BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie le regole ufficiali per accedere all'Ape Social se si è disoccupati, con Naspi o mobilità

Per coloro che sono senza lavoro e vogliono accedere alle mini pensioni non onerose è indispensabile che la perdita dell'occupazione sia stata involontaria.




Arrivano nuovi dettagli sulle mini pensioni ovvero la principale novità per le pensioni messa a punta dalla maggioranza per togliere un po' di rigidità all'attuale legge previdenziale. E le nuove informazioni raccontano di confini ancora più stretti per quanto riguarda le mini pensioni non onerose per coloro che sono senza lavoro e privi di ammortizzatori con 30 anni di contributi. Per rientrare in questa condizione è indispensabile che il rapporto di lavoro sia terminato per licenziamento, per dimissioni per giusta causa o per la complessa procedura della risoluzione consensuale. Insomma, così come capita per la Naspi ovvero il sussidio di disoccupazione, la perdita di lavoro deve essere involontaria.

Ci sono alcuni passaggi ben precisi e requisiti rigorosi per le mini pensioni non onerose. I beneficiari che hanno diritto ricevono la somma direttamente dall'Istituto nazionale della previdenza sociale, pari alla pensione certificata al momento della richiesta, a solo se più bassa di 1.500 euro lordi, o direttamente 1.500 euro lordi se la pensione è maggiore. Questa somma è tassata come reddito da lavoro dipendente per cui il netto è maggiore di quello associato a un reddito da pensione equivalente. Istituti di credito e assicurazioni non sono coinvolti nell'erogazione e se il destinatario con pensione superiore a 1.500 euro vuole una mini pensioni più alta affinché si avvicini al reddito da pensione atteso, può richiedere la differenza con il meccanismo delle mini pensioni onerose, pagando un costo minimo solo sulla differenza richiesta

Diverso è il caso delle mini pensioni onerose, sono cinque gli aspetti da prendere in considerazione. In prima battuta gli interessati richiedono la certificazione della pensione futura all'Istituto nazionale della previdenza sociale per informazioni su durata e ammontare delle mini pensioni e su istituti di credito e assicurazioni aderenti all'iniziativa. Quindi il richiedente sottoscrive la proposta e la quantità prescelta delle mini pensioni e gli viene accreditato in rate mensili l'importo erogato All'età di vecchiaia, poi, l'Istituto nazionale della previdenza sociale eroga la pensione al netto della rata di ammortamento.

In caso di premorienza l'assicurazione ripaga il debito residuo e l'eventuale reversibilità viene corrisposta senza decurtazioni. Al termine dei 20 anni dal pensionamento, il richiedente ha completato la restituzione delle rate di ammortamento all'istituto di credito finanziatore e la pensione torna al suo livello normale.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il