Elezioni Usa risultati ufficiali. Donald Trump nuovo presidente. Discorso cosa ha detto. Posizioni,idee aggionarmenti tempo reale

Secondo le ultime rilevazioni del voto Usa, a vince tra Hillary Clinton e Donald Trump sarà la prima. Ma la partita è ancora aperta.

Elezioni Usa risultati ufficiali. Donald


AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE: Donald Trump ha vinto le elezioni in Usa ed è il nuovo Presidente degli Stai Uniti e sta tenendo il suo primo discorso da Presidente che stiamo seguendo vi daremo gli aggiornamenti in tempo reale. Chi è Donald Trump? Le sue idee e posizioni su economia, politica interna ed estera le abbiamo spiegate in questo lungo articolo appena scritto a questo link

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE: Dalla mezzanotte ora italiana è iniziato lo spoglio per decidere il presidente degli Stati Uniti.Kentuchy, Indiana e West Virginia se li aggiudica subito Trump e da quel momento è una corsa verso la Casa Bianca. Donald Trump è tutt'ora in vantaggio quando ormai appare sempre più chiaro che sarà lui il prossimo presidente. Infatti mancano solo 4 Stati per definire il vincitore ma il tycon è avanti 244 grandi elettori contro 215 per Clinton.

​AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: Mancano anccora da scrutinare diversi Stati dove le operazioni di voto stanno andando avanti, sembra che la vincitrice in base ai risultati ufficili fin qui avuto e agli ultimi exit poll, previsioni sia Hillary Clinton, ma non è detto, occorre ed è meglio aspettare sino alla fine.

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: E' il silenzio dei vincenti quello di Hillary che al massimo viene appoggiata anche nel pomeriggio dalle parole di Obama, mentre sono gli ultimi attacchi, gli ultimi sfoghi quelli di Trump che attacca su tutta la linea sia le previsioni aggiornate che i sondaggi ed è pronto, o almeno dice di esserlo, a impugnare lo spoglio dei voti. Lo sapremo tra meno di due ore. O almeno inizieremo a capirlo

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: Secondo alcuni statistici interpretati in base alle ultime notizie aggiornate Hillary Clinton sembra avere tra il 70%-75% di probabilità di vittoria. Anche l'analista che riuscì a fare le migliori proiezioni, previsioni ed exit poll parziali ottenendo poi i risultati giusti con Obama, pronostica la vittoria della Clinton.

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: Stando alle ultime e ultimissime notizie, Hillary Clinton resta in vantaggio in Florida, Virginia, Colorado, Wisconsin, Michigan, Pennsylvania, New Hampshire, Maine e New Mexico. Donald Trump tiene la testa in Ohio, North Carolina, Iowa, Nevada e Arizona. Oggi, dunque, si potrebbe scrivere un pezzo di storia americana. L'obiettivo è il raggiungimento della soglia 270 di grandi elettori necessari per la Casa Bianca.

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: Il momento più importante per sapere, anche se non in via ufficiale, chi vincerà le elezioni Usa arriverà alle 2 (ora italiana), quando si chiudono i seggi in 16 Stati. Di sicuro dopo l'Election Day ci sarà più di una resa dei conti: all'interno dello stesso Fbi, soprattutto se vincerà Clinton, tra il Bureau e il Dipartimento della giustizia da cui dipende. Obama ha ribadito la sua fiducia al numero uno dell'Fbi James Comey.

AGGIORNAMENTO: E' il gran giorno oggi martedì, da oggi si inizia a votare o meglio ci sara la parte di voto numeicamente più importante che si conclduerà nel tardo pomeriggio e sarata ora italiana. E poi avremo gli aggiornamenti in tempo reale con exit poll, affluenza, previsioni e alla fine emrcoledì i risultati finali e il vincitore.

Anche gli ultimi sondaggi danno Hillary Clinton davanti a Donald Trump di tre punti percentuali. Ma si ridurrebbero invece a due i punti di vantaggio secondo l'ultimo sondaggio di Fox News I dati indicano che la democratica si attesta sul 45%, rispetto al 43% del repubblicano. In ogni caso, nella corsa alla conquista della Casa Bianca la candidata democratica avrebbe dunque riguadagnato consenso nei confronti dello sfidante repubblicano proprio alla vigilia delle elezioni Usa 2016. In ogni caso, proprio per via di questi alti e bassi, la partita è ancora aperta e gli esiti sono verosimilmente imprevedibili anche per via di un sistema di voto secondo cui a vincere è chi conquista il maggiori numero di grandi elettori e non di schede.

Lo Stato del North Carolina è tra quelli che sono ancora in bilico. Qui Trump è avanti su Hillary di appena 0,8 punti percentuali. Secondo Real Clear Politics in Pennsylvania Hillary è avanti su Trump di oltre due punti Nel 2012 Obama ha vinto da queste parti con 5,4 punti di distacco. Ma soprattutto fa ancora discutere il colpo di scena in Arizona, uno degli Stati considerati ancora in bilico tra Hillary Clinton e Donald Trump. La Corte suprema degli Stati Uniti ha deciso la reintroduzione della nuova legge che considera un reato il voto anticipato, il cosiddetto early voting.

Un colpo per i democratici, che speravano proprio negli elettori che esprimono la loro preferenza prima dell'Election Day per tentare di strappare l'Arizona a Trump, che attualmente è in testa con quattro punti di vantaggio sulla rivale secondo la mediadei principali sondaggi. I giudici costituzionali hanno di fatto rovesciato la decisione di una corte di appello che aveva bloccato la nuova legge voluta dall'amministrazione repubblicana dell'Arizona. Per i dem è un attacco al voto delle minoranze, che rappresentano le comunità che più si avvalgono del voto anticipato.

E mentre arriva lo scagionamento di Hillary Clinton che l'ha fatta balzare avanti nei sondaggi, due esponenti del Partito democratico hanno chiesto al dipartimento di Giustizia di indagare riguardo alla fuga di notizie dall'Fbi sulle indagini che coinvolgono la mail di Clinton e la Clinton Foundation. "Non è accettabile per l'Fbi dare informazioni prive di fondamento, e in alcuni casi false, su un candidato per favorire l'altro", hanno protestato John Conyers ed Elijah Cummings. Secondo il quotidiano britannico The Guardian, che cita funzionari in pensione o ancora in servizio della polizia federale statunitense, all'interno dell'Fbi ci sarebbe una forte antipatia per la Clinton. Una delle fonti del Guardian definisce l'agenzia Trumplandia, terra di Trump.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il