Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 da Bankitalia, Corte dei Conti e martedì Tesoro

Eventuali ulteriori spiegazioni e chiarimenti novità pensioni da Bankitalia, Tesoro, Corte dei Conti: cosa aspettarsi e prospettive

Pensioni ultime notizie su mini pensioni


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:45): Continuano a essere in chiaroscuro le valutazione sugli obiettivi fissati dalla maggioranza, in cui sono incluse anche le spese per introdurre tutte le novità per le pensioni elaborate  e adesso in via di esame da parte degli ouffici preposti. A far driflettere sono adesso le ultime e ultimissime notizie sulle perplessità della magistratura contabile addirittura sull'intererezza delle decisioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Sarà interessante vedere le relazioni della Corte dei Conti davanti Gruppo che si occupa del Budget così come quelle di Bankitalia e le reazioni, invece, ai tanti quesiti che immaginiamo arriveranno agli esponenti del Tesoro. Non è detto che ci saranno novità per le pensioni ma è da ricordare che i due primi soggetti di cui abbiamo parlato hanno espreso forti dubbi sulla bontà delle mini pensioni e quota 41 più volte e in più occasioni nelle ultime notizie e ultimissime.

Sono diversi gli appuntamenti in programma nei prossimi giorni da cui potrebbero arrivare eventuali nuove indicazioni su miglioramenti per le novità per le pensioni. Ben sappiamo, infatti, come confermano le ultime notizie, che il capitolo pensioni è ancora decisamente quasi tutto da scrivere, nonostante la maggioranza abbia già presentato novità per le pensioni, di mini pensione e quota 41, da inserire nel nuovo testo unico. Lunedì sono attese però nuove spiegazioni da affermazioni eventuali di Bankitalia, dai tecnici del Tesoro e dalla Corte dei Conti su cifre, conti, numeri e misure. E allora magari potrebbe essere reso noto qualche nuovo chiarimento in relazione alle novità per le pensioni, soprattutto collegate agli istituti di credito. Questi ultimi, infatti, come ben sappiamo, sono coinvolti nel meccanismo di pensione anticipata con mini pensione in quanto toccherà proprio a loro concedere la mini pensione erogata attraverso l’Istituto di Previdenza. E si tratta di un sistema che dovrebbe rivelarsi particolarmente vantaggioso per gli stessi istituti di credito che sulla mini pensione concessa al lavoratore che decidesse di lasciare anzitempo la propria occupazione incasseranno anche i rispettivi oneri fissati.

In particolare, gli istituti di credito erogheranno la mini pensione al lavoratore che dovrà restituirla con un piano 20ennale e calcolo degli oneri che saranno applicati e che quindi porteranno più soldi agli stessi istituti. Ma non si tratta dell’unico vantaggio concesso agli istituti di credito dalla maggioranza: dopo il via libera agli 800 milioni circa per favorire le pensioni per il proprio personale, come confermato dalle ultime notizie, si prepara un piano di riscossione di nuovi soldi, necessari per salvare buchi bancari, sempre a carico, ovviamente, dei cittadini. Si tratta di ben 100 milioni di euro che dovrebbero essere recuperati da circa 4,5 milioni di comuni correntisti di Banco Popolare, Ubi e Unicredit, istituti che aumenteranno alcuni costi legati ai propri prodotti finanziari e ai propri conti per recuperare appunto i 100 milioni di euro necessari. A fronte di questi aumenti, però, continuano ad essere fortemente osteggiati revisione e ricalcolo contributivo delle pensioni più ricche, meccanismo che permetterebbe di recuperare abbastanza soldi da investire poi in altri provvedimenti.

Intanto sono iniziati all'interno dei singoli gruppi che si occupano dei diversi temi, dal Comitato ristretto delle pensioni, al gruppo del Tesoro stesso, i confronti sulle novità per le pensioni, che si evolveranno in discussione degli eventuali miglioramenti presentati. I tempi sono piuttosto stretti e difficilmente ci sarà tempo per presentazione di novità eclatanti e per analisi approfondite, per cui l’attesa è solo per miglioramenti minimi, come aumento della percentuale di invalidità per l’accesso a mini pensione e quota 41 senza oneri, aumento della soglia di reddito massimo di 1.500 euro per l’accesso alla mini pensione senza oneri, estensione dei periodi di malattia e disoccupazione sempre per la mini pensione senza oneri, allargamento delle professioni per l’accesso alla quota 41 senza oneri.

Nulla, dunque, di più profondo. E, nonostante le ultime notizie non ne parlino, sembra che questi piccoli eventuali miglioramenti potrebbero confluire in un maxi emendamento, anche se le forze politiche vogliono evitarlo per andare avanti singolarmente su determinate novità pensioni e temi. In ogni caso, nel momento in cui il testo sarà approvato, entro il 31 dicembre, le novità per le pensioni in esso contenute sarebbero meri annunci da concretizzare con i Dpcm della presidente del Consiglio, decreti che regole ufficiali, chiarimenti e tempi di avvio delle novità per le pensioni, nonché definizione ufficiale di oneri e polizze collegate alla stessa mini pensione e ancora mancanti. I tecnici della maggioranza che si è già a lavoro per la definizione degli accordi con associazioni degli istituti di credito e associazioni delle assicurazioni per stabilire oneri e polizze e una decisi rientreranno,appunto, in un decreto della Presidenza del Consiglio che dovrebbe arrivare dopo 60 giorni l’approvazione del testo unico.

Il testo unico deve essere approvato entro dicembre, per cui il decreto è atteso per il mese di febbraio. Ma si tratta di tempi incerti perché non è ancora chiaro se per gli accordi bisognerà aspettare effettivamente febbraio, dopo la pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale, se bisognerà aspettare maggio, quando dovrebbe partire la mini pensione e si capirà se le domande sono conformi al budget stanziato o se la Corte dei Conti dovrà rimettere mano alle cifre, con contestuale rinvio dell’entrata in vigore delle novità pensione di mini pensioni e quota 41 che potrebbero arrivare anche dopo l’estate.
 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il