BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 come potrebbero essere a Palazzo Madama i pochi miglioramenti

Ulteriori possibilità di cambiamenti per novità per le pensioni con passaggio del testo in Senato: quali potrebbero passare e cosa aspettarsi davvero




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:08): Per quanto riguarda Palazzo Madama, le novità per le pensioni più semplici al momento (ma pu in salita) sarebbero quelle di ampliare le categorie delle mini pensioni senza oneri, anche se come si è detto nelle ultime notizie e ultimissime ci potrebbe essere il boomerang del budget limitato

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:51): Ci sono state delle flebili aperture da una parte almeno per le novità per le pensioni richieste trasversalmente, ma in Senato giocherà contro il tempo, il budget e in quali condizioni condizioni ci si arriverà di vittoria o sconfitta dell'esecutivo. Molti senatori sono pronti a dare battaglia per le ultime notizie e ultimissime arrivate, ma poi bisonerà vedere le vraibiali sopra dette

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:05): La prima fase della partita della novità per le pensioni è conclusa. Con la votazione del Gruppo Bilancio si attende adesso il via libera dell'Assemblea generale rispetto a cui, come riferiscono le ultime e ultimissime notizie, non sono attese sorprese. Poi, come confermato dalle ultime e ultimissime notizie, tutti i testi passano subito al Senato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:03): Non sembrano esserci per ora grandi margini di miglioramento rispetto a un progetto delle novità per le pensioni che non è stato in grado di fornire tutte le risposte alle istanze manifestate. E nessuno è escluso, come ricordato dalle ultime e ultimissime notizie, comprese quota 41, mini pensioni onerose e non, lavori faticosi. Se ne riparla adesso in Senato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:17): Sono pochi, pochissimi i cambiamenti realmente interessanti al progetto delle novità per le pensioni che hanno ottenuto il decisivo e importante disco verde da parte del Gruppo Bilancio. Chiusa questa prima fase, si attende il voto dell'Assemblea, che secondo le ultime e ultimissime notizie avverrà senza difficoltà, e poi la palla passerà al Senato.

Si va avanti con i miglioramenti presentati alle novità per le pensioni annunciate di mini pensione e quota 41da inserire nel nuovo testo unico, cambiamenti che in realtà così come al momento formulati, stando a quanto riportano le ultime notizie, contribuiscono solo a creare ulteriori differenziazioni sociali e paradossi perché riguardano solo la mini pensione senza oneri e non quella volontaria né tanto meno la quota 41 per tutti. Per allineare le proposte di cambiamento cercando di renderle uguali un po’ per tutti, è possibile che vengano riviste anche al momento dell’approdo del testo in Aula, soprattutto per una revisione delle novità presentate in riferimento alla lista dei mestieri faticosi, che dovrebbero essere uguali per mini pensione e quota 41 per non creare ulteriori squilibri e privilegi. Ma nulla è scontato: le ultime notizie infatti non anticipano alcuna certezza di revisione dei miglioramenti presentati alle novità per le pensioni, anche perché l’anno scorso si era cercato di fare la stessa cosa, con l’opposizione interna che aveva presentato in Senato diverse modifiche e le altre opposizioni che avevano chiesto ulteriori novità per le pensioni a gran voce ma senza ottenere alcun reale cambiamento. In Senato, dunque, certamente non cambierò nulla di particolarmente grande e importante ma probabilmente potrebbero arrivare gli allineamenti per tutti ipotizzati.

Sarà, infatti, necessario bilanciare ogni misura per tutti perché non è possibile creare molte differenze soprattutto per i quota 41. Stando alle ultime notizie, i miglioramenti che potrebbero passare dovrebbero essere quelli presentati dal Comitato ristretto per le pensioni. Occhi puntati, dunque, sulle decisioni che prenderanno i senatori, da cui ovviamente si capirà se faranno effettivamente qualcosa di concreto per modificare le attuali novità per le pensioni o se, a causa anche dei tempi di discussione molto ristretti, non si farà nulla esattamente come l’anno scorso. Se nulla è stato finora presentato per quota 41 per tutti, mini pensione con oneri e ulteriori richieste per la proroga del contributivo femminile per cui sono ancora attesi gli esiti del contatore sulla quantificazione delle risorse rimanenti dai 2,5 miliardi di euro già stanziati l’anno scorso per la proroga del meccanismo per tutto quest’anno, i miglioramenti presentati dal Comitato ristretto, quelli che abbiamo detto potrebbero passare, riguardano: aumento dei tempi di malattie e di non occupazione per poter accedere alla mini pensione senza oneri, la riduzione della percentuale di invalidità dal 75% al 60% sempre per la mini pensioni senza oneri, la riduzione degli anni contributivi da 36 a 35 anni per la mini pensione senza oneri per chi svolge occupazioni faticose, e l’allargamento della platea di occupazioni da considerare faticose per la mini pensione senza oneri.

La lista dovrebbe comprendere operai agricoli, marittimi e pescatori imbarcati, lavoratori in altezza, lavoratori occupati in attività di stampaggio a caldo e operatori socio-sanitari (Oss), e lavoratori impiegati in attività di estrazione, lavorazione, utilizzazione, commercializzazione, trattamento e smaltimento dell'amianto, e per quest’ultima categoria è stato inoltre chiesto di considerare i 6 anni di attività faticosa necessari per poter essere inquadrati come lavoratori faticosi, non continuativi. Tra le ultime notizie riportate, però, sempre il Comitato ristretto avrebbe anche chiesto la possibilità di estensione del cumulo gratuito di tutti i propri contributi previdenziali per tutte le categorie di lavoratori, non solo cioè per quelli iscritti alle diverse gestioni dell’Istituto di Previdenza ma anche per tutti i liberi professionisti, titolari di partita Iva iscritti alle diverse Casse private dei professionisti, come medici, ingegneri, architetti, giornalisti

Al momento, infatti, la misura del cumulo gratis vale solo per tutti coloro che devono riunire i propri contributi versati nelle diverse gestioni previdenziali dell’Istituto di Previdenza, ma si tratterebbe di un provvedimento che lascerebbe fuori ben due milioni circa di professionisti iscritti alle Casse private delle loro singole categorie. Ed è possibile che con il passaggio del testo in Senato questo miglioramento venga approvato, proprio perché presentato dal Comitato ristretto per le pensioni, a differenza dei miglioramenti richiesti da singoli esponenti delle forze politiche, come quello relativo ai lavoratori della scuola o della quota 41 per tutti, proposto dal Movimento 5 Stelle.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il