BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sondaggi referendum costituzione aggiornati oggi a sabato interni schieramenti, siti web clandestini Auto, corse cavalli, Papi

Il 4 dicembre è ormai alle porte e gli ultimi sondaggi clandestini costituzionali prevedono un'affermazione del No suscitando la preoccupazione di Renzi e di coloro che invece sostengono la riforma




AGGIORNAMENTO: Oltre ai sondaggi e rilavazioni interni per il referendum del 4 Dicembre costituzionale che potete leggere sotto, vi sono anche i sondaggi cosidetti clandestini come ogni anno con risultati aggiornati di giorno in giorno (anche oggi). Il link per leggere quello delle auto e del papa è il seguente link, mentre per quello dell'ippica è questo

Sul Referendum del prossimo 4 dicembre, che decreterà se la riforma costituzionale che porta il nome di Maria Elena Boschi verrà promossa dal popolo italiano, si è già detto tutto. Sono mesi che il Paese è bloccato su una materia così delicata e decisiva per il futuro assetto costituzionale italiano che potrebbe subire una profonda trasformazione nel momento in cui l’esito della consultazione fosse favorevole alle ragioni del Sì.

Un voto che ha creato una frattura all’interno delle forze politiche, anche quelle che avevano votato a favore durante il lungo iter parlamentare durato due anni, e che sancirà, molto probabilmente, anche il destino del Governo Renzi. Il tentativo del Premier di correggere il tiro dopo aver personalizzato la competizione con la solenne promessa che, in caso di sconfitta, non sarebbe rimasto un secondo di più a Palazzo Chigi, sembra non essere andato a buon fine. Evidentemente quella promessa era il frutto di misurazioni che, dopo il 40% raccolto dal Partito Democratico alle ultime elezioni europee, davano il vento in poppa allo stesso Renzi e al suo Governo.

Gli stessi sondaggi hanno poi evidenziato un calo costante del gradimento sulla figura Presidente del Consiglio che rischia di riverberarsi anche sull’esito della consultazione referendaria. Oggi che la pubblicazione dei sondaggi è vietata però le forze politiche italiane continuano a monitorare l’umore degli italiani attraverso l’utilizzo di quelli che, in gergo, vengono definiti sondaggi clandestini. Ebbene anche gli ultimi sondaggi costituzionali clandestini che, per la prima volta potrebbero essere bloccati, sembrano confermare questa tendenza visto che assegnano un vantaggio considerevole al No. Una bocciatura senza appello per il Premier-Segretario democratico che, se le previsioni si rivelassero azzeccate, dovrebbe fare le opportune valutazioni sul prosieguo dell’esperienza del suo governo. La vittoria negli Stati Uniti di Donald Trump, che prima della Clinton ha sconfitto tutti gli istituti americani che lo davano perdente, ha però mostrato ancora una volta come spesso queste previsioni si rivelino totalmente infondate alla luce dei reali accadimenti. Una speranza che accomuna i renziani, della prima e della seconda ora, che su questa partita si giocano anche una buona fetta del proprio futuro.

Molto probabilmente sono proprio le proiezioni offerte dagli ultimi sondaggi costituzionali clandestini vietati su diversi siti web ad orientare la preoccupazione che serpeggia negli ambienti democratici. La sfida referendaria viene definita infatti, da diversi esponenti di primo piano del Pd, molto difficile e il massiccio spiegamento di forze degli ultimi giorni sta dimostrando che probabilmente, qualcosa di vero c’è. Il Mezzogiorno d’Italia, comprese le isole, viene ormai considerato terra di conquista per le ragioni del No che starebbero letteralmente sfondando nell’opinione pubblica meridionale. Talmente tanto che l’affermazione del Si prevista invece nelle regioni cosiddette ‘rosse’ non riuscirebbe a riequilibrare. Anche perché il Veneto, feudo del leghista Zaia, sembra ormai orientato a votare contro l’approvazione della Riforma Costituzionale.

Eppure proprio al Sud, in particolare in Campania, Puglia e Sicilia, Renzi si è giocato le sue carte migliori con elargizione di fondi e tour elettorali durante i quali il Premier ha provato a scommettere il tutto per tutto. Con risultati che stando agli ultimi sondaggi costituzionali clandestini vietati su diversi siti web, non sono all’altezza delle aspettative.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Luigi Mannini
pubblicato il