Mutui tassi variabili o fissi Novembre 2016: migliori offerte, pur meglio attendere dopo referendum per rialzo tassi attuali

Andamento tassi di interesse, prospettive e migliori offerte di mutui a tassi variabili e fissi disponibili per questo mese di novembre: quale scegliere

Mutui tassi variabili o fissi Novembre 2


Quali sono le migliori offerte di mutui, a tasso variabile e a tasso fisso, disponibili per questo mese di novembre 2016? In un momento in cui il mercato immobiliare sembra decisamente essersi ripreso, anche grazie alla discesa dei prezzi degli immobili, e le richieste di mutuo essere tornate a salire, è piuttosto incerto dare consigli su quali possano essere le migliori scelte di mutui da compiere considerando che, in vista del referendum costituzionale in programma il prossimo 4 dicembre, le prospettive sono quelle di un rialzo del tassi in generale, indipendentemente dall’andamento dello spread tra btp e bund. Stando agli ultimi dati resi noti, cresce la quota dei mutui prima casa, che passano dal 34,2% al 39,3% e, per quanto i tassi, la tendenza conferma ancora una preferenza per i mutui a tasso fisso (il 73,3% delle erogazioni), con il variabile a meno di un quarto (23,5%), il variabile con cap al 2,1% e il misto all’1,1%. Pur avendo un tasso e delle condizioni meno convenienti del mutuo a tasso variabile, il tasso fisso continua ad essere preferito perché assicura la garanzia di condizioni invariabili sempre a prescindere dalle oscillazioni del mercato che in questo momento è decisamente incerto.

Meglio, dunque, per tanti italiani, pagare una rata mensile leggermente più alta ma dormire sonni tranquilli sapendo che sarà la stessa cifra che pagherà per anni fino all’estinzione totale del mutuo, piuttosto che scegliere un mutuo a tasso variabile, certamente più conveniente, che prevede il pagamento di una rata mensile più bassa ma che potrebbe improvvisamente cambiare subendo inaspettati rialzi. Ma quali sono le migliori offerte di mutuo a tasso fisso e varibili disponibili ad oggi? Tra le offerte più vantaggiose troviamo ancora quelle Domus di Intesa Sanpaolo. Prendendo l'esempio di una richiesta di mutuo da 135mila euro per un immobile del valore di 180mila euro, Intesa Sanpaolo propone Mutuo Domus Fisso che prevede il pagamento di ua rata mensile da 565,65 euro con un tan dell'1,90% e un taeg del 2,08% e prevede il pagamento di spese di istruttoria di 700 euro e di perizia di 320 euro.

A seguire, tra le migliori offerte di mutuo a tasso fisso, troviamo Hello Home Fisso offerta di Hello Bank che prevede il pagamento di una rata mensile di 572,20 euro con tan al 2%, taeg al 2,11%, spese di istruttoria di 200 euro e di perizia di 300 euro. Passando alle migliori offerte di mutui a tasso variabile, anche in questo caso spicca Mutuo Domus Variabile di Intesa Sanpaolo, che permette di richiedere un mutuo fino al 95% del valore dell'immobile e personalizzabile, prevede uno sconto di tasso dello 0,35% rispetto alle condizioni economiche classiche, e spese di istruttoria che variano in base al rapporto tra importo del mutuo e valore di perizia dell'immobile cauzionale.

Sempre prendendo il caso di una richiesta di mutuo da 135mila euro per un valore dell'immobile di 180mila euro, tra le migliori offerte di mutuo a tasso variabile per questo mese di novembre 2016 spicca quella di Mutuo a tasso variabile Semprelight di IwBank Private Investments che prevede il pagamento di una rata mensile di 524,20 euro, con tan all'1,25%, taeg all'1,27% e non prevede spese di istruttoria e di perizia; a seguire spicca l'offerta Mutuo Variabile di Webank, che prevede il pagamento di una rata mensile di 527,31 euro, tan all'1,30% e taeg all'1,33%. Anche in questo caso non sono previste spese di istruttoria e di perizia.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il