Fornero sulle novità per le pensioni, soprattutto di mini pensione e quota 41, che la maggioranza sta portando avanti per modificare le attuali regole pensionistiche che lei stessa ha messo a punto. Stando alle ultime notizie, non certo nuove, la Fornero ritiene che le ultime novità per le pensioni messe a punto non risolvano poi il problema della revisione delle attuali norme come dovrebbero. E ha considerato le stesse novità, da una parte, ben fatte e proponibili rispetta alle attuali regole pensionistiche che, ammette, sono effettivamente rigide, tornando a spiegare che, però, sono state elaborate in un tempo rapido e in eccezionali contingenze che hanno costretto a definire provvedimenti così rigidi come attualmente risultano; dall’altra, però, che suscitano perplessità e che rischiano di creare nuovo debito, il che significherebbe portare ulteriori peggioramenti dell’attuale situazione economica italiana e creare ulteriori squilibri con le nuove generazioni.

Il motivo, come spiegato dalla Fornero, per cui l’Italia oggi si ritrova in questa perdurante situazione di crisi è proprio quello derivante da una crescita abnorme del debito, che è stato sempre lasciato e rimandato alle future generazione, fino al risultato della vita attuale. Come riportano le ultime notizie, sull’aumento delle pensioni base, la Fornero si dice d’accordo con la misura in generale, meno con l’intenzione di concedere a tutti gli aumenti perché, esattamente come già spiegato dal presidente dell’Istituto di Previdenza Boeri, rischierebbero di creare ulteriori squilibri sociali perché mancano criteri precisi in base a cui concedere tali aumenti. E, come già emerso dalle critiche mossa da Boeri, si rischia di dare soldi anche a chi non ne ha realmente bisogno, sprecando risorse e penalizzando chi, al contrario, vive in condizioni di grande indigenza.

Lo stesso Boeri ha più volte sottolineato, come riportano le ultime notizie, che se si fornisce assistenza a chi non ne ha bisogno, inevitabilmente si creano ulteriori privilegi che, invece, devono essere cancellati, in modo da rimettere in equilibrio il nostro sistema previdenziale. Boeri, però, ha mosso critiche anche nei confronti di mini pensione e quota 41 che, a suo dire, potrebbero rappresentare un ulteriore spreco di soldi da parte della maggioranza, sottolineandone il carattere limitato, ristretto, con troppi paletti e che non sarebbero utili per il rilancio dell’occupazione giovanile perché più che porsi come vere e proprie novità per le pensioni si propongono quasi come misure assistenziali per il sostegno alle persone che si trovano in condizioni più disagiate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il