BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Landini, Gay, Barbagallo

Le ultime posizioni di Gay, Barbagallo, Landini su prossimi passi per una revisione delle attuali novità per le pensioni poco vantaggiose




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:04): E in questo senso il prossimo confronto tra le associazioni degli industriali e le forze sociali la settimana entrante sarà ancora una volta importante dopo i vari rinnovi per i contratti soprattutto privati dove le novità per le pensioni almeno in parte, ma soprattutto i vari aiuti e sostegni in busta paga, sotto diverse forme hanno avuto già un ruolo importante.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Quella della mancanza di budget per intervenire con efficacia sulle novità per le pensioni sembra solo una giustificazione perché come stiamo vedendo dalle ultime e ultimissime notizie, sia da parte imprenditoriale che lavorativa, sono proprio le pensioni una della chiavi per rilanciare produttività e competitività e lo si sta facendo concretamente nel rinnovo dei contratti dando uno spazio importante al sostegno di varie tipologie per i lavoratori.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Continuano a essere i differenti esponenti ed associazioni sia quelle dalla parte di chi fa una attività e sia quelle a tutela delle imprese, a essere sempre attive sulle novità per le pensioni, considerate una chiave per il rilancio dell'economia. E stando alle ultime e ultimissime notizie, se ne potrebbe parlare il prossimo mercoledì in occasione dell'incontro per il rilancio del patto di fabbrica.

Si terrà il prossimo 7 novembre un nuovo incontro tra l’associazione degli industriali e le forze sociali per un rilancio del patto di fabbrica, rilanciato anche dal presidente dei giovani industriali Marco Gay, che sostiene anche, da sempre, la necessità di attuazione di novità per le pensioni. In riferimento al patto di fabbrica, le ultime notizie confermano il nuovo incontro la prossima settimana per mettere a punto un’agenda definita, ponendo attenzione anche misure assistenziali e novità per le pensioni. Attraverso questo nuovo percorso di lavoro si potrebbe arrivare ad un concreto rilancio della crescita economica italiana. Per Gay, infatti, è necessaria la definizione di un’agenda comune con le forze sociali, anche per dare spinta a ulteriori novità per le pensioni che potrebbero dare spinta effettiva al ricambio generazionale per un rilancio dell’occupazione giovanile. Come più volte, spiegato, infatti, solo attraverso piani di prepensionamento si potrebbe spingere l’occupazione, ma le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 non servono a raggiungere questi obiettivi.

Stando alle ultime notizie, il patto della fabbrica mira alla tutela del lavoratore, a garantire maggiori tutele e assistenza, perché, come riportano dalle ultime notizie, nelle aziende in cui sono stati attuati programmi di assistenza si sono registrati ottimi risultati di miglioramenti e crescite, derivanti anche da un turn over a lavoro tra lavoratori più anziani e lavoratori più giovani, che si potrebbe avviare non con le attuali mini pensioni e quota 41 ma con ulteriori novità per le pensioni come quota 100 e novità per le pensioni di quota 41 per tutti, esattamente le stesse modifiche che gli industriali hanno sempre rilanciato e che certamente porterebbero notevoli vantaggi, occupazionali ed economici. Dal canto suo, anche il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, si prepara all’incontro per la definizione di questo patto della fabbrica, occasione durante la quale si discuterà di misure necessarie per la crescita e per combattere le diseguaglianze sociali, attraverso il rilancio di produttività e sottolineando l’importanza di misure di sostegno e aiuto, che riescono a garantire tutele tali da far stare tranquilli i lavoratori.

Anche Maurizio Landini si prepara alla discussione sul nuovo patto della fabbrica, parlando di buoni presupposti per una sua realizzazione con misure per i lavoratori, compreso il rilancio di importanti novità per le pensioni, soprattutto all'indomani del successo già raggiunto con la definizione dell'accordo per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici che prevederà, una volta a regime, incrementi mensili in busta paga di 51,7 euro, di 7,69 euro per la previdenza integrativa, di 12 euro per l'assistenza sanitaria, estesa ai familiari, e di 7,69 euro di formazione. Con spese per il welfare che saranno, secondo le ultime notizie, di 100 euro nel 2017, 150 nel 2018 e 200 nel 2019 per ogni metalmeccanico da spendere in welfare (dai buoni per la spesa alla sanità, alla previdenza e ai buoni libro.

Misure, dunque, dedicate anche alle spese assistenziali e previdenziali che dovrebbero essere sostenute da quelle novità per le pensioni importanti per dare reale spinta sia all’economia sia alla possibilità per i lavoratori più anziani, e magari più stanchi, di collocarsi a riposo, pur a fronte di piccole decurtazioni sul proprio trattamento pensionistico finale. Anche Landini, infatti, come del resto parte delle forze sociali, critica fortemente le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41, ritenendo assurdo quel piano di rimborso 20ennale che dovrebbe essere restituito dal lavoratore una volta in pensione, dopo una vita di sacrifici, e punta a ulteriori revisioni che siano, chiaramente, più vantaggiose e profonde.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il