BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie ufficiali Ape Volontaria, Quota 41, Ape Social miglioramenti pensioni sospesi, bocciati, passati

I miglioramenti alle ultime novità per le pensioni passati, bocciati e in bilico e cosa potrebbe ancora cambiare per ape e quota 41




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:48): Vi, sarà, dunque, un confronto molto breve tra domani venerdì e il week-end e una prima votazione in Aula e con il consenso della Ragioneria sarà tutto inviato a Palazzo Madama da lunedì. Non si attendono da questo confronto nessuna novità, tantomeno per le novià per le pensioni. E potrebbe essere messa anche la fiducia immediata come nelle ultime notizie e ultimissime si dice.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:17 nel testo sottostante)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:30): Si concludono questa mattina le ultime analisi per quanro riguarda le novità per le pensioni a livello di miglioramenti, ma tutto sembra già definito. Gli emendamenti cancellati sono quelli detti, due soli approvati, mentre quellid el Comitato per le novità per le pensioni sono al momento congelati come le ultime notizie e ultissime confermano. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:03): Tra quelli bocciati una prima richiesta per i miglioramenti per le novità per le pensioni è stata quello di cancellare l'Ape in tutte le sue forme e ritornare alla quota 100 già depositata, ma vi è stato un netto rifiuto e bocciatura. Una seconda novità per le pensioni richiesta è stata fatta per le novità per le pensioni con quota 40, bocciata direttamente. Queste novità per le pensioni sono state richieste da M5S e Lega in particolare e altre ne vedremo doipo tra quelle bocciate. E si atttendo ultime notizie e ultimissime da questo pomeriggio quando si è ripresa l'anali dei miglioramenti,

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:12): Oltre ai miglioramenti già detti per le novità per le pensioni bisogna sottolineare i tanti miglioramenti che nel silenzio o quasi sono stati bocciati ufficialmente come confermano le ultime notizie e ultimissime. La motivazione è sempre legata al budget che pare non esserci mai. E sono stati bocciati al momento tutti quelli delle forze di opposizione, mentre come abbiamo detto rimangono in bilico cond elle posisbili aperture quelli del Comitato ristretto.
 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): C'è una proposta di cambiamento in particolare che potrebbe incidere più di altre sulle novità per le pensioni: è quella che propone di ridurre i cotributi per accedere alle mini pensioni non onerose da parte di coloro che svolgono attività prevalentemente faticose. Si respira però aria di sfiducia dalle ultime e ultimissime notizie.

E’ decisamente lunga la lista dei miglioramenti presentati ai provvedimenti del nuovo testo unico, meno lunga quella dei miglioramenti finora passati, bocciati o ancora in bilico relativi alle misure del nuovo testo unico e soprattutto alle ultime novità per le pensioni di ape social, ape volontaria e quota 41 con il passaggio degli stessi miglioramenti in Gruppo Bilancio. Le ultime notizie confermano, tra i miglioramenti approvati, l’introduzione delle categorie di lavoratori di maestre d'asilo ed educatori di asilo nido nella lista degli occupati in attività faticose che potranno accedere alla mini pensione senza oneri e alla quota 41, avendo maturato i 12 mesi di contribuzione richiesti entro il 19esimo anno di età; ulteriori 150 milioni di euro per il Fondo indigenza nel 2017, soldi che potrebbero essere anche investiti, come riportato da alcune ultime notizie, per introdurre una sorta di assegno universale che in un primo momento potrebbe essere erogato solo a coloro rimasti senza occupazione per poi allargarsi a coinvolgere anche altre persone in difficoltà, in base al budget che ovviamente sarà disponibile.

E’ passata anche la richiesta presentata da alcune forze politiche di impegno da parte della maggioranza a presentare, entro il prossimo 10 settembre 2018, alle Aule una relazione con i risultati conseguiti nel primo anno di sperimentazione delle ultime novità per le pensioni annunciate di mini pensione e quota 41. A fronte di questi miglioramenti già definiti, ve ne sono altri ancora in bilico, tra cui quelli relativi alle novità per le pensioni presentati dal Comitato ristretto per le pensioni stesse. C’è molta confusione su questi miglioramenti del Comitato che inizialmente si pensava fossero già in via di approvazione ma che, stando alle ultime e ultimissime notizie, rischiavano fino a poco fa di essere bocciati, ma che ora sono ancora in discussione. E le trattative sulla loro definizione ed eventuale approvazione continueranno. Le richieste di miglioramento, ancora in bilico, da parte del Comitato ristretto prevedono  una riduzione della percentuale di dell'invalidità dal 75% al 60% per l’accesso all’Ape social; riduzione da 36 a 35 anni dei contributi necessari per permettere a chi è impegnato in occupazioni faticose di richiedere l’ape social; allargamento della lista di mestieri da considerare faticosi, sempre per l’ape social con successiva possibilità a Palazzo Madama di allineamento di questa richiesta anche per la quota 41 senza oneri.

La lista dovrebbe allargarsi a comprendere anche Oss, operatori socio-sanitari; lavoratori in altezza, marittimi e pescatori imbarcati, operai agricoli, lavoratori addetti alla lavorazione dell’amianto. Nessuna novità, stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, su eventuali richieste di miglioramento per l’ape volontaria né per la novità per le pensioni di quota 41 per tutti e senza oneri. Resta ancora aperta la questione dell’estensione della possibilità di cumulo gratuito di tutti i propri contributi previdenziali anche ai lavoratori autonomi, liberi professionisti iscritti alle loro relative casse private previdenziali, visto che la misura così come proposta cancella gli oneri costi per il cumulo di tutti i contributi che i lavoratori hanno versato nelle diverse gestioni previdenziali comunque collegate all’Istituto di Previdenza.
E sembra quasi confermata anche il contributivo donna, ma solo fino ai prossimi 7 mesi e ed esponenti autorevoli si stanno impegnado per riuscirci.

Dopo il passaggio in Gruppo Bilancio, è possibile che ulteriori miglioramenti vengano presentati anche con il testo a Palazzo Madama, ma anche oltre, considerando il ritardo dei tempi di avvio di discussione delle stesso testo unico e della presentazione dei relativi miglioramenti.

Ciò che ci si chiede è se i miglioramenti ancora in bilico saranno approvati, con possibilità di ulteriori modifiche reali alle attuali novità per le pensioni di ape e quota 41 limitata che comunque continuano ad essere considerate vantaggiose e convenienti dagli stessi interessati, cioè lavoratori e pensionandi, ma che quanto meno rappresentano una prima piccola modifica della attuali norme pensionistiche o se, come già accaduto negli anni scorsi, le discussioni andranno avanti tra proposte, richieste rimaste in bilico, rinvii per poi concludersi con un ennesimo nulla di fatto e rimandare ancora una volta tutte le eventuali novità per le pensioni al prossimo anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il