BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su Ape Volontaria, Quota 41, Ape Social da Gnecchi, Morando, Di Battista

Le critiche alle ultime novità pensioni ancora persistenti da parte di Di Battista e contrarietà ancora ribadita da Morando




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): E proprio con il Tesoro e i suoi esponenti a differenze delle ultime notizie e ultimissime in un continuo divenire senza sosta sembra che il confronto per le novità per le pensioni si sia ripaerto anche con alcune iniziali evidenze concrete

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01):  Da una parte una serie di miglioramenti per le novità per le pensioni anche di singoli schiaramente, dall'altra quelli del Comitato Ristretto per le novità per le pensioni che sembrano, al contrario di tutto quello che si diceva nelle ultime notizie e ultimissime, assolutamente incerti. Al centro come sempre il ruolo del Tesoro

Nell’iter di discussione del nuovo testo unico e relativi miglioramenti riguardanti anche le novità per le pensioni cosa ci si potrà aspettare nei prossimi giorni e nelle prossime settimane? Si tratta di una domanda a cui sembra difficile poter dare una risposta certa, considerando che le ultime notizie sulle stesse novità per le pensioni continuano ad essere abbastanza confuse e concitate allo stesso tempo. Mentre, infatti, la maggioranza continua a portare avanti novità per le pensioni di ape social e quota 41 collegata, ancora molto ristrette, molto limitate e per nulla convenienti per gli stessi lavoratori, come sostenuto da molti, continuano, allo stesso tempo, a essere espresse critiche e malcontenti nei confronti delle stesse novità per le pensioni. A partire dagli stessi cittadini, che sono sempre contro sia le attuali norme pensionistiche sia le attuali novità per le pensioni che dovrebbero essere riviste per cercare di soddisfare realmente tutti, per arrivare a singoli esponenti delle forze politiche e delle intere forze politiche. Tra colo da sempre particolarmente critici nei confronti delle novità per le pensioni di mini pensione, Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle che, probabilmente, sarà tra coloro che proporrà ulteriori cambiamenti relativi alla richiesta di quota 41 per tutti e senza oneri ma anche all’estensione del cumulo per tutti.

Secondo quanto al momento formulato, infatti, questa novità per le pensioni che prevede la possibilità di cumulo gratuito di tutti i propri contributi previdenziali vale solo per gli iscritti alle diverse gestioni previdenziali ma sempre dell’Istituto di Previdenza, lasciando fuori, dunque, i liberi professionisti, come giornalisti, ingegneri, medici, architetti, commercialisti, iscritti alle casse private. Difficilmente la quota 41 per tutti potrebbe passare perché proposta dal Movimento e non da un gruppo competente come dovrebbero esserlo i miglioramenti per essere approvati, e per quanto riguarda il cumulo, potrebbe passare invece e non perché proposto dal Movimento 5 Stelle ma perché anche il Comitato ristretto per le pensioni, proprio come confermano le ultime notizie, ha proposto lo stesso miglioramento di estensione per tutti del cumulo gratis dei contributi previdenziali.  

Di Battista, secondo le ultime notizie, è tornato in questi giorni a puntare il dito contro l’inutilità delle ultime novità per le pensioni di mini pensione, con particolare critica al piano di rimborso 20ennale che i pensionati dovrebbero pagare per lasciare anzitempo la propria occupazione con l’Ape volontaria che agevolerebbe solo gli istituti di credito che sulla stessa mini pensione si ‘intascherebbero’ i relativi interessi. Ciò che Di Battista critica maggiormente è proprio la decisione della maggioranza di voler privilegiare gli istituti di credito piuttosto che i comuni cittadini.

Da sempre molto critico nei confronti delle novità per le pensioni dell’Ape anche il segretario della Lega Nord, pronto a cambiare totalmente le attuali norme pensionistiche, fino alla loro cancellazione, pronto ad abolire anche la mini pensione se dovesse davvero essere approvata così com’è, pronto a far capire agli italiani quanto la stessa maggioranza abbia poca contezza di ciò che sta facendo in virtù della realtà circostante. Solo tante belle promesse e tante belle novità apparenti ma nulla di serio e importante. E l’occasione per dimostrare queste novità, in generale e non solo novità per le pensioni, effimere che si stanno portando avanti è stato un confronto con il responsabile del dicastero dell'economia che alla domanda, provocazione, da parte del segretario della Lega su quanto costa un litro di latte o quanto costa la benzina, non ha saputo rispondere, spiegando che da quando ha l’incarico di responsabile del Dicastero del Tesoro non va a fare più la spesa. Ne è un’assurdità: come è possibile che proprio il ministro non abbia contezza e consapevolezza della reale situazione economica del Paese che ‘gestisce’ e guida? E con quale criterio è possibile che continui a lavorare sui conti se non conosce nemmeno i minimi conti di tutti i giorni che devono fare gli italiani? E come è possibile che non conoscendo la base della vita economica quotidiana di tutti possa, però, definire piani e priorità di investimenti di miliardi da dedicare all’uno piuttosto che all’altro intervento perché potrebbe dare reale spinta alla crescita economica italiana?

E’, infatti, il ministro delle finanze che da sempre, come confermano anche le ultime e ultimissime notizie, sostiene che le novità per le pensioni non sono prioritarie per il rilancio della crescita economica italiana, preferendo privilegiare, come ha fatto anche con questo nuovo testo unico, stanziare soldi per altri provvedimenti, come investimenti e misure per le imprese che a suo parere, come del resto di quello di tutti gli altri tecnici del Tesoro, sarebbero decisamente più importanti in un percorso di rilancio economico del Paese. Purtroppo, però, la realtà sarebbe ben diversa: anche , e soprattutto, attraverso l’attuazione di novità per le pensioni capaci di rilanciare il turn over a lavoro si potrebbe dare nuova spinta alla crescita economica italiana con rilancio di occupazione giovanile e produttività. Ma a quanto pare la posizione di contrarietà a queste novità per le pensioni da parte del ministro resta ferma. E, infatti, sembrebbe che tutte le novità per le pensioni anche che apparevano certe del Comitato per le novità per le pensioni potrebbero essere cancellate e respinte proprio con il aprere negativo del Ministero dell'Economia secondo quanto trapelato da chi in generale si sta occupando di tutta la questione finanziaria come Morando.

Ritornando al discorso delle opposizioni assolutamente contraria a queste novità per le pensioni ancora una volta negative appare essere una delle cooridnatrici e co-responsabili del Comitato Ristretto a cui fino a poche ore fa si erano date chiare rassicurazioni che si sarebbe fatto tutto come da riunione dei capigruppi e Tesoro precedente. Ora, invece, anche i miglioramenti che secondo noi era molto contestabili e crearemo problemi tra Ape Social, Quota 41, Ape volontaria saranno respinti a sorpresa

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il