BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sondaggi referendum tutti aggiornati mostrano tra sì e no recupero sì e dati interessanti da auto, papa, ippica

Ecco gli ultimi dati dei sondaggi clandestini sul referendum del 4 dicembre e le variabili in grado di fare la differenza.




Sono giorni decisivi di campagna elettorale in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre. L'attenzione è decisamente alle stelle perché la partita è aperta e non c'è un esito scritto. Gli stessi sondaggi clandestini aggiornati raccontano non solo come la differenza di voti tra i sostenitori del sì e quello del no sia molto ridotta e sia in graduale e costante fase di assottigliamento. Ma anche che ci sono tante variabili in grado di fare la differenza ed essere decisive per fare vincere il sì o il no. Il presidente del Consiglio, ad esempio, si dice convinto che la chiave per la vittoria del sì sia l'affluenza. In buona sostanza, è il pensiero del suo staff, più gente andrà a votare e maggiore sarà il numero dello schede con il sì barrato.

Il sito The Right Nation, quello che camuffa i sondaggi sotto forma di corse clandestine di cavalli, aggiunge anche un altro elemento in grado di fare la differenza: il voto dei giovani e quello dei residenti nelle regioni meridionali. La battaglia per la vittoria del referendum si giocherà all'ultima scheda e queste due fasce di elettori, che secondo le rilevazioni più aggiornate sono più propense a scegliere il no, sono anche quelle meno intenzionati a presentarsi domenica al seggio elettorale. In ogni caso, per la vittoria dell'immaginario Grand Prix de la Constitution, l'ultimo sondaggio clandestino di The Right Nation riferisce Assemblage Hétéroclite (la coalizione del no) sarebbe davanti con 53,5″ mentre Truie Blessée (quella del sì) a 46,5″.

Siamo sicuri che nei prossimi giorni questi numeri cambieranno ancora e per i vari nordici Groom de Bootz, gli ex campioni italiani di Varenne, i destrorsi di Frères Tricolòr, i debuttanti della Société Genérélle de l'Energie, i nostalgici di Gauche Passé, lo stellare Igor Brick e la fronda interna di Fan Idòle così come tra i fedelissimi di Fan Faròn dentro Fan Idòle, Ipson de le Scipiòn e Petit Vert, ci sarà da sudare fino all'ultimo minuto per cercare di portare a casa la vittoria che avrà ripercussioni anche sulla prosecuzione di questa legislatura o comunque della prosecuzione dell'esperienza di questo governo a Palazzo Chigi.

Un altro spunto di riflessione arriva da YouTrend, che propone nuovi sondaggi clandestini sotto forma di elezioni per modificare la Legge Fondamentale dello Stato Vaticano. Il voto degli italiani residenti all'estero, viene fatto notare, non viene conteggiato e si tratta appunto di una quantità di schede che, considerando la vicinanza tra le parti, potrebbero essere realmente decisive. In ogni caso, stando ai sondaggi aggiornati di YouTrend, San Norberto (il gruppo favorevole al no al referendum di domenica) avrebbe incassato l'appoggio di 52 cardinali e 3 parrocchie. San Simplicio (quello del sì) si attesterebbe a 47 cardinali e 7 parrocchie.

Infine, ecco i sondaggi proposti sotto forma di previsione di vendita di auto di Scenari Politici. L'immaginaria joint venture Original board ovvero quella "contraria alla delibera" è adesso al 52,4%. La joint venture New board, "a favore della delibera" ovvero del sì, è al 47,6%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il