BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie acccelerare novità fortemente Governo Renzi per subito concludere novità mini pensioni, quota 41

Nuova ipotesi di accelerazione delle ultime novità per le pensioni annunciate che però potrebbe essere negativa: la situazione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:15): Con lo stop al decreto fiscale per assenza di coperture è scoppiata una grana per la maggioranza. E se alla fine arriverà il via libera, come confermato dalle ultime e ultimissime notizie, è su molti argomenti previsti nell'iter, tra cui quelli sulle novità per le pensioni, che l'attenzione sulle reali disponibilità di spesa è adesso alta.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): L'attenzione è adesso tutta sulle proposte di miglioramento al programma delle novità per le pensioni. Ci sono alcune scadenze da rispettare per cui è tecnicamente impossibile che si possa sforare. Tuttavia alla luce del voto costituzionale di dicembre, come si evince dalle ultime e ultimissime notizie, non è da escludere un'accelerazione nei prossimi 15 giorni.

Spingere il piede sull’acceleratore per arrivare all’approvazione delle misure da inserire nel nuovo testo unico, novità per le pensioni comprese, entro i primi di dicembre: sono queste le ultime notizie che si evincono da voci che stanno circolando in questi ultimissimi giorni secondo cui si vorrebbe arrivare all’approvazione del bilancio già all’inizio del mese prossimo, voci che sono state già parecchio criticate, considerando che i tempi di discussione sono già fin troppo ristretti e che si rischia, in questa situazione, di arrivare alla richiesta di una nuova fiducia e alla definizione di un maxi emendamento, che in tanti vorrebbero evitare, e soprattutto considerando che visto che sulle novità per le pensioni si deciderà alla fine, sarebbe ingiusto accelerare ora chiudendo ogni possibilità di modifica successiva. La situazione è comunque molto incerta e desta grande perplessità, soprattutto alla luce delle ultime notizie sui primi miglioramenti presentati per le novità per le pensioni che tutto sono fuorchè miglioramenti.

Nulla, infatti, è stato richiesto ulteriormente per novità pensioni di quota 41 per tutti, per la mini pensione con oneri, per la proroga del contributivo femminile fino al 2018, le richieste hanno interessato la mini pensione senza oneri, con ulteriori restrizioni, anche se chiedendo l’allargamento delle professioni da considerare non faticose e la riduzione da 36 anni a 35 anni del requisito contributivo necessario per la pensione dei lavoratori impiegati in tali attività faticose e pesanti, e si tratta di miglioramenti che rischiano di creare ulteriori privilegi, cosa che invece si vorrebbe cancellare. O meglio, l’obiettivo della richiesta di novità per le pensioni capaci di modificare le attuali norme pensionistiche è sempre stato quello di riportare equità sociale all’interno del nostro sistema previdenziale e di renderlo più flessibile, ma si tratta di qualcosa che certamente al momento non è stato raggiunto e che probabilmente non arriverà entro la fine dell’anno.

Le novità per le pensioni di quota 41 e di mini pensione così come si stanno discutendo, soprattutto alla luce delle ultime notizie dei nuovi miglioramenti presentati, non saranno utili per riportare equità ma al contrario potrebbero creare ulteriori privilegi e non si tratta certo di quelle novità per le pensioni profonde, come quota 100 e quota 41 per tutti, che avrebbero rappresentato la migliore soluzione pensionistica per tutti, risolvendo gran parte, se non tutti, gli errori causati dall’entrata in vigore delle attuali regole pensionistiche. Ma i soldi per l’attuazione di quota 100 e quota 41 per tutti non sono al momento disponibili, motivo per il quale la maggioranza ha deciso di portare avanti le novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 seppur ristrette e limitate, per dare quanto meno l’impressione di aver fatto qualcosa di concreto per cambiare le attuali pensioni, anche se in realtà nulla è poi così tanto positivo.

E l’eventuali di accelerare sui tempi di approvazione dei miglioramenti potrebbe rivelarsi un’altra mossa negativa da parte del governo Renzi, perché non permetterebbe ulteriori discussioni che potrebbero magari permettere una revisione più importante delle attuali novità per le pensioni, sempre poi considerando che si attendono ancora due elementi fondamentali per capire quanto sarà effettivamente conveniente decidere di lasciare anzitempo la propria attività con la mini pensione, vale a dire tassi interesse e pagamenti delle polizze assicurative che saranno definite da accordi con l’associazione degli istituti di credito e associazioni delle stesse polizze, ma solo dopo che il provvedimento sarà approvato entro la fine dell’anno, stando alle ultime notizie. Se, però, i tempi di approvazione delle novità per le pensioni dovessero essere anticipati, bisognerà aspettarsi prima anche questi accordi e quindi capire entro qualche settimana se la mini pensione sarà effettivamente una buona novità per le pensioni o arriveranno comunque il prossimo anno?  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il