BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 richieste da Forze Sociali in confronto e chiarimenti domani

Nuovo confronto su novità per le pensioni con le forze sociali: cosa aspettarsi tra chiarimenti e possibili ulteriori richieste di miglioramenti




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:15): Quella di domani è una giornata importante per capire se è possibile mettere in conto aggiustamenti nel quadro delle novità per le pensioni. Le forze sociali sono infatti attese dai gruppi competenti per un confronto istituzionale su quanto predisposto. E non servono le ultime e ultimissime notizie per comprendere come ci sia molto da chiarire.

E’ in programma per domani, venerdì 4, un nuovo confronto di esponenti e rappresentanti delle varie forze sociali con i diversi gruppi competenti e sarà l’occasione in cui si cercherà di capire se ci saranno ulteriori chiarimenti in merito al funzionamento delle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che la maggioranza sta portando avanti e se saranno avanzate nuove richieste di modifiche delle stesse novità per le pensioni. Le ultime notizie continuano a confermare una spaccatura all’interno delle stesse forze sociali, tra chi sostiene che non ci sono motivi per lamentarsi di quanto fatto dalla maggioranza in merito e chi invece sostiene che si tratta di un percorso ancora da completare, senza considerare i malcontenti per alcuni passi indietro fatti dalla stessa maggioranza rispetto agli iniziali annunci delle novità per le pensioni da inserire nel nuovo testo unico, e i rinvii delle regole ufficiali a fasi successivi e Dpcm di cui ancora non si conoscono i tempi di arrivo, il che rende tutto ancora più incerto.

L’incertezza riguarda del resto anche gli stessi miglioramenti che potrebbero essere presentati, soprattutto a causa delle ultime notizie che confermano tempi davvero brevi per presentazione, analisi e discussione dei singoli miglioramenti che in ogni caso sarebbero comunque minimi. Stando, infatti, alle ultime notizie, visti gli attuali documenti presentati, saranno ben pochi i miglioramenti che potranno essere attuati e le modifiche attese potrebbero riguardare solo l’eventuale aumento della soglia di reddito massimo di 1.500 euro per l’accesso alla mini pensione senza oneri; modifiche delle percentuali di invalidità o aumento dei periodi di malattia e disoccupazione, per la novità pensioni d  quota 41, l’unico miglioramento potrebbe essere l’allargamento delle professioni che possono accedervi senza oneri, abolendo i paletti attualmente previsti che restringono fortemente la platea di coloro che possono richiedere la quota 41.

Di certo c’è che dopo un primo confronto e una prima analisi nei Gruppi che si interessano dei singoli argomenti, dal gruppo ristretto per le pensioni al Gruppo finanze, i miglioramenti approderanno in Aula ma considerando che l’avvio dello stesso iter è stato ritardato di una settimana, è possibile che i tempi si dilatino di qualche giorno per consentire un esame relativamente più approfondito di eventuali miglioramenti presentati, anche alla luce delle ultime notizie secondo cui entro la fine del mese le discussioni sulle varie misure del nuovo testo unico, novità per le pensioni comprese, si bloccheranno in vista del voto costituzionale del 4 dicembre, per poi riprendere dal 5.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il