BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie giovedì proseguono riunioni per legge di bilancio da Gnecchi, Librando

Cosa aspettarsi dall’esame e dalle analisi delle ultime novità per le pensioni di oggi dai gruppi competenti: si va verso le votazioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): l momento è stata stesa una nuova agenda per quanto riguarda le novità per le pensioni e tutto i restanti temi nelle legge di bilancio. Si continuerà fino a martedì con riunioni che potranno durare anche fino alle 21,30 come scritto nella nota comunicata. Martedì si cercercherà di dare il via libera a tutti i miglioramenti passabili, sempre aspettando la certificazione della Ragioneria come ultime notizie e ultimissime, ma potrebbe slittare anche di 24 ore.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:30): Dall'altra parte come giò fatto per il Dl Fiscale si potrebbe saltare la richiesta alla ragioneria di stato e procedere con il voto zenza bollinatura come è già accaduto propriooggi mercoledì  anche magari spiegando che arriverà in un secondo momento. Sarebe la seconda volta  che si salterebbe il controllo delle Ragioneria che potrebbe essere delicato come già è sembrato nelle ultime notizie e ultimissime per le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:12): Il nuovo calendario dovrebbe prevedere oggi mercoledì la continuazione dell'analisi che dovrebbe durare fino a venerdì per le ultime notizie e ultimissime A questo punto ci dovrebbe essere il voto per martedì di tutti i miglioramenti, comprese le novità per le pensioni, ma ococrre capire se arrivare la certificazione richiesta della Ragioneria di Stato

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 7:20) Nella giornata odierna si continuerà ad analizzare i miglioramenti per le novità per le pensioni e tutti gli argomenti rivedendo quelli cancellati ieri che stando alle ultime notizie e ultimissime notizie nessuno riguardava le pensioni. E sempre stamattina dovrebbe essere comunicato il calendario ufficiale di questa fase di valutazione all'interno dei Gruppi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): Fino al pomeriggio odierno sono stati eliminati quasi duemila emendamenti che, comunque, saranno rivisti mercoledì insieme ai tremila da considerare ancora per arrivare all'obiettivo di portarli sotto al migliaio. Non ci sono novità per le pensioni nè positive nè negative, nel senso che ovviamente gli emendamenti rimangono perlomeno "strani" (ma non si possono certo cambiare fino a che on si arrivi a Palazzo Madama) ma al momento non nè è stato eliminato neppure uno.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:06):  E nel primo confronto che è avvenuto ieri e prsegue nalla giornata odierna sembra dalla ultime notizie e ultimissime che si sia deciso che le novità per le pensioni da tenere (ma non solo quelle sulle pensioni) dovranno essere quelle dei Gruppi che vi hanno lavorato, quindi, per le pensioni dal Comito Ristretto novità per le pensioni e non da singoli esponenti o schiaramenti. Qusta decisione sarebbe stato presa tra i avri Gruppi e il Tesoro

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22): Inizia una sorta di sfida, seppur chiamarla sfida è un pò troppo esagerato effettivamente, per decidere quali novità per le pensioni dovranno passare. E se la Gnecchi sarà una delle reappresentanti che esporrà al gruppo che cura i conti le stese novità per le pensioni, Librandi sarà uno degli appartenenti che dovrò poi dare il voto per decidere quali miglioramenti per le novità per le pensioni far passare in aula. E non sarà un percorso semplice come sembra nelle ultime notizie e ultimissime

