BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Ape: come funziona, criteri, requisiti

A partire dal 2017 chi ha compiuto 63 di età potrà andare in pensione in anticipo aderendo volontariamente all'APE, il nuovo progetto sperimentale studiato dal Governo sul fronte della previdenza pubblica.




Cosa è l'Ape
L'acronimo APE sta per Anticipo PEnsionistico. In pratica, a livello finanziario, si tratta di un Prestito Pensionistico, visto che per chi vorrà aderire a questo nuovo progetto (inserito all'interno della legge di Stabilità del 2017) dovrà prendere un prestito che sarà erogato da banche ed assicurazioni attraverso l'INPS, che verserà al richiedente una somma economica mensile calcolata sulla stima della futura pensione. Trattandosi di un progetto sperimentale, inizialmente l'APE resterà attivo per due anni e, a seconda dei risultati della sperimentazione, potrà essere prorogato nel 2018.

I requisiti per richiedere l’Ape
Potranno richiedere l'APE tutte le persone che il 1° maggio 2017 avranno un'età di almeno 63 anni. Al momento della domanda i lavoratori dipendenti, autonomi e parasubordinati dovranno aver accumulato almeno 35 anni di contributi, mentre per chi è disoccupato basteranno 30 anni di contributi versati. La durata massima dell'APE è 3 anni e 7 mesi.

Come funziona l’Ape
Chi aderisce all'APE avrà diritto al Prestito Pensionistico che sarà erogato mensilmente dall'INPS, con l'ente previdenziale che farà solo da tramite tra il pensionato e l'ente finanziatore (che possono essere banche ed assicurazioni). Oltre a richiedere al prestito, chi sceglie di aderire all'APE dovrà attivare un’assicurazione sulla vita con una compagnia assicuratrice, di modo da tutelare non solo chi eroga il prestito, ma anche gli eredi che non perderanno l'eventuale pensione di reversibilità. Il prestito sarà restituito dal pensionato all'INPS con rate di ammortamento costanti che saranno scalate mensilmente dalla pensione. Il prelievo necessario al rimborso completo del capitale e degli interessi avrà una durata di 20 anni.

Come richiedere l’Ape
Sarà necessario presentare una doppia domanda all’INPS per poter richiedere l'APE. La prima domanda servirà per ottenere la certificazione di "diritto all’Ape", mentre la seconda permetterà al richiedente di procedere con l'attivazione di un "anticipo finanziario a garanzia pensionistica". Contemporaneamente dovrà essere presentata anche la domanda di pensione vera e propria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il