BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Referendum costituzionale sondaggi ultimi ufficiali aggiornati oggi e da oggi solo clandestini perchè altri bloccati

Cosa chiede il quesito del prossimo referendum costituzionale, ultimi sondaggi ad oggi e cosa potrebbe accadere fino alla fine: ad oggi il premier perderebbe




AGGIORNAMENTO: Da oggi, venerdì 18 Novembre, vi potranno essere solo sondaggi clandestini come quelli che hanno sempre interessato per qualsiasi referendum o altro voto e che arrivano mascherati da corse di cavalli, conclave di Papi e Formula 1. Vedremo e ci saranno anche questa volta e noi ve li daremo ovviamente con tutte le ultime notizie e ultimissime. e aggiornati di giorno in giorno. Intanto soto gli ultimi sondaggi aggiornati ad oggi venerdì 18 Novemrbe ufficiali.

Si vota il prossimo 4 dicembre per il referendum costituzionale volto alla modifica della legge elettorale attuale e non solo: ma quali sono le intenzioni di voto degli italiani ad oggi? Cosa riportano i sondaggi ad oggi? Stando alle ultime notizie riportate da un sondaggio Emg Acqua, il No ad oggi sarebbe in vantaggio di 4 punti percentuali sul Sì. Secondo l’ultima rilevazione Emg, infatti, i sì sarebbero al 34,9%, i no al 39,2%. In una settimana, il fronte del sì sarebbe cresciuto di appena lo 0,1%, mentre quello del no dello 0,9% e sarebbe diminuita, sempre stando alle ultime rilevazioni, la percentuale di astenuti, ferma ad oggi al 40,2%. Secondo i dati del sondaggi, l’affluenza attesa per il 4 dicembre prossimo sarebbe tra il 50% e il 55% e in basi ai dati conosciuti, alla luce delle ultime notizie, il no si attesterebbe al 52,9%, il sì al 47,1%.

Secondo altri risultati, per il sondaggio di Tecnè, i contrari sarebbero al 52,3% e i favorevoli al 47,7%; per Scenari Politici-Winpoll, il no sarebbe al 51,8% e il sì al 48,2%. Ancora due giorni per rendere noti i sondaggi ufficiali che, come ben dimostrano le ultime notizie, danno in vantaggio il no, per cui se si dovesse votare ora il premier perderebbe la sua ‘battaglia’ costituzionale. Poi il silenzio e la possibilità che anche per questo referendum si porteranno avanti i sondaggi clandestini. Si tratta di informazioni che rendono comunque noto l’andamento delle preferenze di voto degli italiani in appuntamenti elettorali o, come in questo caso, in relazione ai referendum, celate dietro racconti di corse di cavalli o andamento delle vendite di automobili.

Si tratta di sondaggi per cui è abbastanza difficile verificare l'attendibilità ma che comunque cercando di dare un'idea sull'andamento delle preferenze elettorali anche nei 15 giorni che precedono gli appuntamenti di voto, periodo durante il quale scatta il divieto di pubblicazione dei risultati dei sondaggi ufficiali. La legge italiana non vieta di realizzare sondaggi, ne vieta solo la diffusione nei 15 giorni prima del voto. Si tratta di un periodo di tempi durante il quale i partiti politici continuano a commissionare sondaggi e gli istituti continuano a realizzarli, per cui le notizie aggiornate sono ben note tra gli addetti ai lavori, ma non possono essere diffuse dagli organi di stampa.

Il referendum del prossimo 4 dicembre prevede la modifica di alcuni articoli della Costituzione italiana. Unico il quesito referendario cui dover rispondere sì o no, che però accorpa diverse domande e chiede ‘Approvate il testo della legge costituzionale concernente disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del Titolo V della parte II della Costituzione, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?’. Votando sì la Costituzione sarà rivista, votando no, invece, nulla cambierà rispetto a quanto attualmente previsto. Ricordiamo che per la vittoria non serve il raggiungimento del quorum: la riforma Renzi-Boschi entrerà in vigore se i Sì saranno maggioranza, sarà bocciata se i No supereranno il 50%. E sarà un referendum costituzionale comunque valido anche se a votare andranno in pochi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il