BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui tassi variabili e fissi Novembre-Dicembre 2016: offerte migliori. Momento giusto prima che tassi interesse si alzino troppo

Andamenti mutui, nuove offerte per questa fine del mese di novembre e mese di dicembre: cosa propongono e quale scegliere




Si sono decisamente stabilizzati i prezzi delle case nel terzo trimestre del 2016, situazione che si accompagna alla ritrovata tendenza all’acquisto degli immobili, grazie anche ai costi in ribasso. Stando alle ultime notizie, per il 64% degli agenti immobiliari cresce la richiesta di immobili nelle grandi città nel secondo semestre 2016 rispetto alla prima metà dell’anno e nel mese di ottobre sono cresciute le richieste di mutui e surroghe. Secondo un sondaggio congiunturale di Bankitalia sul mercato delle abitazioni in Italia, dall’indagine realizzata da Fimaa, federazione italiana mediatori agenti d’affari che aderisce a Confcommercio, e dalle rilevazioni di Crif, sistemi di informazioni creditizie, che ha preso in esame il responso di oltre 1.400 agenzie immobiliari sul mercato di compravendite e locazioni di case fra luglio e settembre scorsi, sale dal 54,4 al 64% la quota di operatori del settore che rileva una stabilità di prezzi nella vendita delle case.

Rispetto al trimestre precedente si riduce dal 43,9 al 34,6% la porzione di agenti immobiliari che indica una diminuzione dei valori; stabili al 3,7% le risposte che segnalano importi in aumento. Si è registrato anche l’incremento nelle zone urbane del centro Italia ed è calata 25,2% la percentuale di coloro che rilevano prezzi in flessione. Per questi ultimissimi giorni di novembre e per il prossimo mese di dicembre 2016, momento giusto per investire in acquisto di immobili prima che i tassi, così come le previsioni riportano, si alzino, Fineco presenta nuove offerte di mutui destinati al finanziamento dell’acquisto di prima e seconda casa, per un importo fino all’80% del valore dell’immobile e possibilità di surroga per i clienti che vogliono trasferire il mutuo da un altro istituto. Le offerte proposte sono di mutui sia a tasso fisso che a tasso variabile, con una durata da 10 a 25 anni e spread a partire dallo 0,70% in caso di acquisto e dall’1% in caso di surroga. Lo spread, inoltre, varia a seconda del loan to value, il rapporto tra l’importo del mutuo e il valore dell’immobile, mentre i parametri di riferimento sono l'Euribor a tre mesi per i mutui a tasso variabile e l’Irs (interest rate swap) per quelli a tasso fisso.

Per fare un esempio, su un mutuo acquisto a tasso fisso di 120mila euro per un valore immobile di 240mila euro si pagherà per 20 anni una rata mensile di 579 euro con un Tan (tasso annuo nominale) all’1,5% e un Taeg (tasso effettivo annuo globale) all’1,73%, le spese di istruttoria saranno di 700 euro cui aggiungere300 euro per le spese di polizze. Intesa Sanpaolo propone ancora per la fine di questo mese di novembre e per il prossimo mese di dicembre Mutuo Domus Variabile, che permette di richiedere un mutuo fino al 95% del valore dell'immobile e personalizzabile, prevede uno sconto di tasso dello 0,35% rispetto alle condizioni economiche classiche, e spese di istruttoria che variano in base al rapporto tra importo del mutuo e valore di perizia dell'immobile cauzionale.

ING Direct propone Mutuo Arancio, che permette di ottenere un importo finanziabile fino all’80% del valore dell’immobile, con somme a partire da 50.000 euro, lasciando ai richiedenti mutuo di scegliere tra tasso fisso e tasso variabile, che prevede una durata che va dai 10 ai 30 anni. A seguire troviamo Mutuo Sempre Light di UbiBanca, un mutuo a tasso variabile che offre condizioni vantaggiose fino al 31 dicembre 2016. Prendendo, per esempio, il caso di una richiesta di mutuo da 100.000 euro, il mutuo sarà estinguibile in 20 anni, coprirà il 50% del valore della casa e, per quanto riguarda i tassi, il Tan è dello 0,95% e il Taeg dell’1,37%.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il