BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie nel bilancio date definite voto finali ed emendamenti Ape Social, opzione donna proroga, quota 41, esodati

Entro domenica voto finale su emendamenti alla nuova legge di Bilancio e cosa aspettarsi eventualmente ancora per novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22): Oltre ad essere state definite le date nel bilancio per le novità per le pensioni e tutto l'iter in generale almeno per quanto riguarda i prossimi passaggi, si sono quasi definiti, o comunque, si può capire con molte probabilità queli emendamenti saranno votati ammissibili tra le novità per le pensioni, in manieraparticolare quelli centrali nelle ultime notizie e ultimissime come Ape Social, Ape Volontaria, opzione donna proroga, quota 41 ed esodati

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30) Sono definite salvo sorprese che ci possono sempre essere le date ufficiali per il bilancio a Montecitorio, ma ancora prima per gli ultimi due passaggi degli emendamenti che riguardano anche le novità per le pensioni. E sono tutte ultime notizie e ultimissime ufficiali avute tramite comunicati stampa di Montecitorio stesso.

Entro domenica prossima 27 novembre dovrebbero essere approvate misure ed emendamenti alla nuova legge di Bilancio 2017, compresi quelli relativi alle novità per le pensioni, non solo relativi all'Ape per anticipare l'età pensionabile ma anche per la proroga dell'opzione proroga donna, per la nuova salvaguardia per gli esodati, ed eventualmente, come si spera, per tutti i quota 41, anche se, come confermano le ultime notizie, al momento per i quota 41 per tutti non è stato presentato alcun emendamento. E si tratta di una mancanza che ha deluso non poco tutti coloro che attendevano novità in tal senso.

In realtà i lavori sul testo unico avrebbero dovuto essere chiusi martedì prossimo per poi arrivare in Aula giovedì 24, ma a causa di ritardi iniziali e successivi blocchi per mancanze di coperture, come hanno riportato le ultime e ultimissime notizie, il presidente del Gruppo Bilancio ha chiesto un rinvio di almeno 24 ore, rimandando, dunque, il tutto tra mercoledì e giovedì prossimo, facendo, al contempo, slittare l’arrivo in Aula a venerdì, e licenziando la legge di Bilancio entro domenica, in modo da chiudere le discussioni in merito qualche giorno prima dell’appuntamento con il voto pubblico del prossimo 4 dicembre.

Si era detto, infatti, che in vista del voto di dicembre le discussioni sulle misure del nuovo testo unico sarebbero state interrotte per poi riprendere dal 5 e così effettivamente sarà. La curiosità, e l’attesa, sarà per capire se in merito alle novità per le pensioni sarà presentato qualche altro emendamento, considerando che stando alle ultime notizie è possibile che questi arrivino anche fino a qualche giorno prima dell’approvazione definitiva del testo unico, anche in virtù dell’esito stesso del voto di dicembre. E’ possibile, infatti, che in caso di sconfitta del premier all’appuntamento con il voto, possa arrivare qualche ulteriori proposta di modifica che rilanci ancora una volta le  novità per le pensioni, anche se comunque in tal caso bisognerebbe fare i conti sempre con i soldi disponibili. L’attesa cresce anche per la questione della proroga del contributivo donna, per cui nel frattempo si attendono ancora risposte ufficiali sulle risorse restanti dai soldi, circa 2,5 miliardi di euro, già stanziati l’anno scorso per il rinvio dello stesso meccanismo per tutto quest’anno.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il