BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge di Bilancio emendamenti pensioni, bollo auto, bonus bebè, imposte, detrazioni casa, mobili Governo Renzi 2017

Nonostante il successo dei bonus e delle detrazioni per la casa, la maggioranza intende procedere a una stretta.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:49): Per quanto riguarda il bonus per le detrazioni dei mobili anche in questo caso sembra che sarà limitato, rispetto a prima sia per chi ne potrà usufruire, soprattutto tra le giovani coppie, sia come cifre Con gli emendamenti si cercherà di cambiare,  ma non sembra così facile. Mentre per gli emendamenti numerosi sono quelli per le novità per le pensioni, il bonus bebè visto sotto (entrmbi con restrizioni), ma anche il bollo auto. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:30): Il bonus bebè sembra che sarà aumentato, ma nello stesso ci dovrebbero essere dei vincoli più rigidi. Le condizioni più rigide, isee compreso, sono ormai qualificanti anche di altre decisioni come le novità per le pensioni e rendono sempre più difficile accedervi come si lamentano in molti, moltissimi nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Sono stati approvati diversi emendamenti su importanti temi come le novità per le pensioni , ma non solo, in pratica su tutti i temi più importanti della LdB2017 del Governo Renzi dalle imposte ai bonus (i troppi bonus), alle imposte per aziende e professionisti, fino ad arrivare al bollo auto da molti odiato. E questi emendamenti sono anche abbastanza contrastanti nelle ultime notizie e ultimissime

Adesso è iniziata la partita della proposizione di cambiamenti alla legge di Bilancio 2017. Nessun aspetto è escluso, neanche le novità per le pensioni. Praticamente quasi ogni singolo aspetto è oggetto di proposte di miglioramento, dalle mini pensioni al cumulo gratis dei contributi passando per la richiesta di prorogare l'opzione donna nel contesto delle novità per le pensioni. Altro tema caldo è quello del rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici, rispetto a cui il governo Renzi ha previsto uno stanziamento per l'intero comparto della pubblica amministrazione, ma senza specificare quanta parte del budget sarà riservata all'aumento degli stipendi degli statali.

Ci sono incertezze anche in relazione a quanta parte dei provvedimenti sulla scuola andranno in porto, soprattutto sullo stretto versante delle assunzioni di docenti. Nel 2017 dovrebbero essere prorogate parte delle agevolazioni e delle detrazioni fiscali sul versante immobiliare. La data entro cui acquistare i beni agevolati al 50% ovvero mobili ed elettrodomestici, così come quella per sfruttare le detrazioni sulle spese di ristrutturazione edilizia (50%) o di riqualificazione energetica (65%), è stata spostata al 31 dicembre 2016, ma ci sono ancora molti dettagli da chiarire. Nonostante il successo di questi provvedimenti, la maggioranza intende procedere a una stretta. Più precisamente è in dubbio il mantenimento della soglia massima di 16.000 euro er l'acquisto di mobile ed elettrodomestici per arredare case in via di ristrutturazione per le sole giovani coppie, anche di fatto e purché uno dei due abbia superato i 35 anni.

La detrazione per l'acquisto dei beni si otterrà indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, sia esso il modello 730 o il modello Unico persone fisiche. Non sembrano destinate a cambiare le modalità: sia per i lavori di ristrutturazione, si per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifici bancari o postali, sui quali vanno indicati la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato. Stesse operazioni devono per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni.

Tra le novità fiscali più rilevanti per i cittadini ci sono le modifiche alla rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia. Potranno aderire alla definizione agevolata anche quelle datate 2016, con un aumento delle rate da quattro a cinque, spalmate fino a settembre 2018 e non più fino a metà marzo dello stesso anno. L'allungamento e l'ampliamento permette non solo di garantire alle casse dello Stato tutto il gettito previsto nel 2017, necessario a copertura della manovra, e nel 2018, ma di incrementarlo rispettivamente di circa 300 milioni di euro e di 1,1 miliardi di euro. Arrivano inoltre la proroga delle posizioni dirigenziali dell'Agenzia delle entrate e l'estensione della voluntary disclosure bis anche a chi ha partecipato alla prima edizione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il