BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie opzione donna primo passo ammissibilità proroga superato in Gruppo Bilancio

C'è la partita della proposizione di cambiamenti al testo della maggioranza, comprese le novità per le pensioni, al centro dei lavori politici.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:52 aggiornamento nel testo).

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:20): Continua a essere alta l'attenzione sulla proroga dell'opzione donna come tassello ulteriore del mosaico delle novità per le pensioni. La ragione è molto semplice: come confermato dalle ultime e ultimissime notizie, la relativa proposta di cambiamento alle norme in vigore ha superato il primo step, quello del vaglio di ammissibilità.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:40): Il percorso della proroga dell'opzione donna è a ostacoli, come sta emergendo dall'analisi della fase della proposizione dei miglioramenti ai testi sulle novità per le pensioni. Ma solo con la comunicazione del budget si capirà se il provvedimento taglierà il traguardo finale. Di importante c'è che secondo le ultime e ultimissime notizie, il responsabile del Tesoro ha dato il via libera al contatore.

Si innalza il muro della rigidità davanti alla proposizione di cambiamenti al testo della maggioranza, novità per le pensioni incluso. Come spiegato, non sono presi in esame quelli privi di una reale copertura economica e le conseguenze sono presto dette. Circa 1.500 proposte di miglioramento alla manovra sono state restituite al mittente perché non ammissibili per mancanza di budget o semplicemente perché non presentabili in questo strumento. Non solo, ma tra i 3.500 cambiamenti che hanno evitato la tagliola saranno votati solo quelli segnalati, ma fino a un massimo di 900, oltre a approvati dalle rispettive commissioni. E tra queste dovrebbe avere il via libera la proposta sull'opzione donna.

Il testo, sottoscritto da Cesare Damiano (Partito democratico), Walter Rizzetto (Movimento 5 Stelle), Davide Baruffi (Partito democratico), Tiziano Arlotti (Partito democratico), Cinzia Maria Fontana (Partito democratico), Antonio Boccuzzi (Partito democratico), Titti Di Salvo (Partito democratico), Luisella Albanella (Partito democratico), Floriana Casellato (Partito democratico), prevede l'annullamento degli effetti dell'aumento delle aspettative di vita attraverso l'estensione della sperimentazione al 31 luglio 2016 anziché al 31 dicembre 2015. così da potere includere coloro che sono nate nell'ultimo trimestre del 1958. L'obiettivo è dunque di allargare la platea delle potenziali destinatarie dell'opzione donna.

In ballo c'è appunto la concessione alle lavoratrici dell'opportunità del congedo qualche anno prima rispetto ai requisiti in vigore, ma rinunciando a una parte dell'assegno perché calcolato con il contributivo. Il ritiro sarebbe possibile a 57 anni e 3 mesi di età con 35 anni di contributi per le lavoratrici dipendenti o a 58 anni e 3 mesi per le lavoratrici autonome. Il problema è che non c'è un budget sufficiente per finanziare la proroga dell'opzione donna, questi tentativi sono destinati a cadere nel vuoto. Il responsabile del Tesoro non ha ancora reso noti i risparmi della sperimentazione di quest'anno nonostante l'Istituto nazionale della previdenza sociale abbia già inoltrato i risultati del monitoraggio delle domande di pensionamento presentate dalle lavoratrici.

Da qui la diffida del Comitato Opzione Donna Proroga 2018 al Tesoro affinché si renda "interprete delle istanze delle diffidanti per veder apportare gli opportuni ed anzi necessari emendamenti alla legge di stabilità attualmente all'esame delle Camere" contemplando l'opzione donna, anche in relazione alla "puntuale e corretta attività di monitoraggio delle risorse e delle economie di spesa al fine di assicurare il trattamento pensionistico alle donne" coinvolte "mediante l’utilizzo corretto dei fondi già risparmiati e disponibili".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il