Oggi, martedì 15 novembre, si terranno le analisi dei diversi miglioramenti presentati al nuovo testo unico, novità per le pensioni comprese, con le attese dichiarazioni di ammissibilità degli stessi da parte del Gruppo Bilancio di cui fa parte anche Gianfranco Librandi, per poi arrivare alla votazione che, invece, stando alle ultime notizie, si terranno tra giovedì 17 novembre e venerdì. Entro martedì prossimo 22 novembre, poi, dovrebbe concludersi il passaggio del testo nei gruppi competenti che approderà poi in Aula giovedì 24 novembre, con la possibilità che lo stesso giorno venga richiesta la fiducia. Le analisi e le successive discussioni sulle novità per le pensioni riguarderanno mini pensione e quota 41, o meglio, i miglioramenti presentati nei giorni scorsi dal Comitato ristretto e, tra gli altri, anche da Maria Luisa Gnecchi. Non si tratta, però, come ci si aspettava, o forse si sperava, di miglioramenti importanti, giacchè non riguardano nessun argomento si particolare rilievo. Nulla sulla mini pensione con oneri, nulla sulla quota 41 per tutti i precoci, nulla sulla proroga del contributivo femminile. Le uniche richieste di miglioramenti presentati si sono concentrate sulle mini pensioni senza oneri per chi ha iniziato a lavorare sin da giovanissimo e sull’allargamento  delle attività da considerare faticose.

Le ultime notizie riportano infatti l’esame sulle richieste di riduzione della percentuale di invalidità dal 75% al 60% per l’accesso alla mini pensione senza oneri, di estensione dei tempi di malattia (sempre per poter accedere alla mini pensione a costo zero), e di allargamento delle occupazioni usuranti per i precoci, tra cui far rientrare anche operatori socio-sanitari, marittimi e pescatori imbarcati; operai agricoli; lavoratori impiegati in attività di estrazione, importazione, lavorazione, utilizzazione, commercializzazione, trattamento e smaltimento dell'amianto; lavoratori in altezza; e lavoratori occupati in attività di stampaggio a caldo. Ma non solo: è stato chiesto anche di portare da 36 a 35 anni degli anni di contribuzione necessari per l’accesso alla mini pensione senza oneri da parte di usuranti.

Inoltre, per i lavoratori addetti alla lavorazione dell’amianto, è stato chiesto di considerare i 6 anni di attività faticosa richiesta per essere considerati lavoratori usuranti non continuativi. E si tratta di un privilegio che verrebbe concesso a questa categoria di lavoratori comunque usuranti esattamente come gli altri impegnati in tali attività e che potrebbe contribuire a creare ulteriori differenze. Tutti coloro che sono impegnati in occupazioni faticose dovrebbero godere di questa possibilità di considerare i 6 annidi attività non continuativi, considerando che si tratta di una condizione che riduce notevolmente la platea di eventuali beneficiari delle mini pensione senza oneri. Dai miglioramenti presentati, si evince chiaramente come non siano state quasi per nulla considerate, se non apparentemente, le richieste di novità per le pensioni e relativi miglioramenti avanzate dai cittadini come del resto dagli esponenti dei gruppi online sempre più protagonisti dei dibattiti previdenziali e sostenuti anche da diverse forze politiche, così come sembra non siano state nemmeno considerate le critiche mosse in questi ultimissimi giorni da parte degli organi di controllo dopo i recenti confronti tenutisi proprio sulle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, che non sono state considerate proprio positive ed efficaci.

Potrebbero, infatti, risultare inutilmente costose, perché non servirebbero per rilanciare l’occupazione giovanile, visto che non permetterebbero di avviare il meccanismo di ricambio generazionale tra lavoratori più anziani che potrebbero lasciare anzitempo la propria occupazione e più giovani da impiegare nei posti lasciati liberi, sarebbero accessibili a pochi, considerando paletti e condizioni attualmente poste, ma prevederebbero comunque un impiego di soldi che potrebbero essere impiegati in altri provvedimenti. Nonostante le diverse critiche e i diversi richiami, nulla di realmente positivo, come confermano le ultime notizie, è stato presentato. L’attesa era certamente per una novità per le pensioni di quota 41 per tutti i precoci, senza paletti e senza oneri, e di ulteriore proroga del contributivo femminile, anche alla luce delle risorse certamente esistenti anche se si attendono le quantificazioni ufficiali del contatore. Ma tali aspettative sono state decisamente deluse. E ora si attende di capire come si concluderanno esami e analisi di oggi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il