BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su Ape Volontaria, Quota 41, Ape Social da Cuperlo, Carfagna, Meloni

Le ultime posizioni e affermazioni di Cuperlo, Carfagna, Meloni su probabili eventuali scenari che potrebbero verificarsi e impatti su novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO nel testo ore 10:52) 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:03):  I prossimi schieramenti e accordi tra di loro non sono ancora ben chiari e le ultime notizie e ultimissime su di essi si susseguono con chiari condizionamenti e molto importanti che avranno per le novità per le pensioni. E si passa dalla sorpresa Carfagna, alla Meloni, fino a Cuperlo pronto a formare anche uno schieramento inedito. E tutti hanno fatto affermazioni interessanti per le novità per le pensioni e non solo una volta

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Chi abbiamo preso in considerazione questa volta non solo ha fatto affermazioni per le novità per le pensioni ma è protagonista di quei movimenti tra gli schieramenti che sono al centro delle ultime notizie e ultimissime che potrebbero portare davvero a novità per le pensioni profonde.

Quali ulteriori novità per le pensioni potremmo ancora aspettarci per ape volontaria, ape social, e quota 41 nei prossimi giorni? Stando alle ultime notizie,è difficile che passino le ipotesi di ulteriori novità per le pensioni più importanti rispetto alle attuali ape e quota 41 ristrette che attualmente la maggioranza sta portando avanti ma qualche miglioramento potrebbe arrivare una volta approdato il testo a Palazzo Madama. Tra coloro pronti a rilanciare novità per le pensioni c’è ancora Gianni Cuperlo, che già l’anno scorso aveva presentato a Palazzo Madama diverse novità per le pensioni che si sarebbero potute approvare, compresa la novità per le pensioni di quota 100, ma nulla fu fatto e ci si chiede se quest’anno qualcosa potrebbe andare diversamente, soprattutto per il fatto che le discussioni a Palazzo Madama si apriranno all’indomani dell’esito della consultazione popolare in programma domenica prossima 4 dicembre. E si tratta di un appuntamento che, come confermano anche le ultime notizie, potrebbe portare a diversi cambiamenti dello scenario politico nel caso in cui vincesse il no.

Questo esito rappresenterebbe una sconfitta per il premier, ipotesi che ha portato diversi esponenti politici ad organizzarsi già in maniera alternativa. A partire dalla stessa opposizione interna e da parte della maggioranza stessa, Cuperlo compreso: parte della stessa maggioranza, infatti, sarebbe pronta a costituire una forza politica alternativa al premier, forza che certamente punterebbe su un rilancio delle novità per le pensioni per conquistare fiducia e consensi, ma non si tratta di una notizia inaspettata, considerando che l’opposizione interna porta avanti da sempre la battaglia di modifica delle attuali norme pensionistiche. Stando alle ultime notizie, qualsiasi cambiamento, però, dovrebbe essere annunciato dopo l’esito della consultazione popolare ma prima di Natale. E in questo arco di tempo una sorta di nuova organizzazione della maggioranza dovrebbe essere presentata.

Se, da una parte, la stessa maggioranza si sta riorganizzando, pronta a smembrarsi, letteralmente, dall’altra, è chiaro attendersi, come del resto riportato dalle ultime notizie, la nascita di ulteriori forze politiche alternative a quelle del premier e dichiaratamente di destra. Forza Italia stessa, all’indomani delle ultime notizie politiche italiane ed estere, compreso l’esito delle presidenziali americane, con il nome di Mara Carfagna che potrebbe diventare nuova coordinatrice nazionale di Forza Italia, e tra coloro che hanno già annunciato la nascita di un nuovo progetto politico anche il leader della Lega, pronto a votare no alla consultazione popolare di domenica prossima 4 dicembre, nella cui eventuale squadra dovrebbe rientrar Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, che guiderebbe il Ministero degli Interni. Se questo scenario politico dovesse concretizzarsi i primi impatti positivi arriverebbero certamente sulle novità per le pensioni, particolarmente perseguite sia da Forza Italia che dalla Lega, che innanzitutto partirebbe dalla subitanea cancellazione dell’ape volontaria, abolendo quella forma di rimborso 20ennale a carico del pensionato che ha già definito un’assurdità e un paradosso.

E la Meloni sarebbe una di coloro pronte a guidare la battaglia a favore dell’approvazione di profonde novità per le pensioni, da sempre ad esse favorevole, e tra coloro che solo qualche settimana fa hanno chiesto al responsabile del Dicastero dell’Occupazione novità per le pensioni strutturali e universali per tutti, andando oltre le attuali ape volontaria, ape sociale, quota 41 solo per alcuni, in modo da soddisfare tutti. Del resto, la Meloni ha sempre sostenuto l’importanza di dare priorità alle questioni sociali più importanti per i cittadini, da novità per le pensioni a convenienti misure occupazionali. Bisognerà solo attendere l’esito della consultazione popolare di domenica prossima per capire cosa accadrà e se gli scenari politici alternativi alla maggioranza già annunciati avranno spazio per poter effettivamente concretizzarsi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il