Mutui tassi interessi variabili e fissi Novembre 2016: migliori offerte e condizioni, tassi, spese più basse. Confronto

Andamento prezzi immobili, mercato dei mutui e tassi: le migliori offerte attualmente disponibili sia a tasso fisso che a tasso variabile e quale scegliere

Mutui tassi interessi variabili e fissi


Gli indici Eurbor e Irs, cui sono agganciati i tassi dei mutui a tasso variabile e a tasso fisso, sono ai minimi storici e ciò significa che si tratta del momento ideale di accendere un mutuo per l'acquisto di una casa. Ottimali anche le condizioni previste per gli spread bancari, basti pensare che per un mutuo 20ennale a tasso fisso o a tasso variabile, attualmente si aggirano intorno all'1%. Il calo degli indici è accompagnato da un generalizzato calo dei prezzi degli immobili, altro elemento che sta spingendo notevolmente il rialzo del mercato immobiliare. Il consiglio dunque è quello di valutare le offerte di mutuo, sia a tasso fisso che a tasso variabile, attualmente disponibili e di scegliere di compare casa prima che la situazione conveniente del momento venga meno. Ma quali sono le migliori offerte di mutuo disponibili per questo mese di novembre 2016?

Nonostante l'ultima tendenza degli italiani sia quella di preferire i mutui a tasso fisso che anche se prevedono condizioni leggermente più rigide rispetto a quelle offerte dai mutui a tasso variabile e il pagamento delle rate mensili di rimborso leggermente più elevate, permettono di dormire sonni tranquilli perchè le condizioni fissate al momento della stipula del contratto di mutuo resteranno sempre le stesse senza il rischio di essere soggette alla volatilità del mercato, le offerte più convenienti restano quelle di mutuo a tasso variabile. Il problema, come poc'anzi accennato, è che queste offerte prevedono condizioni che potrebbero improvvisamente cambiare a causa delle oscillazioni di mercato, portando la scelta effettuata a non essere più poi così conveniente. Ma vediamo quali sono le offerte di mutuo a tasso fisso disponibili attualmente mercato.

Si parte con l'offerta Iw Bank Private Investments di Mutuo a tasso variabile Semprelight per un mutuo di 135mila euro di un immobile del valore di 180mila euro, prevede per 25 anni il pagamento di una rata mensile di 524,20 euro, un tan dell'1,25%, un taeg dell'1,27% e il pagamento di spese di istruttoria di 950 euro e zero spese di perizia. A seguire troviamo l'offerta di Muto Banca Dinamica che prevede il pagamento di una rata mensile di 478,41 euro, con tan dello 0,99%, taeg dell'1,15%, spese di istruttoria di 400 euro e spese di perizia di 275 euro. Resistono poi ancora le offerte mutuo di Intesa Sanpaolo che continua a proporre i mutui Domus: Muto Domus Variabile permette di richiedere un mutuo fino al 95% del valore dell'immobile e personalizzabile, prevede uno sconto di tasso dello 0,35% rispetto alle condizioni economiche classiche, e spese di istruttoria che variano in base al rapporto tra importo del mutuo e valore di perizia dell'immobile cauzionale.

Anche Mutuo Domus Fisso permette di ottenere fino al 95% del valore dell’immobile per un immobile del valore di 300.000 e se il richiedente ha meno di 35 anni, il mutuo può essere concesso anche al 100%. L’importo minimo finanziabile è di 30.000 euro e l’estinzione del mutuo può avvenire in 6, 10, 15, 25 o 30 anni. Per gli under 35 gli anni di rimborso rate si può allungare fino ai 40 anni. Le spese di istruttoria, in questo caso, oscillano dai 400 ai 700 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il