BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Emendamenti ufficiali bilancio approvate o quasi Ape Social, Ape Volontaria, Quota 41, rinnovo statali, stipendi Governo Renzi

Le misure ufficiali approvate, e alcune bocciate, della nuova Legge di Stabilità: quali sono, cosa prevedono e chi interessano




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:17): E anche per quanto riguarda il rinnovo dei contratti e lo sblocco degli stipendi con relativi aumenti del pubblico e dei docenti è difficile viste le ultime notizie e ultimissime che si inseriscano da subito come emendamenti ufficiali in questo iter, anche si stanno cercando fino all'ultimo di chiarire. Come detto, invece, le novità per le pensioni con aperture anche ufficiali, pur da prendere con le pinze, saranno solo nella seconda parte di questo iter senza nessuna sorta di dubbio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45):  Il primo passaggio alla Camera si è praticamente concluso per il bilancio, con lunedì che sarà solo un voto formale. Poche novità per le pensioni tra gli argomenti sicuramente più sentiti, mentre confrmati tanti bonus per tanti soggetti e quasi definiti gli aumenti di stipendi e il rinnovo dei contratti seppur non mancano gli scontri come confermato dalle ultime notizie e ultimissime

Dopo il voto alla Camera, la Legge di Stabilità 2017 si appresa al passaggio in Senato, sede dove saranno discussi gli emendamenti ufficiali rimasti in sospeso, dopo quelli già approvati e respinti. Diversi i capitolo ancora aperti, a partire da quello relativo alle novità per le pensioni. Per quanto riguarda le pensioni, è stato approvato l’emendamento che comprende maestre d'asilo ed educatori di asilo nido tra le attività usuranti che potranno accedere all’ape social e alla quota 41, con 12 mesi di contribuzione maturati entro il 19esimo anno di età, le ultime notizie sugli emendamenti presentati alle novità per le pensioni confermano il via libera alla proroga del contributivo donna fino al 31 luglio 2016, mentre tra gli emendamenti per novità per le pensioni che saranno discussi a Palazzo Madama presentati dal Comitato ristretto, che prevedono la richiesta di riduzione della percentuale di invalidità dal 75% al 60% per l’ape social; un aumento dei tempi di malattia e non occupazione per la mini pensione senza oneri; la riduzione di 12 mesi della contribuzione necessaria per la mini pensione senza oneri per coloro che svolgono occupazioni faticose; e, appunto, un aumento delle professioni usuranti per la richiesta di mini pensione senza oneri.

E’ stato dato il via libera anche all’emendamento che chiedeva l’estensione del cumulo gratuito dei propri contributi previdenziali per tutti i lavoratori. La misura comprendeva inizialmente solo i lavoratori iscritti alle diverse gestioni previdenziali collegate all’Istituto di Previdenza, escludendo liberi professionisti e lavoratori autonomi iscritti alle singole casse private. Ma ora il cumulo gratis sarà valido anche per gli iscritti alle casse previdenziali private. Tra le altre misure approvate, via libera anche a nuovi bonus per le famiglie italiane che lavorano in un paese membro dell'Ue e con 4 o più figli; via libera anche alla proroga per l’anno prossimo dei bonus ristrutturazioni casa e mobili, mentre è saltato l’emendamento che chiedeva l’estensione del bonus per la ristrutturazione energetica e antisismica dei condomini anche agli incapienti.

Si discuterà in Senato anche l’emendamento che chiede detrazioni fiscali del 19% per gli abbonamenti di autobus, metro e treni locali. Il Gruppo Bilancio ha poi respinto gli emendamenti che legavano il bonus natalità alla situazione economica delle famiglie fino ad un tetto massimo di 25mila euro di valore Isee e ciò significa che il bonus figli potrà essere riconosciuto a tutti dal prossimo gennaio 2017; mentre ha dato il via libera al bonus asili nido, voucher di mille euro su base annua in 11 mesi per i nati dal 2016, che sarà erogato il prossimo anno, anche per i bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche. Via libera anche all’esenzione Irpef, per il triennio 2017-2019, dei redditi dominicali e agrari dei terreni dichiarati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. Previsti, infine, sgravi contributivi per le assunzioni nelle imprese del Mezzogiorno. Sono state, invece, bocciate, le richieste di un nuovo piano di assunzioni straordinario per la scuola e e del rifinanziamento del fondo nazionale per i ricorsi legati ai contratti dei docenti.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il