BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41 a Palazzo Madama si riprende il 6 Dicembre ora è tutto fermo

Tutto bloccato in vista del voto di domenica prossima sulla consultazione popolare: dalla prossima settimana testo unico e novità pensioni a Palazzo Madama




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:15): C'è una ragione ben precisa per cui l'iter sembra addormentato, compreso il confronto sui miglioramenti da apportare al progetto delle novità per le pensioni. Si tratta della consultazione popolare di domenica che anticipa la discussione a Palazzo Madama anche se, come da ultime e ultimissime notizie, non dovrebbero presentarsi ostacoli.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45):  Il capo della maggioranza esclude anche l'ipotesi di chiudere subito dopo il voto della consultazione popolare del 4 dicembre la partita dell'iter, inclusa la delicata parte delle novità per le pensioni, confermando al Senato tramite voto di fiducia il testo uscito dalla Camera. E secondo le ultime e ultimissime notizie, potrebbe aprire la crisi subito dopo.

In vista del voto costituzionale in programma domenica 4 dicembre sono state bloccate, come era stato annunciato, tutte le discussioni inerenti il nuovo testo unico che approderà a Palazzo Madama per nuove discussioni martedì 6 dicembre. Potrebbero arrivare a Palazzo Madama ulteriori miglioramenti alle misure del testo, novità per le pensioni comprese. Si aspettano, del resto, come confermano le ultime notizie, le votazioni sui miglioramenti presentati dal Comitato ristretto per le pensioni e precedentemente sospesi, in vista poi del voto finale del testo tra il 20 e il 22 dicembre. Solo allora si conosceranno i provvedimenti che diventeranno ufficiali ed entreranno in vigore nel prossimo 2017, precisando che per le novità per le pensioni, quanto sarà inserito nel testo unico sarà una sorta di annuncio perché per la loro ufficialità serviranno i Dpcm della presidenza del Consiglio che ne definiscano le norme ufficiali di funzionamento e relativi tempi di entrata in vigore.

Tra i diversi miglioramenti presentati finora alle novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 che la maggioranza sta portando avanti, nonostante critiche e malcontenti, sono stati approvati relativo all’introduzione di maestre d'asilo ed educatori di asilo nido tra le attività faticose che potranno accedere alla mini pensione senza oneri e alla quota 41, con 12 mesi di contribuzione maturati entro il 19esimo anno di età; la proroga del contributivo femminile fino al 31 luglio 2016, valido anche per le nate dell’ultimo trimestre del 1958; e quello relativo alla richiesta di estensione del cumulo gratuito dei propri contributi previdenziali per tutti i lavoratori. Ero stato, infatti, presentato solo per i lavoratori iscritti alle diverse gestioni previdenziali collegate all’Istituto di Previdenza, escludendo liberi professionisti e lavoratori autonomi iscritti alle singole casse private che, stando alle ultime notizie, potranno invece accedervi.

Come detto, invece, le ultime notizie confermano l’attesa per conoscere il futuro dei miglioramenti presentati dal Comitato ristretto che hanno richiesto: un aumento dei tempi di malattia e non occupazione per chiedere l’accesso alla mini pensione senza oneri; la riduzione di 12 mesi della contribuzione necessaria per la mini pensione senza oneri per chi è impiegato in attività faticose; e un ulteriore allargamento delle professioni da considerare faticose per la richiesta di mini pensione senza oneri. Probabilmente sarà quest’ultima richiesta ad essere approvata perchè, come spiegato anche dalle ultime e ultimissime notizie, si tratta di una modifica che non andrebbe ad intaccare la struttura dell’attuale sistema delle regole pensionistiche in vigore. E’ stata, invece, già bocciata la richiesta di riduzione della percentuale di invalidità dal 75% al 60% per l’accesso alla mini pensione senza oneri. Ma le ultime notizie riportano già polemiche e proteste nei confronti di tale bocciatura anche se ormai difficilmente si potrà fare un passo indietro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il