BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie reali novità intenzioni Governo Renzi si capiscono da cifre e numeri per novità mini pensioni, quota 41

Numeri e cifre reali per novità per le pensioni e non solo e dimostrazione della strategia di lavoro del governo: a chi e cosa punta




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:24): La preoccupazione maggiore sembra sempre quella di trovare denaro per le novità per le pensioni o a per i sostegni, ma a pioggia, senza un quadro generale di insieme di finalità che sarebbero fondamentali. E così c'è il bonus per i giovani, per la mamme e tanti altri ma tutti di 100-200 milioni di euro, perchè non unirli insieme e ridisegnarli con le novità per le pensioni, tanto è vero che la separazione tra pensioni e sostegno sembra essere quella dove tutti convergono nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:51): Ed è altresi chiaro che anche il blocco al Fondo Indigenza non può far bene alle novità per le pensioni viste in modo allargato anche per una forma di sostegno quando ci si trova anche senza occupazione come confermato dalle ultime notizie e ultimissi. E il blocco è stato di 1,5 miliardi che doveva essere aumentato di anno in anno fino ad arrivare a 10 miliardi in cinque anni per iniziare le novità per le pensioni legate soprattutto per 50-60enni che si trovano in un limbo per poi man mano essere allargato a tutti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:10): Si può continuare con l'analisi dei numeri e delle cifre analizzando gli 800 milioni che sono usciti a sorpresa rispetto alle ultime notizie e ultimissime che vedevano solo 100 milioni per gli istituti e le grandi aziende, ma soprattutto per i primi. Per i normali cittadini il denaro per le novità per le pensioni, per molte meno persone, non c'è mai.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:09) Cerchiamo di analizzare con i numeri e le cifre, dunque, in maniera oggettiva le novità per le pensioni. Numeri e cifre che salvo sorprese, ma che ci possono sempre essere, non dovrebbe essere cambiate ma rimanere come sono stati avanzati nelle ultime notizie e ultimissime.

- pensioni novità mini pensioni con oneri 76 milioni di euro
- pensioni novità mini pensioni senza oneri 300 milioni di euro
- pensioni novità quota 41 con 350 milioni.

Con questi numeri dove si vuole andare, quali novità per le pensioni si vogliono realmente e concretamente portare avanti? E non è finita per capire davvero le intenzioni del Governo Renzi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:17): Ci possono essere opinioni e considerazioni differenti su tutto, ma soprattutto sulle novità per le pensioni un tema centrale nelle ultime notizie e ultimissime. Ma accanto a questi ci sono dei numeri e delle cifre che permettono di capire davvero cosa sta facendo e dove vuole arrivare almeno per ora il Governo Renzi

Sette miliardi di euro destinati all’attuazione delle novità per le pensioni messe a punto dalla maggioranza per i prossimi 3 anni, con una divisione dello stesso budget anno per anno, però, ancora incerta. Stando alle ultime notizie, 1,1 miliardi di euro, la parte più consistente dell’investimento pensionistico, dovrebbero essere destinati all’aumento delle pensioni base, una misura che interesserà 1,2 milioni di pensionati, che sommati a quei 2,1 milioni di pensionati che già usufruiscono degli aumenti estendono a ben 3,3 milioni la platea di pensionati che potrà beneficiare degli aumenti per le pensioni inferiori; 300 milioni, stando alle ultime e ultimissime notizie, saranno impiegati per la mini pensione e quota 41, in vigore da maggior 2017 e fino al 31 dicembre 2018 quando la maggioranza stessa verificherà l'andamento della sperimentazione della mini pensione per il primo anno e i soldi impiegati per poi decidere se portarla avanti, o meno; e 100 milioni di euro per il cumulo gratis di tutti i propri contributi previdenziali, una cifra complessiva, dunque, decisamente inferiore per mini pensione e quota 41 rispetto a quella che avevamo immaginato, 800 milioni in tutto, tra 500 milioni per le mini pensioni e 300 per la quota 41.

Si è deciso, dunque, di investire meno nelle novità per le pensioni e di attendere l’esito del primo anno di sperimentazione della stessa mini pensione per decidere se prorogarla, favorendo l’impiego di più soldi in altri provvedimenti. Secondo le ultime notizie, infatti, dopo le misure già rese note qualche giorno fa di soldi per investimenti inaspettati per esempio per rilancio di investimenti e per misure per le imprese o per il nuovo incentivo alle famiglie e alla maternità, ecco arrivare una somma decisamente elevate, circa 700-800 milioni di euro per sostenere gli istituti di credito. Quest’ultima novità, insieme alle stesse novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, sono una dimostrazione di come il governo Renzi sia in realtà sostenendo il potere forte degli istituti di credito. Saranno questi stessi istituti a concedere ai lavoratori la mini pensione, incassando i relativi interessi che ancora però devono essere stabiliti ma che, stando alle ultime notizie, non potranno essere troppo bassi, perché altrimenti agli stessi istituti non converrebbe il coinvolgimento nel meccanismo delle mini pensioni.

E questo punto sta creando non pochi timori sull’entità dei tassi di interesse che saranno calcolati sulla rata di rimborso della mini pensione. E fronte di investimenti in novità per le pensioni come mini pensione e quota 41 che se avessero avuto più soldi a disposizione sarebbero state certamente meno limitate e ristrette di come attualmente formulate, sostenendo quel meccanismo di ricambio generazionale a lavoro, con alternanza di lavoratori più anziani e impiego di più giovani nei posti di lavoro lasciati liberi, importante per una nuovo slancio della stessa economica italiana attraverso l’occupazione, la cifra più cospicua del budget per le pensioni è stata utilizzata per aumentare le pensioni base. Come spiegato a inizio pezzo, si tratta di una novità per le pensioni che interesserà oltre 3 milioni di persone e questo numero fa ben comprendere il motivo per cui il governo abbia puntato su questa decisione: in vista, infatti, del prossimo voto in programma il 4 dicembre, questi 3 milioni di pensionati rappresentano una grande platea di potenziali elettori per il sì.

Si tratta, dunque, di una mossa strategica da parte del governo in vista del voto di dicembre. Del resto, come riportano le ultime e ultimissime notizie, la strategia di lavoro del governo sembra in questi ultimi mesi essere stata tutta improntata in prospettiva del voto di dicembre, per riuscire a conquistare nuovi consensi ed elettori in un clima di deciso calo di fiducia. Ma poiché, dalle stime, e date le condizioni stringenti poste, mini pensione e quota 41 non danno la certezza di una determinata platea di beneficiari ma non anticipano numeri eclatanti, allora si è preferito quasi andare sul sicuro e puntare tutto su quelle persone più anziane, già in pensione, che vivono con difficoltà perché percepiscono trattamenti pensionistici inferiori e che, secondo le idee di tanti, non si fanno troppe domande su voto di dicembre, conseguenze ed effetti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il