BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie resoconto novità martedì, mercoledì domani e venerdì su novità mini pensioni, quota 41

Domani, mercoledì e venerdì ancora in programma discussioni e confronti possibili miglioramenti per novità per le pensioni: cosa aspettarsi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:15): Stasera è stata spostato il confronto del resposabile del Dicastero del tesoro se le ultime notizie e ultimissime saranno confermate (poteva essere alle 8 o alle 20), mentre nel pomeriggio è avvenuta la riunione del Comitato Ristretto per le novità per le pensioni che proseguirà come era prevedibile anche domani mercoledì

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:22):  Nella giornata odierna l'attesa più importante è sicuramente il discorso con una serie di risposte dal responsabile del Tesoro dove potrebebro esserci anche delle novità per le pensioni essendo stato attaccato e non poco dagli organi di controllo nelle ultime notizie e ultimissime anche proprio sulle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Anche questa volta si sta consumando una corsa contro il tempo sulle novità per le pensioni in sede di confronto negli organi di controllo. Se possibile, la situazione è ancora più critica rispetto a quella dello scorso anno e su tutto, come continuamente ricordato dalle ultime e ultimissime notizie, c'è il giudizio pendente della Comunità e non solo.

Continuano i confronti sulle misure inserite nel nuovo testo unico e i miglioramenti che si stanno presentando e anche domani, martedì, e mercoledì dovrebbero continuare le audizioni anche se, stando alle ultime notizie, eventuali miglioramenti potrebbe essere presentati ancora fino a venerdì. Ma i miglioramenti che si attendono in merito alle novità per le pensioni dovrebbero essere minimi: i tempi, come visto, sono stretti e le stesse forze politiche non sono poi così convinte dei profondi miglioramenti da presentare. Ognuna, comunque, vorrebbe andare avanti da sola, o gli stessi singoli esponenti potrebbero presentare novità, cercando di evitare la definizione di un maxi emendamento finale, come accaduto l’anno scorso dopo il compromesso tra maggioranza e opposizioni sul da farsi. I miglioramenti minimi rispetto alle modifiche che in realtà si vorrebbero per le stesse novità per le pensioni da inserire nel nuovo testo unico, cioè mini pensione e quota 41, potrebbero riguardare una estensione dei tempi di malattia e di non occupazione per accedere a mini pensione e quota 41 senza oneri, o un aumento della soglia di reddito massimo, che è stata fissata a 1.500 euro, entro la quale la mini pensione sarebbe a costo zero.

Eventuali miglioramenti potrebbero riguardare anche la quota 41 ma solo in relazione all’allargamento della platea di professioni che potranno richiederla senza oneri. Nient’altro, dunque, dovrebbe riguardare in maniera più profonde le novità per le pensioni, sempre considerando il fatto che le misure che rientreranno nel nuovo testo unico saranno un mero annuncio che per diventare ufficiali avranno bisogno dei Dpcm della presidenza del Consiglio che dovranno contenere regole ufficiali di funzionamento di mini pensione e quota 41, nonché oneri e pagamento delle polizze assicurative, che rappresentano due elementi fondamentali per mini pensione e quota 41 e che saranno ufficiali solo dopo aver concluso gli accordi, che sarebbero già in via di definizione come puntualizzato da alcuni tecnici della maggioranza, con associazioni degli istituti di credito e associazioni delle assicurazioni.  

Domani, comunque, sarà una giornata importante perché è innanzitutto in programma il confronto con il ministro dell’Economia Padoan, su cui però non pesano interessanti aspettative considerando la posizione ben nota del ministro sulle novità per le pensioni in generale e le sue ultime spiegazioni in merito, e anche perché sarà il giorno in cui il Comitato Ristretto per le novità per le pensioni presenterà nuovi miglioramenti che, però, come detto, si preannunciano piuttosto minimi. E anche se domani dovrebbe essere il termine ultime di presentazione dei miglioramenti, compresi quelli per le novità per le pensioni, la data potrebbe slittare anche perché la stessa audizione del Comitato ristretto, anche sulle novità per le pensioni, continuerà anche mercoledì.

Anche in questo caso, però, è bene non aspettarsi nulla di particolarmente significativo: il comitato ristretto tornerà certamente a rilanciare sulla quota 41 per tutti e senza oneri e riproporrà la questione della proroga del contributivo donna, per cui, tra l’altro, si attendono ancora gli esiti del contatore per la quantificazione delle risorse economiche che sarebbero ancora disponibili da impiegare per l’eventuale rinvio del sistema per permettere alle donne lavoratici di lasciare anzitempo la propria occupazione, seppur a fronte di ingenti decurtazioni sulla pensione finale. Nulla sulla famosa quota 100, tanto auspicata e rilanciata da tanti negli ultimi mesi, se non anni, ma per il Comitato ristretto che ne ha sempre riproposto l’importanza, non ha mai fatto realmente nulla, giacchè non è mai stata presentata in forma trasversale come si voleva e ancora quest’anno è stata rimandata perché considerata troppo costosa (richiederebbe secondo le stime tra i 7 e i 10 miliardi di euro) rispetto al budget disponibile. Non resta, dunque, che attendere i prossimi giorni per capire come si concluderanno gli ultimi confronti su possibili miglioramenti ancora auspicati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il