BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus mobili miniori, detrazione ristrutturazione case, tasse e aiuti solo a grandi imprese: novità Bilancio Renzi, le critiche

Arrivano da più parti le critiche sul testo approvato dalla maggioranza che contempla anche le novità per le pensioni.




I nuovi provvedimenti elaborati dalla maggioranza stanno provocando un malumore pià elevato rispetto a quanto è accaduto lo scorso anno. L'impianto è infatti giudicato inefficace ovvero non in grado di rispondere ai reali bisogni del Paese. A iniziare dal progetto delle novità per le pensioni ovvero al complesso sistema di regole messo in piedi per consentire a ben precise condizione di smettere anzitempo. Così come non convince fino in fondo la decisione di innalzare a tutti e senza distinzione le pensioni inferiori, anche a chi non ha realmente bisogno. Lo stesso incremento delle detrazioni Irpef, la no tax area per i pensionati, nel loro insieme innalzano di un miliardo il reddito delle famiglie.

A far discutere è l'irrigidimento complessivo con tanto di retromarcia sull'estensione alle giovani coppie del bonus mobili e degli incentivi ristrutturazione case. La misura introdotta nel 2013 aveva mosso in un anno e mezzo acquisti di arredi per quasi 2 miliardi di euro. Un trend positivo confermato anche nel 2015. Ma più in generale, critiche e perplessità nei confronto di un testo che sembra strizzare l'occhio verso le grandi imprese, sono arrivate non solo dalla società civile e dalla Comunità, ma anche in occasione dei confronti in corso negli organismi parlamentari competenti. Il nuovo giro ha fatto segnare ulteriori rilievi da parte dell'Ufficio parlamentare di bilancio, critico anche su molte misure contenute nel decreto fiscale.

L'Authority non fa sconti alla maggioranza e solleva di nuovo dubbi. Una voce quasi fuori dal coro di fronte a un provvedimento apprezzato dalla Banca d'Italia Bankitalia, in parte criticato dalla Magistratura contabile. E se l'agenzia di rating Moody's giudica positivamente l'andamento dell'economia italiana, evidenzia anche come sia zavorrata dal debito altissimo. Per l'Ufficio Bilancio impegni di spesa permanenti per le pensioni e il pubblico impiego, sono compensati solo in parte da entrate permanenti e certe. Molte coperture sono una tantum e altre come il rientro dei capitali potrebbero essere sovrastimate. Il problema delle coperture esiste anche per la magistratura contabile, che avverte sulla possibile non riuscita delle misure di lotta all'evasione.

Ma che le una tantum e i tanti bonus rappresentino il grosso delle entrate a copertura è chiaro anche alla Banca d'Italia, che però promuove l’impostazione di fondata dalla maggioranza. Secondo via Nazionale, il testo ha una intonazione espansiva e contiene interventi rivolti ad affrontare temi chiave per il Paese. La crescita del Prodotto interno lordo dell'1%, è ora giudicata non irraggiungibile.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il