BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie iniziative interne, svolgimento esterno opzione donna proroga, quota 41, APE

In queste ore sull'intero testo, novità per le pensioni incluse, stanno piovendo critiche e preoccupazione politiche e tecniche.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Procede con una certa pigrizia il confronto sulle novità per le pensioni negli organismi interni, tuttavia siamo ancora alle battute iniziali e ci sono ancora molti margini anche se la preoccupazione chiaramente aumento. Non solo, ma come testimoniato con una certa continuità dalle ultime e ultimissime notizie, si assiste anche a un pressing dall'esterno su alcune questioni specifiche come l'opzione donna.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Il primo pacchetto di cambiamenti al testo della maggioranza e al capitolo delle novità per le pensioni andrà necessariamente proposto entro venerdì. Quanta parte delle modifiche troverà accoglimento è naturalmente tutto da scoprire, ma occorre anche tenere conto come le ultime e ultimissime notizie riferiscano di un costante attivismo anche fuori le stanze dei bottoni.

Le critiche al testo predisposto dalla maggioranza, comprendente anche le novità per le pensioni, arrivano da più parti. Da una parte ci sono argomentazioni di carattere politico che tirano in ballo la presunta inefficacia di alcune misure, come le stesse mini pensioni, onerose o meno che siano, e i ritardi che stanno segnando le decisioni sulla proroga dell'opzione donna. Dall'altra ci sono critiche più tecniche, indirizzate soprattutto sull'incertezza delle coperture individuate dalla maggioranza per finanziare i provvedimenti immaginati e sull'eccessivo ottimismo nelle prospettive di crescita del Paese. Il tutto mentre le ultime notizie riferiscono di un altro round con la Comunità.

Tuttavia si apprende che secondo a Banca d'Italia l'obiettivo di crescita dell'1% nel 2017 non è irraggiungibile e che la manovra è considerata di tipo espansivo. Sono poi salutati con favore gli interventi per il rilancio di investimenti. Maggiori dubbi arrivano dall'associazione degli industriali, anche in riferimento alle novità per le pensioni. La ragione è semplice e trova origine nell'assenza di un provvedimento che favorisca il ricambio generazionale tra giovani e anziani sul posto di lavoro, considerati il passaggio chiave per favorire il rilancio del Paese in termini di competitività e produttività. La maggioranza ha previsto le mini pensioni per consentire di smettere anzitempo ma, al pari dello scorso anno con la staffetta generazionale ibrida, non c'è alcun obbligo si sostituire i lavoratori anziani che vanno in pensione con forze fresche.

Più in generale fanno discutere i dati dell'Istituto nazionale di statistica, secondo cui complessivamente il 57% delle imprese risulta avvantaggiata da superammortamento, Ace e Ires ridotta. E sulle novità per le pensioni, l'aumento dell'area di esenzione fiscale e l'estensione della pensioni inferiori agli assegni fino a circa 1.000 euro innalzano di un miliardo di euro il reddito delle famiglie. L'effetto distributivo del provvedimento sul reddito aggiuntivo interessa 3,1 milioni di persone con un beneficio medio di 250 euro. La nuova area di esenzione fiscale vale per 5,8 milioni di pensionati, con un beneficio medio di 38 euro. In totale sono coinvolte oltre 8 milioni di persone con una media di 147 euro a famiglia.

Ma i principali dubbi sono sollevati dall'Ufficio parlamentare di bilancio sulle misure una tantum, dall'estinzione agevolata dei debiti fiscali 2000-2015 all'accelerazione delle liquidazioni Iva, alla riapertura dei termini della voluntary, all'asta per i diritti d'uso delle frequenze, che costituiscono circa metà delle maggiori entrate nette. Sull'intero testo, novità per le pensioni incluse, incombe poi la valutazione della Comunità che, a quanto pare, ha deciso di abbandonare l'atteggiamento accomodante e passare al contrattacco senza sconti. Si profila dunque un altro scontro, almeno verbale, che nel breve periodo non dovrebbe avere ripercussioni sulle novità per le pensioni e sulla piattaforma elaborata dalla maggioranza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il