BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Partite streaming su link, siti web, Rojadirecta ora Fiorentina Inter, Napoli Sassuolo, Roma Pescara. Vedere live gratis diretta

Questa 14esima giornata del campionato si caratterizza per la distribuzione delle partite nell'arco di tre giorni. Si chiude lunedì sera.




Ancora una intensa giornata con il campionato italiano di calcio da seguire con attenzione e passione, qualunque sia il supporto scelto. Messi alle spalle gli anticipi del sabato, si torna in campo domenica con l'anticipo della mattina (ore 12.30) Palermo Lazio per poi proseguire nel pomeriggio (sempre alle 15) con Bologna Atalanta, Cagliari Udinese, Crotone Sampdoria, Genoa Juventus. A chiudere la giornata è il posticipo Roma Pescara (20.45) prima del ritorno in campo nella giornata di lunedì con le due gare Napoli Sassuolo (ore 19) e Inter Fiorentina (ore 21). Insomma, sono tutte partite che forniranno indicazioni importanti sulle prospettive per la lotta ai piani alti e per non retrocedere.

Alla ricerca delle convinzioni perdute è proprio il Napoli, reduce da qualche incertezza di troppo in Europa e un po' più convincente in campionato, anche se ancora distante dalla brillantezza dello scorso anno. Sarà per la cessione di Higuain e per il contestuale infortunio di Milik, scelto per sostituirlo, ma qualcosa negli ingranaggi non funziona. In ogni caso, contro il Sassuolo, anch'esso reduce da un impegno europeo, si va verso la conferma di Gabbiadini al centro dell'attacco con il supporto di Insigne e Callejon. Il belga Mertens, tra i più positivi in questo inizio di stagione, dovrebbe iniziare la gara dalla panchina. Tridente offensivo anche per gli ospiti, con Matri come punto di riferimento.

L'Inter proverà a riscattarsi dal tonfo europeo pensando al campionato, ma non sarà naturalmente semplice perché si troverà davanti una Fiorentina che venderà cara la pelle nonostante il clima poco sereno tra Paulo Sousa e la società. Adesso il tecnico nerazzurro Stefano Pioli e l'Inter si potranno concentrare solo sulla Serie A e in questo momento, oltre ai tanti giocatori in esubero, a preoccupare è soprattutto la difesa. La coppia di centrali composta da Murillo e Miranda sta attraversando un prolungato periodo in crisi e contro i viola potrebbe giocare Ranocchia. Di certo c'è che Suning è deluso dal flop europeo dell'Inter e Zhang Jindong lunedì sarà a Milano per capire la situazione nerazzurra.

In questo contesto, si registra la notizia positiva del deciso calo degli episodi di violenza ultras in questi primi mesi della stagione. Il dato è stato comunicato dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano. Ma il prezzo di questo si è pagato in termini spettatori in meno, ha commentato il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Il botta e risposta si è svolto al Viminale. "Da metà luglio a fine ottobre - ha detto Alfano - sono state monitorate 793 partite e gli scontri con feriti sono calati del 24% rispetto alla scorsa stagione, il numero di feriti tra i civili è diminuito del 41,7% e tra le forze dell'ordine del 59,4%, mentre i denunciati sono cresciuti del 25,7%". Questi numeri, ha sottolineato, "sono feriti e morti in meno, non è fredda algebra, ma è meno sangue e più pubblico negli stadi". E ancora: "L'obiettivo è restituire il pallone alle famiglie piuttosto che lasciarlo in mano ai violenti".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il