BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Terremoto martedì Roma, Bologna, Napoli Marche, Abruzzo, Molise, Lazio, Campania oggi 1 Novembre stamattina aggiornamenti

Sono tante le domande che ci vengono in mente in questi momenti, soprattutto visto che la trema in Centro Italia trema da ormai 2 mesi.




AGGIORNAMENTO: Una nuova scossa questa mattina si è sentita anche a Roma oltre che nella Marche, Molise, Abruzzo e in altre parte del Lazio alle ore 8.57. Non si conosce esattemente ancora la forza, la magnitudo e l'epicentro, ma si è sentita davvero in dievrse parti d'Italia come tetsimoniano i messaggi online. Vi terremmo aggiornati in tempo reale come sempre e vi daremo subito i dati

La nuova scossa di terremoto di oggi 30 Ottobre 2016 avvenuta alle 7.41, di un’intensità mai sentita negli ultimi 36 anni, ha messo alla dura prova, di nuovo, gli abitanti del centro Italia in particolare quelli di Norcia, epicentro del terremoto, e dei paesi limitrofi.

Per fortuna, al contrario di quanto avvenuto nei mesi precedenti, non si contano vittime, solo qualche decina di feriti fa sapere la protezione civile.

Erano 36 anni, dopo Irpinia, che non si registrava in Italia un terremoto così violento. Come scritto nessun morto, ma sono oltre centomila gli sfollati a cui il premier Renzi ha promesso sin da subito ospitalità negli alberghi, soprattutto quelli della riviera adriatica. Trenitalia, a Foligno, ha messo a disposizione 420 posti letto su un suo convoglio con cuccette.

Da questa mattina sono state oltre 60 le scosse, alcune ancora sopra il magnitudo 4.0.

I danni, al contrario sono tantissimi. Soprattutto strade ed edifici dei centri storici e monumenti. Per questo la protezione civile ha chiesto di non usare l’auto verso le zone colpite, in quanto è già molto difficile muoversi con i detriti sulle strade, asfalto rialzato se non strade completamente franate.

Si può prevedere il terremoto? Come sappiamo la risposta scientifica è no, ed in effetti è così, ma proprio ieri gli studiosi avevo identificato la zona come possibile area che sarebbe stata coinvolta da altre forti scosse di assestamento, anche se nessuno in realtà avrebbe creduto, che quella di oggi sarebbe stata la più violenta tra quelle registrate da Agosto ad oggi. Massima allerta rimane ancora a Nord di queste zone dove si potrebbero registrare altre forti scosse di assestamento.

Cosa si deve fare quando c’è un terremoto? Se si è dentro un edificio ripararsi sotto un tavolo o sotto l’architrave di una porta che fa parte di un muro maestro, per semplificare dobbiamo trovare una porta all’interno di un muro spesso dell’edificio.
Se si è all’aperto allontanarsi da qualsiasi edificio e palo di corrente elefonico ma anche alberi.

Cosa non si deve fare in caso di terremoto? La lista in questo caso è molto più lunga: non usare né scale né ascensori. Se si è dentro un edificio non tentare di uscire. Non sostare vicino agli edifici, potrebbero cadere tegole o intonaci. E una volta terminato il terremoto non intasare le linee telefoniche per sentire i propri cari o le strade per cercare di scappare o raggiungere le zone colpite. Utilizzare piuttosto i social media per contattare i propri cari.

Perché è successo il terremoto? Quanto dureranno i terremoti che coinvolgono il Centro Italia? E’ difficile dirlo, soprattutto perché si tratta di un distaccamento di una grande falda (più precisamente un crollo) e l’assestamento potrà durare ancora mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Lorenzo Pascucci
pubblicato il