BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Emendamenti approvazione Ape Social, pensioni, Quota 41 ufficiale come emendamenti statali, canone rai entro venerdì

Ancora discussioni emendamenti al nuovo testo unico in Gruppo Bilancio ma entro fine settimana il passaggio in Aula: gli argomenti ancora in discussione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:22):  Continuano i confronti per poter decidere quali emendamenti far passare o bociare dell'iter in corso sia per le novità per le pensioni che per il rinnovo contratti statali o il canone rai e i tanti altri argomenti centrali nelle ultime notizie e ultimissime. Entro domani giovedì si vorrebbe concludere tutto, ma è possibile uno slittamente fino a venerdì. I tempi sono davvero molto stretti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:22): Ultime votazioni in sede di organismi interni prima del passaggio dell'iter all'Assemblea. Sono coinvolti tutte le proposte di cambiamento, dalle novità per le pensioni passando per quelli relativi a scuola, imposte e rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici. Come confermato dalle ultime e ultimissime notizie, il voto finale è atteso già nel fine settimana.

Continuano le trattative sulle misure annunciate per la nuova Lgge di Stabilità 2017, attualmente in discussione in Gruppo Bilancio, dove si stanno votando i diversi emendamenti presentati, votazioni che dovrebbero concludersi entro giovedì, in modo da fare approdare il nuovo testo unico in Aula venerdì 25 novembre, per la votazione finale entro domenica 27 novembre, in tempo, dunque, per il blocco delle discussioni (che scatterà da lunedì 28 novembre) in vista dell'appuntamento con la consultazione pubblica in programma il prossimo 4 dicembre. E una volta che le discussioni riprenderanno, si potrà ripartire dal passaggio a Palazzo Madama. Ancora da discutere diverse proposte di modifica presentate alle misure annunciate relative, per esempio, alle novità per le pensioni dell'Ape, ma anche relative ad altri temi come Canone Rai. Partendo proprio da quest’ultimo, si tratta ancora sull’emendamento relativo al Canone Rai e la richiesta per il prossimo 2017 della riduzione del valore del Canone da 100 a 90 euro.

Per quanto riguarda le novità per le pensioni, ape volontaria, ape social e quota 41, non è stato presentato alcun emendamento per l’ape volontaria e per la quota 41 per tutti ma entro i prossimi giorni, al massimo entro giovedì, venerdì, quando poi sarà previsto l’approdo del testo unico in Aula, si attendono le approvazioni ufficiali, o meno, degli emendamenti presentati dal Comitato ristretto per le pensioni relativi alla richiesta di riduzione de la percentuale di invalidità dal 75% al 60% per l’ape social; di ridurre di un anno, da 36 a 35 anni, i contributi necessari per permettere a chi è impegnato in occupazioni faticose di accedere all’ape social; di estensione delle professioni da inquadrare come faticose per l’ape social; e di estensione del cumulo gratuito dei contributi previdenziali per tutti i lavoratori, e non solo agli iscritti a gestioni previdenziali legate all’Istituto di Previdenza ma anche per i liberi professionisti e autonomi iscritti alle casse previdenziali private.
 
Ancora in discussione la questione dello sblocco della contrattazione pubblica, ma anche delle novità relative al pagamento del bollo auto, che dal prossimo 2017 potrebbe essere strettamente correlato e propedeutico alla revisione auto, alla nuova tassa Airb&b. In particolare, per quanto riguarda il bollo auto, ancora in discussione, si parla di un pagamento del bollo propedeutico alla revisione auto e se non si pagherà quest’ultima non potrà essere effettuata con conseguente blocco del mezzo di circolazione che potrà tornare a circolare solo quando sarà regolarizzato il pagamento del bollo e quindi effettuata la revisione; per quanto riguarda la nuova tassa Airb&b, si tratta di una novità pensata per una trasparente gestione del mercato degli affitti in strutture extralberghiere gestite da privati o intermediari online e che prevede la cedolare secca al 21%, l'istituzione di un apposito registro all'Agenzia delle Entrate e una clausola antievasione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il