Pneumatici invernali 2016 obbligo in vigore: cosa bisogna sapere,tutte le regole, obbligo strade e auto per quali.Multe e sanzioni

Da domani fino al 15 aprile occorre rispettare le ordinanze sull'obbligo di utilizzo delle gomme invernali. Deroghe e multe.

Pneumatici invernali 2016 obbligo in vig


Al via da domani martedì 15 novembre l'obbligo di montare pneumatici invernali. Fino al 15 aprile del prossimo anno si potrà circolare con quelli con il simbolo M+S mud and snow o le gomme invernali che riportano oltre al simbolo M+S anche quello del fiocco di neve sul fianco. In teoria vanno bene anche le gomme chiodate, ma solo se rigorosamente omologate e purché non danneggino il manto stradale, creino un pericolo per la circolazione, o producano troppo rumore. Sono chiamati a rispettare le ordinanze tutti i veicoli a quattro ruote e non i ciclomotori a due ruote e i motocicli, per i quali è comunque vietato mettersi in strada in caso di neve o ghiaccio. Il punto di riferimento per conoscere le misure delle gomme invernali è il libretto di circolazione in cui sono contenute tutte le informazioni necessarie.

Per chi non rispetta queste prescrizioni sono naturalmente previste multe e sanzioni. Più esattamente, circolare senza pneumatici invernali quando vige l'obbligo è punito con 41 euro nei centri abitati, da 84 euro in su al di fuori di questo contesto. E soprattutto, in autostrada puà arrivare fino a 318 euro con la decurtazione di 3 punti dalla patente. Al pari delle altre sanzioni, nel caso di pagamento entro 5 giorni si applica la riduzione del 30%. Come è possibile notare dal sito pneumaticisottocontrollo.it, la regione in cui è stato emesso il maggior numero di ordinanze è l'Emilia Romagna (24), seguita dalla Toscana (23) e quindi dal Piemonte (17), dalla Lombardia (15) e dal Veneto (12).

Le gomme invernali sono facilmente riconoscibili per la presenza di lamelle nei tasselli per il miglioramento dell'aderenza sul terreno. Presentano poi l'indicazione delle lettere M e S, iniziale di mud e snow ovvero fango e neve. Sono adatte anche in caso di freddo e pioggia perché riducono lo spazio di frenata e assicurano una migliore tenuta di strada. Le catene hanno un'altra concezione d'uso poiché sono utilizzabili solo nel caso di neve e costringono i veicoli a non superare un basso limite di velocità, 50 chilometri all'ora, e si usano solo se c'è neve sulla strada. In caso di controllo occorre dimostrare di essere in grado di saperle montare.

Attenzione: i ciclomotori e motocicli non possono circolare in presenza di neve o ghiaccio al suolo, anche se equipaggiati con pneumatici marcati M+S. Da qui l'invito del direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti, a tutti i rivenditori specialisti, gli operatori di settore e in particolare gli utilizzatori finali di pneumatici moto a prendere atto di questa disposizione, "sollevando sin d'ora tutte le case costruttrici rappresentate da eventuali impieghi impropri rispetto a quanto chiaramente disciplinato da legge e come ribadito nelle raccomandazioni fornite dai principali costruttori di questi pneumatici. Qualsiasi altra affermazione o informazione in materia attribuita arbitrariamente ad Assogomma, è da considerarsi priva sia di fondamento tecnico che giuridico e pertanto non condivisa dall'Associazione e dai costruttori di pneumatici rappresentati".

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il