BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 da Binetti, Rampelli, Marchi

Le ultime posizioni di Binetti, Marchi e Rampelli su miglioramenti e richieste per nuovo testo unico: nulla ancora per novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Alcuni dei benefici richiesti più strani sono stati anche già cancellati, ma oltre a quelli sui tartufi rimangono alcuni per manifestazioni a carattere sportivo non così importanti da essere presenti in quetso iter così come alcuni opere su dune e spiaggie in tratti singoli che non hanno nessun senso qui eppure sono ancora presenti, sperando che le ultime notizie e ultimissime ne confermino quanto prima una cancellazione (e sarebbe bello un miglioramento per le novità per le pensioni, ma al momento pare impossibile)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:34) E oltre ai contentini e i bonus, bisogna aggiungere accanto all'assenza di vere novità per le pensioni l'astruso che vi è in molte altre novità che non solo fanno spendere soldi, ma fanno capire come non si sono comprese le priorità. Come si può, infatti, giudicare un aiuto di 15 milioni per i tartufi comparso nelle ultime notizie e ultimissime di questo iter?

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Dalla lettura delle proposte di cambiamento al testo della maggioranza e non solo emerge chiarimente come le novità per le pensioni non sono al centro dell'attenzione dei vari schiaramenti. Poche le idee per migliorare un impianto che di suo è costretto a muoversi in ristretti limiti di budge, ma tante idee per miglioramenti che per usare un eufemismo non sono così importanti

Continuano a mancare le proposte di miglioramento di novità per le pensioni che, dal canto loro, continuano ad essere fortemente richieste dai cittadini e da alcune forze politiche per poter permettere una revisione delle attuali norme pensionistiche ancora considerate troppo rigide e al contempo per rilanciare l’occupazione giovanile che potrebbe tradursi, in termini concreti, in una nuova spinta alla crescita economica in generale attraverso un rilancio della produttività. E se da una parte mancano ancora novità per le pensioni importanti, cosa che sembra decisamente strana considerando l’importanza che questo tema chiaramente ha per i cittadini stessi, e la maggioranza ne è ben consapevole, dall’altra, continuano ad essere presentati miglioramenti che sembrano inutili e misure che potrebbero anche essere rimandate. Tutto in un pioggia di infinite proposte che stanno arrivando in questi giorni. Si tratta, comunque, ancora una volta di possibili mance elettorali e provvedimenti una tantum che contribuiscono a generare solo incertezza e confusione e nessuno, tra maggioranza e opposizione sta realmente concentrandosi su quelli che potrebbero essere i miglioramenti davvero importanti, come appunto quelli relativi alle novità per le pensioni.

Giorni concitati, dunque, in cui sono già stati respinti tanti miglioramenti presentati ma durante i quali di nuovi ne vengono proposti, decisamente inutili, come detto, come quello presentato dalla deputata Paola Binetti di Ap che, secondo le ultime notizie, avrebbe chiesto agevolazioni per ben 15 milioni di euro per la raccolta e la commercializzazione dei tartufi, che si affianca alla richiesta di estensione degli incentivi per le ristrutturazioni e risistemazioni dei giardini di casa, a sostegno delle aziende del settore gardening; e a quella di definire pesanti sanzioni per i bagarini online dediti alla vendita di biglietti dei concerti o di inserire anche su questi biglietti, come già accade per quelli delle partite di calcio, i nominativi. Dal canto suo, Maino Marchi, capogruppo della maggioranza del Gruppo Bilancio, è tra i firmatari della nuova proposta dell’imposta unica per Imu e Tasi, sulla quale però, all’indomani della sua presentazione, stando alle ultime e ultimissime notizie, si sarebbe fatto già un passo indietro.

Secondo alcuni calcoli eseguiti, infatti, è possibile che l’introduzione di una imposta del genere porti ad un aumento, seppur lieve, della tassazione per i cittadini. Anche per Confedilizia l’imposta unica per Imu e Tasi nella Imi avrebbe generato un aumento delle tasse sugli immobili, per cui buona è stata la decisione di ritirare la proposta. Da Forza Italia e Lega sono invece arrivate nuove proposte riguardanti la richiesta di riduzione del Canone Rai a 50 euro, mentre per Fabio Rampelli di Fratelli di Italia il costo del prossimo anno dovrebbe rimanere di 100 euro come attualmente fissato. Nulla, però, è stato detto per eventuali novità per le penisoni. Altri miglioramenti presentati riguardano poi la richiesta di nuovi fondi, del valore di 100 milioni di euro stando alle ultime e ultimissime notizie, da destinare a partire dal 2017 al finanziamento di radio e tv locali.

Sono, dunque, decisamente diversi e disparati gli argomenti che sono stati considerati per la messa a punto di miglioramenti da presentare in questo lungo iter di discussione del testo unico ma ciò che ancora stupisce è la mancanza tra questi stessi miglioramenti di ulteriori novità per le pensioni che rappresentano uno degli argomenti fondamentali su cui puntare ma che la maggioranza, così come le opposizioni, al momento non sembrano più considerare come dovrebbero. Probabilmente si attende la fine dell’anno per procedere, come già annunciato qualche tempo fa, ad una seconda fase di lavoro più profondo di definizione di novità per le pensioni importanti come quota 100 o quota 41 per tutti, anche se sarà difficile poterlo fare senza problemi visto che, alla luce delle ultime notizie, è possibile che l’attuale problema di mancanza di soldi possa comunque riproporsi anche il prossimo anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il