Emendamenti fattibili e già fatti attuali pensioni Ape Volontaria, Quota 41, Ape Social, asilo nido, sanità. tasse

Da novità per asilo nido, tasse, sanità, a novità per le pensioni: emendamenti passati e bocciati in Gruppo Bilancio al nuovo testo unico

Emendamenti fattibili e già fatti attual


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore XX:XX): Non solo sulle novità per le pensioni e i tanti cambiamenti ipotizzati, nulla di fatto, almeno per ora, anche per ulteriori sforbiciate al canone Rai e per il finanziamento di radio e tv locali. Un tema sul quale però la maggioranza, secondo le ultime e ultimissime notizie, si è impegnata a intervenire durante l'esame del provvedimento in Senato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:22): Si sta giocando il primi importante round sui cambiamenti che, oltre alle novità per le pensioni, coinvolgono anche asilo nido, tasse e sanità. Non tutto sta andando secondo le aspettative dei proponenti, considerando che sono già tante le proposte respinte o comunque sospese dal Gruppo Bilancio, come riferito dalle ultime e ultimissime notizie.

Sono diversi gli emendamenti in discussione in Gruppo Bilancio relativi al nuovo testo unico, alcuni già passati, alcuni bocciati e alcuni ancora in sospeso. Partendo dagli emendamenti bocciati, il Gruppo Bilancio ha respinto gli emendamenti che legavano il bonus natalità alla situazione economica delle famiglie fino ad un tetto massimo di 25mila euro di valore Isee e ciò significa che il bonus figli potrà essere riconosciuto a tutti dal prossimo gennaio 2017. Possono accedere al cosiddetto Fondo di sostegno alla natalità, attraverso garanzie dirette, anche fideiussorie, alle banche e agli intermediari finanziari, le famiglie con uno o più figli, purché nati o adottati dal primo gennaio 2017. Il Fondo potrà contare su una dotazione di 14 milioni di euro per l'anno 2017, 24 milioni di euro per l'anno 2018, 23 milioni di euro per l'anno 2019, 13 milioni di euro per l'anno 2020 e 6 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2021. Via libera al voucher asili nido, buono di mille euro su base annua in 11 mesi per i nati dal 2016, che verrà erogato il prossimo anno, anche per i bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Via libera poi alla estensione della detassazione per gli studenti universitari che fanno parte di famiglie che hanno un valore Isee inferiore ai 13mila euro e diventeranno gratuiti anche i corsi di dottorato di ricerca, a cui si accede per concorso a numero chiuso; l’emendamento che porta dal 5% al 7% dei ricavi (e da 5 a 7 milioni in valore assoluto) la soglia di scostamento oltre la quale scatta il ricorso al commissario delle aziende ospedaliere. Sempre in tema di novità per la sanità, cambia dal prossimo anno l’elenco dei livelli essenziali di assistenza (Lea), con nuove cure gratuite e la revisione delle cure che oggi si possono ricevere in ambulatorio senza necessità di ricovero o day hospital, con la riclassificazione di gruppi di patologie e nuove malattie da inserire nei Lea, e il debutto la formula cosiddetta reflex, per cui di due eventuali accertamenti, il secondo dovrà essere effettuato solo se dal primo risulta effettivamente necessario, altrimenti non si farà. Le novità prevedono, poi, che vengano garantite le prestazioni assistenziali ospedaliere ordinarie nei casi di patologie acute, che necessitano di assistenza medico-infermieristica prolungata, osservazione medico-infermieristica e per 24 ore, non dunque per richieste di assistenza e aiuto generali. Altra novità varrà per il medico di base, che quando prescriverà una cura o una indagine, dovrà obbligatoriamente riportare sulla ricetta la diagnosi o il sospetto diagnostico.

Aumenteranno anche i ticket di ambulatorio per i pazienti del valore di 18 milioni e, per esempio, per il tunnel carpale o per la semplice cataratta si pagherà il ticke; e saranno introdotti nuovi vaccini, come l’anti papilloma virus (esteso anche ai maschi), l’anti pneumococco e l’anti meningococco.
Le ultime notizie, in riferimento alle novità per le pensioni in particolare, confermano la bocciatura di emendamenti come quello relativo all'inserimento di ulteriori attività tra le occupazioni faticose per l’ape social; la possibilità per tutti coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale di lasciare la propria occupazione con 40 anni di contributi; l'emendamento di revisione del meccanismo della speranza di vita e quello collegato volto alla cancellazione dell’adeguamento alla speranza di vita per i quota 41. Ancora nessuna novità per novità per le pensioni di ape volontaria e quota 41 per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il