BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Usa Trump ha vinto. Ora cosa succede, nuovo presidente Usa. Cosa ha detto nel suo primo discorso, idee programma

Ci siamo anche noi a proporre aggiornamenti in tempo reale in diretta sulle elezioni Usa tra Clinton e Trump.




AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE:  Nel suo primo discorso Trump usa toni molto tranquilli e apre alla politica estera cercando di dialogare con tutti e anche internamente ha detto che vuole armonizzare e pacificare tutti. Ha detto che rilancerà da subito l'economia interna, i poveri in primis e la classe media. Un discorso distinto, molto differente dalle idee e programma che aveva detto e avvaimo riportato in questo articolo al seguente link

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: Nuovi aggiornamenti in tempo reale sui voti, Hillary Clinton praticamente ferma, vince Trump ormai quasi certamente il nuovo presidente degli Stati Uniti. Ha vinto perchè è arrivata a 264 voti, a 270 c'è la vittoria. Hillary ferma a 215 voti.

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE:  Chi vince tra Hillary Clinton e Donald Trump? Chi sarà il nuovo presidente Usa? Ci saraà forse il primo presidente donna? A queste domande risponderemo tra un'ora e mezzo circa con i primi exit poll e previsioni più ufficiali e poi dopo poco l'inizio dello spoglio ufficialie delle schede alle urne dei primi stati

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE:  Iniziano ad esserci le prime code e dalle foto appaiono moltissime persone di colore, un dato aggiornato importante in quanto le previsioni davano la popolazione di colore meno entusiasta, meno partecipe. Non significa nulla ovviamente di certamente scientifico, ma un aumento dell'affluenza per diversi analistie d esperti di proiezioni e previsioni di exit poll significa un indizio per la vittoria di Hillary Clinton

AGGIORNAMENTO ELEZIONI USA AGGIORNAMENTO TEMPO REALE: L'America è ufficialmente al voto per la scelta del nuovo presidente. L'appuntamento con i risultati è tra circa 12 ore. Il New York Times sta raccontando il dietro le quinte degli ultimi giorni del tycoon: non dorme mai e vuole che i suoi restino svegli. La stessa ansia non farà certamente dormire Hillary che, stando anche agli ultimi sondaggi, è davanti nelle preferenze degli elettori a stelle e strisce.

Aggiornamento in tempo reale elezioni Usa. Di promesse ne hanno fatte tante in campagna elettorale, sia Hillary Clinton che Donald Trump, e alcune dovranno mantenerle, sempre che non restino ostaggio di un Congresso ostile o, nel caso di Trump, anche di un partito dilaniato. Ma sono discorsi che per il momento lasciano il tempo che trovano e solo domani mattina il quadro sarà chiaro e sarà noto il nuovo presidente degli Stati Uniti d'America.

Ci sono le elezioni Usa di domani a catalizzare le attenzioni del mondo intero, Italia inclusa. E non è affatto casuale che la campagna elettorale tra Donald Trump e Hillary Clinton si sta giocando con ogni mezzo e anche a colpi bassi. E anche al di là dei confini statunitensi si sta consumando una guerra contro gli hacker. A ogni modo, per conoscere exit poll, proiezioni e seguire lo spoglio è possibile fare riferimento agli ampi speciali propositi dai siti di informazione generalista come la Repubblica, Il Corriere della Sera, Huffington Post e Sky TG24, ma anche quelli più specifici come il Sole 24 Ore. Ma ci siamo anche noi a proporre aggiornamenti in tempo reale in diretta.

Chi vince l'Ohio vince le elezioni. Lo slogan-tradizione domani potrebbe non funzionare. La campagna di Hillary Clinton lo dà quasi per perso e ha concentrato gli sforzi dell'ultima ora in altri due-tre Stati che possono garantire l'elezione alla prima donna-candidata alla presidenza nella storia degli Stati Uniti: oltre alla sempre imprevedibile Florida da tenere d'occhio soprattutto la North Carolina. Se l'ex First Lady vincerà lì al novanta per cento avrà la Casa Bianca in tasca.

Per Trump il grande sogno è conquistare il New Hampshire. Considerati i voti sicuri in un campo o nell'altro Trump deve conquistare praticamente tutti gli Stati dove i sondaggi danno un testa a testa: Ohio, Florida, North Carolina, Nevada. Anche così potrebbe non avere però i 270 voti necessari. Ecco allora che i 4 voti del piccolo Stato del New England sono l'ultima trincea da conquistare. Il New Hampshire, con il suo sistema potrebbe addirittura far finire la sfida in pareggio 269 a 269.

Il punto di forza di Hillary Clinton è la debolezza di Donald Trump. I dibattiti televisivi tra i due candidati hanno dimostrato come da una parte ci sia un politico di lungo corso, preparato, con un triplice passato che parla per lei. Su ogni tema, in televisione, nelle interviste e anche nei semplici comizi, la Clinton ha dimostrato tutta la propria esperienza. E di essere molto presidenziale, almeno in quella che è stata finora la visione tradizionale per chi è chiamato a diventare l'uomo o la donna più potente del mondo.

La grande forza di Trump è l'essere un uomo-spettacolo, che parla alla pancia dell'America più o meno profonda, che con i suoi slogan solo all'apparenza banali, qualche volta ridicoli e spesso offensivi, fa giustizia di quel politicamente corretto che a metà dell'America risulta sempre più indigeribile. Un miliardario che si finge uomo del popolo e che ha buon gioco nel denunciare i politici e una politica che ormai fa a pugni con quasi due terzi degli elettori. Il suo linguaggio a slogan, le sue invettive, le offese contro le donne e gli immigrati, i suoi attacchi spesso sconclusionati piacciono ai suoi tifosi ma gli hanno alienato molte simpatie: delle donne e soprattutto dei latinos, la minoranza che da un punto di vista elettorale è la più numerosa, la più importante e la più impegnata nel volergli sbarrare le porte della Casa Bianca. Inoltre gli ha fatto perdere consensi nell'establishment repubblicano.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il