BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie opzione donna ribaltato tutto proroga appare certa o quasi meno novità Ape Social, quota 41,Ape Volontaria

Almeno per ora sono bloccati anche i cambiamenti sui familiari che assistono un parente disabile nel quadro delle novità per le pensioni.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:20): Continua a esserci il rinnovo della sperimentazione dell'opzione donna ad avere più possibilità, tra i cambiamenti presentati sulle novità per le pensioni, di vedere le luce. La maggioranza sembra essersi convinta sulla proroga, basandosi sui calcoli economici del monitoraggio e dei risparmi, più chiari dopo le ultime e ultimissime notizie.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01): Sulle base di quanto sta emergendo dalle ultime e ultimissime notizie ci sono ragioni di budget alla base della bocciatura di alcune tra le più interessanti ipotesi di cambiamenti ai testi delle novità per le pensioni. E con la medesima sorpresa, il contributivo donna sembra aver guadagnato punti nella gerarchia delle priorità.

Sono giorni di sorprese sul versante delle novità per le pensioni perché le aspettative iniziali sono state ribaltate. E siccome la situazione è in divenire e appare ancora confusa, non è affatto da escludere che nelle prossime settimane possano arrivare nuovi stravolgimenti. In buona sostanza non solo solo stati lasciate cadere le ipotesi di miglioramento depositati dai singoli parlamentari e dalle forze politiche, ma anche quelli concordati in sede di organismi interni, tra cui quelli del Gruppo Pensioni, stanno saltando o comunque dovrebbero essere stralciati. Almeno in questa primissima fase non sono dunque da mettere in conto variazioni al tema.

Semaforo rosso, dunque, alla richiesta di abbassare da 36 a 35 anni gli anni di contribuzione richiesta per accedere alle mini pensioni non onerose così come alla proposta di andare al di là delle gestioni che fanno capo all'Istituto nazionale della previdenza sociale in relazione al provvedimento sul cumulo gratis dei contributi versati in più casse previdenziali. L'idea era infatti quella di includere anche gli iscritti gli istituti privatizzati delle categorie professionali. Si trattava di due passaggi chiave ma se nel primo caso l'impegno di budget per lo Stato viene evidentemente ritenuto insostenibile, nel secondo gli introiti sono giudicati irrinunciabili

Almeno per ora sono bloccati i cambiamenti relativi all'inserimento tra i familiari assistiti dei conviventi di fatto da almeno cinque anni e dei fratelli o sorelle; alla riduzione dell'età minima richiesta, pari a 63 anni, di un anno per ogni cinque anni di assistenza; dell'abbassamento dei contributi minimi richiesti, 30 anni, di un anno per ogni cinque anni di assistenza; della distribuzione del budget tra le categorie previste. E con una certa sorpresa, sembra aver trovato nuovo vigore l'ipotesi di prolungare la sperimentazione dell'opzione donna, legata comunque ai risparmi dalla gestione dell'anno in corso. Una specifica proposta di miglioramento prevede l'estensione al 31 luglio 2016 anziché al 31 dicembre 2015 così da potere includere coloro che sono nate nell'ultimo trimestre del 1958, altrimenti escluse per via della disposizione sull'aumento delle speranze di vita.

Con la proroga dell'opzione donna, di cui sono stati resi noti i numeri relativi al contatore, c'è in ballo la concessione alle lavoratrici dell'opportunità del congedo qualche anno prima rispetto ai requisiti in vigore, ma rinunciando a una parte dell'assegno perché calcolato con il contributivo. Il congedo sarebbe possibile a 57 anni e 3 mesi di età con 35 anni di contributi per le lavoratrici dipendenti o a 58 anni e 3 mesi per le lavoratrici autonome. Ripetiamo, in questo contesto in continuo movimento, le certezze sono poche e nessun provvedimento aggiuntivo sulle novità per le pensioni può dirsi certo fino alla sua approvazione finale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il