BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie venerdì tutti, usuranti, precoci strategia e connubio riuscito da Visco, Padoan

Le ultime posizioni di ministro Padoan e presidente Visco su ultime novità per le pensioni: divisioni e vantaggi per chi realmente




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:44): A questo punto, vedremo come avverranno queste trattative interne per le novità per le pensioni che sicuramente avranno i tecnici di ambo le parti, ma sarebbe interessante capire come si vocifera nelle ultime notizie e ultimissime, se parteciperanno anche le forze sociali.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:44):  Anche perchè proprio Visco aveva espresso in diverse affermazioni nelle ultime notizie e ultimissime diversi dubbi sulle novità per le pensioni in modo particolare su mini pensioni, mentre su quota 41 non ne aveva parlato, probabilmente, perchè non gli riguardava nessun onere

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:17): Proprio Padoan è stato l'unico ad aver detto pubblicamente sempre facebndo riferimento alle novità per le pensioni nelle ultime notizie e ultimissime che la polizza non era così scontato che sarebbe stata pagata dallo Stato e che si sarebbero dovuto vedere. Ed ecco qui, nulla nero su bianco, ma trattativa già decisa da farsi dopo in separata sede.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:44):  Tra l'altro è stato bloccato al momento sempre in questa ottica di connubio tra Visco e Padoan e sempre all'interno delle novità per le pensioni la certezza su chi deve pagare la polizza soprattutto nel caso di premorienza facendo aumentare i dubbi nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:22):  Infatti, dovrebbe aumentare il circolante e i depositi negli istituti con le novità per le spiegazioni sotto spiegate e anche questo è un ennesimo piccolo favore importante agli istiti per conti correnti, bonifici e ulteriori servizi come i restanti visti nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:04): E tra l'altro oltre a riuscire a soddisfare gli istituti, Padoan è riuscito ad ottenere dei risultati importanti per il consenso con le novità per le pensioni richieste dagli esponenti più importanti in ottica delle prossime urne con l'aumento delle pensioni inferiori che beneficierà anche seppur non in misura ecclatente come le precedenti ultime notizie e ultissime ancora una volta gli istituti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità mercoledì (AGGIORNAMENTO ore 14:37): Alla fine sono loro risultati i vincitori per le novità per le pensioni senza nessuna ombra di dubbio. Padoan è sempre stato al momento contrario, ma è riuscito a far passare dei meccanimi che possono aiutare gli istituti senza farli passare come aiuti di Stato, garantendo denaro fresco a tassi buoni e permettendo agli isituti stessi non solo di avere questo favore, ma anche di poter avere un aiuto per il bilancio con gli 800 milioni dati ad hoc per le novità per le pensioni solo per loro a sopresa confermati nelle ultime notizie e ultimissime.

Non è ai stato particolarmente favorevole all’approvazione di novità per le pensioni nel nostro paese il ministro dell’Economia Padoan per cui le ultime novità per le pensioni che la maggioranza sta portando avanti, soprattutto mini pensione e quota 41, rappresentano una sorta di vittoria. Il budget impiegato per l’attuazione di novità per le pensioni è di 7 miliardi per tre anni complessivi, con 300 milioni di euro per il primo anno per mini pensione e quota 41, a fronte di investimenti più cospicui, 13 miliardi di euro sempre per tre anni, per rilancio di investimenti e misure per le imprese ne sono chiara conferma. Altra vittoria da considerare, stando alle ultime e ultimissime notizie, sta nel fatto che anche le minori novità per le pensioni che la maggioranza sembra stai portando avanti, in realtà sono nulle. Il testo unico, infatti, al momento dell’approvazione finale, entro il 31 dicembre, conterrà solo gli annunci delle eventuali novità per le pensioni che dovranno entrare in vigore, ma nulla di ufficiale.

L’ufficialità dovrebbe arrivare solo dopo la pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale ed emanazione dei decreti della presidenza del Consiglio che dovranno definire regole ufficiali di funzionamento delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, criteri e tassi di interesse e copertura di assicurazione, previ accordi con associazioni degli istituti di credito e associazioni delle assicurazioni. Nulla dunque è ancora davvero deciso sulle pensioni ed chiaro come molto potrebbe ancora cambiare, tanto con eventuali miglioramenti, quanto anche con peggioramenti. Incertezza e confusione la fanno da padrone, dunque, mentre i cittadini continuano a dimostrarsi critici e il malcontento cresce, e l’unico vero beneficiario delle ultime novità pensioni di mini pensione e quota 41 sembrerebbe Ignazio Visco come presidente di Bankitalia.

Le ultime notizie ribadiscono che saranno gli istituti di credito a concedere la mini pensione al lavoratore che decide di lasciare anzitempo la propria occupazione e gli stessi lavoratori dovranno restituire quanto percepito in anticipo per 20 anni e con aumenti rispetto a quanto ricevuto visto il calcolo dei tassi che saranno applicati, da considerare. Il pagamento dei tassi di interesse porterà gli istituti di credito ad incassare nuovi soldi che potrebbero non essere pochi, considerando che gli stessi istituti a inizio discussione sulla modulazione della mini pensione avevano chiarito che i tassi di interesse non avrebbero potuto essere troppo bassi, altrimenti non sarebbe stato conveniente il loro coinvolgimento del sistema di erogazione della stessa mini pensione. Tutto dunque a loro favore, quando ci sarebbe stata anche l’alternativa dello Stato come erogatore della mini pensione e che, esattamente come gli istituti, avrebbe incassato i tassi di interesse, andando ad accrescere le risorse delle proprie casse evitando di pesare ancora una volta sui cittadini comuni con eventuali nuove tasse. Ma non è stata quest’ultima la strada scelta. E ci si chiede il perché.

A rendere ancor più complessa questa situazione, le ultime notizie sul nuovo piano di recupero soldi, che dovrebbero essere ben 100 milioni di euro, che dovrebbe colpire ben 4,5 milioni di comuni correntisti di Banco Popolare, Ubi e Unicredit. Si tratta di istituti in difficoltà che per recuperare i soldi necessari per coprirle hanno deciso di aumentare alcuni costi su conti correnti e altri prodotti finanziari, rendendo noto, come riportano le ultime e ultimissime notizie, che tutti i correntisti saranno messi al corrente di tali aumenti con lettere allegate o comprese negli estratti conto. Questa è solo l’ultima dimostrazione di come ogni problema del nostro Paese continui a dover essere risolto dai cittadini comuni. Solitamente infatti sono lavoratori e pensionati che vengono colpiti quando probabilmente ci si dovrebbe rendere conto che è arrivato il momento di colpire ‘i piani alti’ di tagliare in maniera seria i costi della politica, le pensioni più alte, gli assegni degli alti esponenti politici, in modo da ristabilire davvero quell’equità sociale tanto predicata ma ancora decisamente lontana dall’essere raggiunta.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il