BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni su versioni opposte è ancora scontro da Padoan, Nanninici

I recenti scontri tra ministro dell’Economia e consigliere economico sulle novità per le pensioni: punti da chiarire e nuove attese




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:45): Fino a che punto la pioggia di critiche e di perplessità espresse sul testo elaborato dalla maggioranza che comprende anche novità per le pensioni, porterà a cambiamenti e aggiustamenti? Di certo, non stanno passando le ultime e ultimissime notizie sulle preoccupazioni espresse a vario titolo da Ufficio parlamentare di bilancio, Confindustria e magistratura contabile.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Nonostante la presentazione delle novità per le pensioni, ci sono ancora molti dettagli operativi da chiarire, ma come emerge dalle ultime e ultimissime notizie, non sembra esserci unanimità di vedute all'interno della stessa squadra della maggioranza.

Continuano gli scontri sulle ultime novità per le pensioni tra esponenti del Tesoro ed esponenti della maggioranza. E le divergenze riguardano soprattutto dettagli e spiegazioni sulle ultime novità per le pensioni. Alle incertezze e perplessità che erano emerse già qualche tempo da parte del ministro dell’Economia e che riporteremmo in seguito, si affiancano le ultime notizie su nuovi timori nati per l’attuazione reale delle novità per le pensioni annunciate di mini pensione e quota 41 a causa di un budget che sarebbe da verificare. Il ministro dell’Economia Padoan ha chiarito che le risorse economiche ci sono, e si tratta di quei 300 milioni di euro che sono stati destinati alla novità per le pensioni di mini pensione, ma che devono essere verificati.

Si tratta di affermazioni che, come facilmente immaginabile, hanno fatto preoccupare, non soltanto per eventuale miglioramenti che potrebbero saltare visto che se non ci sono soldi sufficienti per la mini pensione sarebbero anche impensabili gli aumenti previsti dai miglioramenti, dalla soglia di reddito per la mini pensione senza oneri, ai periodi di malattia e non occupazione per accedere alla mini pensione a costo zero, ma anche per l'attuazione vera e propria della stessa mini pensione. Di certo c’è che proprio la mancanza di budget necessario ha contribuito a rimandare ancora le novità per le pensioni più importanti e profonde come quota 100 e quota 41, attualmente considerate troppo costose. Ma c’è un’altra questione che desta confusione e dubbi e che da un po’ è terreno di scontro tra ministro Padoan e consigliere economico di Palazzo Chigi, Tommaso Nannicini.

Si tratta di entità di oneri e di pagamenti delle polizze assicurative: per quanto riguarda gli oneri, quelli annunciati dal ministro del’Economia risultano decisamente superiori (20,25% in totale) a quelli che erano stati annunciati da Nannicini, compresi a suo dire tra il 4,5% e il 4,7%. Per chiarire questo punto bisognerà aspettare i Dpcm con gli accordo con associazioni degli istituti di credito e associazioni delle assicurazioni. Per quanto riguarda poi le polizze, secondo il ministro Padoan, in caso di premorienza il loro pagamento ricadrebbe sugli eredi, ipotesi smentita, e riconfermata dalle ultime notizie, da Nannicini che ha chiaramente spiegato come nel caso di scomparsa del pensionato che è andato in pensione con la mini pensione, il costo dell’assicurazione sarebbe a carico dello Stato. Anche per chiudere questa partita sono attesi i Dpcm.

Scontro anche sui tempi, indicati da maggio 2017 dal ministro dell’Economia per l’avvio di mini pensione e quota 41, ma che per il consigliere Nannicini potrebbero slittare addirittura a dopo l’estate a causa di eventuali discrepanze di conti, tra soldi disponibili e richieste presentate, che potrebbero richiedere un nuovo intervento della Corte della Corte che potrebbe far slittare l’entrata in vigore delle novità per le pensioni da maggio a settembre.

Lo scontro tra Padoan e Nannicini si allarga a comprendere anche il presidente dell’Istituto di Previdenza Boeri, su posizioni ancor più diverse, per nulla convinto che le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 possano essere vantaggiose, timoroso che rappresentino un ennesimo spreco di soldi, e ancora dalla parte della quota 100. Dal canto suo, invece, il Dicastero dell’Occupazione sembra andare avanti sulla strada annunciata delle ultime novità per le pensioni rese note, ancora senza alcun nuovo chiarimento o alcun’altra informazione. Del resto, lo stesso ministro dell'Occupazione Poletti ha definito l’intesa con la maggioranza sulle novità per le pensioni un lavoro importante. Non resta, dunque, che attendere come si concluderanno i confronti di questi ultimi giorni relativi al nuovo testo unico sulle novità per le pensioni, se finalmente saranno verificati i soldi disponibili per la mini pensione, se ci saranno effettivamente ulteriori miglioramenti da considerare, se qualcosa davvero entro la fine dell’anno potrà ancora cambiare, o meno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il